Rinforzare le ossa

Rinforzare le ossa è un percorso molto importante cui dovrebbero dedicare particolare attenzione soprattutto le donne. E' risaputo infatti che, per caratteristiche genetiche ed ormonali, sono soprattutto le donne a soffrire di osteoporosi e fragilità delle ossa, in particolare dopo aver raggiunto l’età della menopausa.

Strategie preventive per rinforzare le ossa.

Nonostante la predisposizione all’osteoporosi sia molto forte,  è possibile, anzi si può dire necessario, per le donne mettere in atto delle strategie preventive per rinforzare le ossa. E’ importante sottolineare il termine “preventive” per chiarire che queste tecniche di rafforzamento delle ossa andrebbero seguite fin da giovani e non solo quando si arriva alla soglia della menopausa.

Non solo alimenti ricchi di calcio.

Per quanto possa sembrare scontato, bisogna dire che per rafforzare le ossa è necessario nutrirle in modo adeguato, ovvero seguire un alimentazione equilibrata, il che non equivale al semplice luogo comune di mangiare alimenti ricchi di calcio.

Sebbene infatti il calcio sia indiscutibilmente un nutriente essenziale per la salute delle ossa, gli alimenti che ne contengono alte percentuali, come ad esempio i latticini, sono spesso ricchi di grassi e poveri invece di altri nutrienti che sono invece necessari per metabolizzare correttamente il calcio. Il che vuol dire che mangiare solo formaggi non solo rischia di far aumentare il livello del colesterolo ma può rivelarsi anche del tutto inutile per rinforzare le ossa.

Seguire un alimentazione equilibrata, che contribuisca a rafforzare le ossa, infatti significa seguire tutto un ‘insieme di regole come ad esempio:

Attività fisica.

Per rafforzare le ossa oltre a seguire una dieta equilibrata è opportuno fare anche un minimo di attività fisica, avere una buona massa muscolare stimola la produzione degli ormoni anabolici, che sono importanti per la salute delle ossa, senza considerare che lo stesso movimento ha enormi benefici sulla struttura ossea. In particolare può essere sufficiente dedicare all’attività fisica mezz’ora - un ora almeno tre volte la settimana. Se non ci si può o non si vuole iscrivere in palestra, può essere sufficiente fare delle lunghe camminate, almeno 20 minuti al giorno, a passo veloce da integrare con esercizi di tonificazione muscolare da fare a casa, la mattina o la sera.