Prodotti ayurvedici.

Sono tante le persone che oggi ricorrono ai prodotti ayurvedici affiancando le antiche conoscenze indiane alla moderna medicina occidentale, definendo cosa è meglio fare per mantenere il benessere di ogni individuo.

Prodotti ayurvedici

Cos’è l’Ayurveda?

La medicina tradizionale indiana, riportata in forma scritta circa 2.500 anni fa ma ampiamente diffusa in forma orale già da secoli prima, oggi viene considerata dall’Unione Europea una medicina non convenzionale, praticabile soltanto da specialisti. L’Ayurveda si propone come “scienza della vita” (da “ayu”, vita, e “veda”, conoscenza), e come tale offre consigli pratici per sentirsi al meglio dal punto di vista fisico, ma anche psicologico e spirituale. Seguendo i principi ayurvedici, quindi, i malati possono ritrovare la salute, così come le persone in buona salute possono conservare il proprio equilibrio, prevenendo disturbi e malattie. La teoria è semplice: ogni cosa nell’universo è formata da diverse combinazioni dei cinque elementi di base, ossia: Terra, Acqua, Fuoco, Aria, Vuoto (o Etere). L’uomo non fa eccezione, come gli oggetti inanimati, o gli animali; l’unica cosa che lo differenzia dal resto dell’universo è il suo spirito, l’anima e la sua consapevolezza. Per distinguere gli elementi nel corpo umano si utilizzano i “Dosha”, ovvero “ciò che controlla il corpo”, le energie vitali che quindi stabiliscono lo stato di equilibrio (salute) o squilibrio (malattia) di un individuo.

I prodotti ayurvedici.

Per diagnosticare una malattia seguendo i principi ayurvedici, occorre innanzi tutto individuare quale dei tre Dosha presenta segni di squilibrio, e per fare questo è necessario conoscere i suoi elementi costitutivi. Inoltre, osservando la struttura fisica e le tendenze caratteriali di ognuno, si può facilmente distinguerne la natura doshica, individuando così i rimedi per controllare persino il proprio umore. I tre dosha:

  • Vata: è dato dalla combinazione di Aria e Vuoto. E’ il principio del movimento, quindi governa il sistema nervoso, l’apparato respiratorio, la circolazione sanguigna. Si ritiene che abbia sede nel colon.

  • Pitta: è il Dosha del Fuoco e dell’Acqua, e governa le trasformazioni corporee: prima di tutto la digestione, e infatti ha sede nell’intestino tenue.

  • Kapa: l’unione di Acqua e Terra crea questo Dosha. Il suo compito è tenere unite le diverse parti del corpo, ad esempio attraverso l’azione lubrificante dei fluidi corporei.

Una volta stabilito il problema, sarà semplice trovare il prodotto o la terapia in grado di porre rimedio allo squilibrio: dai massaggi ai trattamenti a base di olio, dalle numerose pratiche per sudare alla meditazione yoga.

Pastiglie e Olii essenziali.

A seconda del disturbo da curare, si dovrà scegliere un apposito principio attivo di origine vegetale. La tradizione ayurvedica utilizza pastiglie, che uniscono polveri e metalli depurati e mischiati con erbe officinali, oppure decotti a base di sesamo, papaya e molte altre piante indiane bolliti insieme ad olio fino a farne evaporare la parte acquosa.

E’ possibile trovare anche prodotti che sfruttano le proprietà delle piante officinali mediterranee: salvia, rosmarino, malva. L’importante è conoscere la natura degli ingredienti, in modo da mescolarli nel modo più appropriato e adattarli al sintomo, ma anche alla natura della persona che li utilizza. Ovviamente, le piante andranno selezionate e coltivate in ambienti salubri, perché non possono assolutamente contenere agenti nocivi.

Pulizia e detossificazione.

La medicina ayurvedica insiste molto sulla pulizia del corpo, in grado di eliminare le tossine accumulate soprattutto in organi come lo stomaco o l’intestino, che soffrono per alimentazione non adatta al proprio Dosha. Per depurare l’organismo, si consigliano massaggi con olii molto liquidi, facilmente assimilabili dalla pelle, associati a burro chiarificato e yogurt diluito in grado di ristabilire la corretta flora intestinale.

Attenuazione.

Dopo una corretta pulizia del corpo, si deve passare a riequilibrare i Dosha, alternando digiuno, tecniche di rilassamento e respirazione, assunzione di erbe officinali sotto forma di pastiglie e olii essenziali, ma anche semplice esercizio fisico associato a bagni di sole. Le tecniche di attenuazione vanno bene sia per le persone sane, come forma di prevenzione, che per coloro sofferenti a livello di sistema immunitario o emozionale.

Ringiovanimento.

Erbe speciali somministrate sotto forma di pillole, polvere o pomate, associate a specifici esercizi e posizioni respiratorie, sono in grado di migliorare il funzionamento del corpo, contrastandone l’invecchiamento. Vengono utilizzate ad esempio contro l’infertilità e i radicali liberi.

Guarigione spirituale.

Contro lo stress mentale l’Ayurveda utilizza i “Mantra”, o terapia del suono; gli “Yantra”, o concentrazione su forme geometriche per abbandonare i pensieri negativi; i “Tantra”, per controllare l’energia del corpo. Anche gemme e cristalli possono influenzare i flussi vitali degli individui.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Prodotti ayurvedici"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...