Sauna: benefici, controindicazioni e tipologie (infrarossi, finlandese, aromatica).

Quali sono i benefici della sauna? Ci sono controindicazioni? E’ vero che fare la sauna fa dimagrire? Che differenza c’è tra la sauna classica e quella ad infrarossi? Approfondiamo benefici e controindicazioni dell'utilizzo sistematico del cosiddetto bagno di calore, trattamento dalle origini antichissime, molto efficace per il benessere del corpo e non solo.

Sauna: benefici, controindicazioni e tipologie (infrarossi, finlandese, aromatica)

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Come si fa?
  3. Benefici
  4. Controindicazioni
  5. Approfondimenti

Cos'è e come funziona la sauna?

La sauna è una pratica idrotermoterapica che attraverso il calore fa sudare il corpo e quindi eliminare le tossine, apportando diversi benefici estetici e salutari.

Questo trattamento nasce nel lontano 1100 nella fredda Finlandia, ma ha delle antiche e nobili fonti d’ispirazione: il calidarium romano e l’hammam turco.

Il termine sauna significa in finlandese dimora invernale, ed infatti le prime saune erano le stesse abitazioni in cui si viveva, tali abitazioni venivano riscaldate gettando acqua su pietre infuocate.

Oggi la sauna è un ambiente con pareti opportunamente isolate nel quale viene prodotta un’alta temperatura associata ad un giusto tasso di umidità.

In tale ambiente l’organismo comincia a sudare ed espelle tossine, grasso in eccesso e liquidi.

Tipologie e caratteristiche.

Esistono varie tipologie di sauna tra cui le più diffuse sono:

  • Sauna finlandese: la sauna originale di derivazione finlandese, ovvero la sauna secca caratterizzata da temperature elevate (80- 100 gradi) e basso tasso di umidità (10 - 20%);
  • Sauna aromatica: la sauna al vapore con aromi è l’ambiente in cui i vapori acquei ed i fumi che raggiungono anche gli 80°, vengono aromatizzati con oli essenziali balsamici tipo pino o eucalipto;;
  • Biosauna: in tale sauna la temperatura è più bassa di quella che si raggiunge nella sauna finlandese (50-60 gradi) mentre più alto è il tasso di umidità (50%). Questo rende la traspirazione meno intensa e consente tempi di permanenza più lunghi;
  • Sauna ad infrarossi: la più moderna cabina ai raggi infrarossi, in cui il calore è generato da radiazioni ed elettromagnetismo. Il calore non supera i 60 gradi mentre il vapore è assente.

Comune denominatore di queste pratiche è utilizzare temperature notevolmente elevate per avere benefici a livello epidermico e non solo.

Come si fa? Le fasi del bagno di vapore.

La sauna può essere fatta in ogni periodo dell’anno e per avere risultati concreti è bene fare almeno una seduta a settimana, magari dopo la palestra e l’esercizio fisico.

E’ bene mantenersi leggeri prima di entrare in una sala da sauna, magari facendo uno spuntino e bevendo una tisana calda che aiuti il corpo a sudare.

La sauna si articola in quattro fasi:

  • La prima fase è quella di riscaldamento e dura circa 5 minuti. Stando seduti su uno sgabello ci si rilassa al caldo secco oppure si può aumentare l’umidità gettando acqua sulle pietre roventi poste all’interno della cabina.
  • La seconda fase è quella del raffreddamento e consiste nel fare una doccia fredda o tiepida.
  • La terza fase prevede una nuova seduta nella sauna per circa 10/15 minuti seguita da un’altra doccia fredda.
  • La quarta fase prevede un periodo di riposo e relax sdraiati su un lettino affinchè la pressione rientri nei valori normali. Al termine del trattamento è bene idratarsi con succhi, tisane ed acqua a temperatura ambiente, evitando ovviamente l’alcol e le bevande eccitanti.

Proprietà: i benefici della sauna.

Come già detto la sauna apporta molteplici benefici sia a livello estetico che di salute, tra i principali vi sono :

  • Pulizia e plasticità della pelle. Il primo beneficio della sauna è quello di avere una pelle liscia e luminosa priva di inestetismi come psoriasi, acne o eczema. La sudorazione, infatti, rimuove le cellule morte dello strato superficiale dell’epidemide ed il calore, aumentando il flusso sanguigno apporta alle cellule una maggiore quantità di ossigeno..
  • Rafforza il sistema immunitario. Durante il trattamento, infatti, la temperatura corporea aumenta di diversi gradi, facilitando in tal modo la difesa dell’organismo contro batteri e virus che non resistono a temperature particolarmente alte.
  • Disintossica il corpo. Attraverso la sudorazione il corpo espelle le tossine e le scorie accumulate nell'organismo compreso droghe, farmaci, metalli pesanti..
  • Migliora la circolazione. La temperatura elevata, infatti, provoca vasodilatazione ed aumento delle pulsazioni cardiache.
  • Riduce lo stress. L’aumento della temperatura corporea, infatti, rilassa la muscolatura dando un senso di serenità e benessere.

Sauna e dimagrimento: sudare fa dimagrire? Non direttamente però...

La sauna spesso viene associata al dimagrimento. In realtà la sauna non fa dimagrire, perchè la sudorazione dovuta al calore fa perdere una grande quantità di liquidi ma non di grasso. I liquidi persi, vengono poi reintegrati attraverso acqua o bevendo ricche di sali minerali.Tuttavia la sauna interviene in qualche modo nella perdita di peso grazie allo shock termico che stimola la circolazione ed il metabolismo. Un metabolismo più attivo brucia più facilmente gli accumuli di grasso.

Le tesi alternative: alcuni professionisti del settore sostengono che sebbene si perda fondamentalmente acqua sottoponendosi a 3 sedute da 10/15 minuti, alla terza seduta, quando ormai scarseggiano i liquidi, il corpo reagirebbe decomponendo le cellule di grasso che verrebbero poi espulse attraverso l’urina. Secondo tali tesi un successivo massaggio faciliterebbe l'espulsione delle cellule adipose. Il condizionale è d'obbligo perchè non sono molti gli studi approfonditi a suffragio di tale punto di vista.

Controindicazioni e precauzioni per ridurre i rischi della sauna.

Sebbene la sauna porti numerosi benefici è anche vero che può risultare piuttosto stressante per l’organismo, per cui è bene rivolgersi ad un professionista e fare sedute all’insegna della moderazione.

Poichè uno dei rischi cui si può andare incontro con la sauna è la disidratazione, è necessario fare sedute non troppo lunghe e reintegrare liquidi e sali minerali con acqua o bevande.

Va detto inoltre che la sauna è controindicata a chi soffre:

  • di patologie gravi del sistema cardiocircolatorio in quanto i cambi di temperatura sottopongono il cuore a un maggior lavoro.
  • di vene varicose o fragilità capillare perchè il calore provoca vasodilatazione,
  • donne con mestruazioni perchè la vasodilatazione può portare ad emorragia.

Supervisione: Maria Grazia Cariello

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Sauna: benefici, controindicazioni e tipologie (infrarossi, finlandese, aromatica)"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...