Peli incarniti rimedi

I peli incarniti sono la conseguenza diretta di una depilazione non corretta. Per evitarne la formazione quindi, la strategia migliore sarebbe depilarsi seguendo tutte le necessarie accortenze e precauzioni, ma se ormai il dado è tratto, seguendo i nostri consigli step by step, potrete rimediare all’annosa questione con un rimedio creato ad hoc per l’evenienza e che lascia soddisfatte la maggioranza delle persone che lo mette in pratica.

La formazione dei peli incarniti.

Spesso capita che subito dopo la depilazione, nascano bollicine fastidiose e dolorose, che nascondono al proprio interno un peletto incarnito. In termini più tecnici questo fenomeno è conosciuto come follicolite da depilazione, e per rimediarvi si dovrebbe agire prontamente per attenuare l’infiammazione della pelle provocata dall'arricciamento del pelo e dal suo sviluppo sotto l’epidermide.

Le parti maggiormente colpite dai peli incarniti.

Questa infiammazione generalmente sorge ogni qual volta la pelle viene rasata, e le parti più colpite sono le guance (per gli uomini), le gambe, le braccia e la regione pubica per le donne.

Quando e perchè si formano?

I peli incarniti si formano soprattutto quando si è soliti depilarsi utilizzando il rasoio, ma spesso anche con la ceretta, in particolare come conseguenza di uno strappo troppo violento al seguito del quale si formano micro piaghette che cicatrizzandosi ostruiscono la fuoriuscita del pelo.

Le avvisaglie che anticipano l’uscita dei peli incarniti sono: formicolio, prurito, irritazione, che poi porta alla formazione di bolle infiammate e peli resistenti alla depilazione.

Rimedi contro i peli incarniti.

Come già accennato la prevenzione sarebbe senza dubbio il rimedio migliore, ma per attuarla oltre a scegliere il metodo di depilazione più adatto alla qualità della propria pelle e dei peli, bisognerebbe seguire anche altri piccoli accorgimenti come utilizzare con costanza, una o due vole la settimana cosmetici con proprietà esfolianti ad effetto peeling, anche se purtroppo tutto ciò a volte non basta.

Ecco perché ciò che si propone è un’azione integrata che ricorre a più strumenti diversi tra loro, che hanno come comune obiettivo quello di ridurre la nascita a monte dei peli incarniti, nonché di eliminare e rimediare a quelli che invece già esistono.

Gli strumenti necessari sono tutti facilmente reperibili, alcuni addirittura al supermercato ed altri presso le profumerie ed i centri estetici specializzati, ovvero:

Grazie a questi strumenti si ha un alternativa più economica, e probabilmente anche più efficace, di tutti i prodotti in vendita in commercio. Di seguito infatti vengono elencati alcuni procedimenti che, se eseguiti almeno un paio di volte la settimana, possono essere molto utili a prevenire e ridurre i peli incarniti.

Preparazione dello scrub.

E’ un’operazione estremamente semplice, che consiste nel mischiare in un piccolo contenitore del bagnoschiuma, (meglio se a PH neutro perchè più delicato), con due cucchiai di sale grosso (utile ad esfoliare) e un cucchiaino di miele (utile ad idratare).

Durante la doccia.

Mentre fai la doccia (meglio se abbastanza calda) spalma lo scrub preparato in precedenza, sulle zone maggiormente sensibili  alla formazione dei peli incarniti. Massaggia con il guanto in maniera circolare, delicatamente, ma anche con decisione le predette zon. In questo modo si apriranno i pori eliminando tutte le cellule morte e favorendo la fuoriuscita del pelo.

Dopo la doccia.

Una volta asciugata, passa dell’olio alle mandorle sulla zona interessata, idratandola ulteriormente. In questo caso, è bene massaggiare seguendo la direzione della crescita dei peli, imprimendo un minimo di pressione all’epidermide.

Consigli e suggerimenti.

Quest’azione integrata può essere alternata ad altri trattamenti più leggeri, come ad esempio usare solo il guanto di crine o solo lo scrub un  paio di volte a settimana.

Se invece la situazione fosse già  in uno stato avanzato e la zona si presentasse particolarmente infiammata si può provare ad usare creme specifiche per la follicolite come il Gentalyn Beta o l’Ittiolo, entrambi acquistabili in farmacia, senza prescrizione medica, o ricorrere al consiglio di un dermatologo.