Pedaliera: tipi, utilizzo e benefici

La pedaliera è un attrezzo ginnico usato in campo medico, estetico e sportivo. Ma quanti tipi ne esistono? Come si usa e quali benefici apporta? Nell’articolo conosceremo più da vicino tipologie, usi ed effetti positivi.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche e tipologie
  2. Utilizzo
  3. Benefici

Pedaliera: tipi e caratteristiche principali.

Possiamo considerare la pedaliera come la versione semplificata della cyclette, essendo costituita dai soli pedali, collegati ad un supporto compatto o pieghevole; proprio per questo motivo, infatti, viene definita anche minicyclette. In commercio ne esistono svariati modelli, che possono appartenere a due tipologie principali: magnetica ed elettrica. Vediamole in dettaglio!

Puoi approfondire i benefici della cyclette.

Pedaliera magnetica: per dimagrire e tonificare.

Si tratta della classica pedaliera, che rappresenta quanto di più simile alla cyclette tradizionale (per intenderci, quella utilizzata in palestra per il fitness e l’allenamento muscolare) poiché è dotata di resistenze magnetiche (freni), da cui prende il nome, che consentono di regolare la difficoltà della pedalata, simulando la presenza di salite e discese tipiche della strada. Questo tipo di pedaliera, dunque, è l’ideale sia per sviluppare resistenza muscolare, sia per dimagrire. A loro volta, le pedaliere magnetiche possono essere suddivise in altre due tipologie:

Entrambe possono avere un display, che riporta le informazioni sull’allenamento in corso.

Pedaliera elettrica: per il recupero muscolare.

A differenza di quella classica, questa pedaliera è dotata di un motore elettrico che ne consente il funzionamento. È l’ideale per la riabilitazione poiché consente, in base al programma impostato, di muovere braccia e gambe senza compiere il minimo sforzo; essa, inoltre, è dotata di un supporto compatto, display, maniglie ergonomiche che ne facilitano lo spostamento, pedali o manopole a seconda che si vogliano allenare arti inferiori o superiori.

Quale pedaliera scegliere? Consigli.

La prima cosa da valutare è l’uso cui è destinato l’attrezzo. Come già anticipato, infatti, mentre le pedaliere magnetiche sono indicate per fini estetici e sportivi, in quanto simulano la pedalata su strada, quelle elettriche sono consigliate per fini medici, perché non sottopongono gli arti a sforzi eccessivi.

Ma ora, vediamo gli altri fattori di cui tener conto!

Per i più curiosi, nel seguente approfondimento riportiamo, a titolo d’esempio, tre modelli di pedaliera: due magnetiche (una pieghevole, l’altra compatta) e una elettrica.

66fit: si tratta di una pedaliera magnetica, semplice da montare e dotata di un supporto pieghevole, grazie al quale non occupa spazio e può essere trasportata tranquillamente fuori casa; è venduta insieme al tappetino in gomma, che le conferisce stabilità durante l’uso, ma non possiede display. Prezzo indicativo: 30€.

Ultrasport minibike 50: altra pedaliera magnetica che, rispetto alla precedente, possiede un supporto compatto del peso di 6kg e l’antiscivolo; per tali motivi è ottima per allenarsi comodamente a casa. Può essere usata da persone che pesano meno di 100kg ed è dotata di display indicante tempo trascorso, distanza effettuata, giri per esercizio e totali, calorie consumate. Prezzo indicativo: 50€.

Ro+Ten Bi-bike KKM-550: pedaliera elettrica del peso di 5,7kg, dotata di maniglia ergonomica che ne facilita lo spostamento; permette di usare i pedali o le manopole, a seconda che si debbano allenare arti inferiori o superiori; è possibile, inoltre, regolare il raggio della pedalata in base all’altezza dell’utente. L’attrezzo è dotato di piedini antiscivolo, display che visualizza le informazioni e un telecomando che regola:

  • durata dell’allenamento (3, 6, 9, 12 o 15 minuti);
  • velocità (bassa: 15 giri al minuto; medio-bassa: 30 giri al minuto; medio-alta: 45 giri al minuto; alta: 60 giri al minuto);
  • senso di marcia (avanti e indietro).
  • Prezzo indicativo: 120€.

Ma ora, vediamo come e perché usarla!

I benefici della pedaliera.

Alla luce di quanto visto finora, quindi, possiamo dire che la pedaliera è l’attrezzo che fa per voi se conducete una vita sedentaria (per motivi di lavoro o salute), disponete di poco spazio in casa o non volete perdere l’occasione di fare movimento a causa del maltempo.

Ma come si usa la mini ciclette?

Niente di più semplice:

  • se l’obiettivo sono le gambe, poggiate l’attrezzo nel pavimento e pedalate, stando comodamente seduti in poltrona sia che vi troviate a casa (magari di fronte alla tv) sia che stiate in ufficio durante la pausa;
  • se l’obiettivo sono le braccia, invece, poggiate la pedaliera sul tavolo e usatela stando seduti;
  • infine, se l’obiettivo sono gli addominali, potreste usarla anche da sdraiati.

Quali vantaggi presenta?

I benefici sono molteplici:

E voi l’avete mai provata? Raccontateci la vostra esperienza!

Ricordiamo che le informazioni riportate hanno uno scopo puramente illustrativo. Per qualsiasi dubbio o curiosità, rivolgetevi a persone qualificate.

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori:Dott.sa Jessica Zanza ( Farmacista)