Paura di guidare.

L’amaxofobia è conosciuta con l’espressione più comune paura di guidare: se avete preso la patente ma l’avete lasciata in un cassetto, se nonostante abbiate superato gli esami di scuola guida brillantemente avete terrore delle quattro ruote: la vostra paura si chiama Amaxofobia, una paura di cui soffrono sempre più persone in Italia e nel mondo.

Paura di guidare

    Indice Articolo:

  1. Che cos'è la paura di guidare?
  2. Soggetti maggiormente colpiti
  3. Le cause che scatenano Amaxofobia
    1. Situazioni di difficoltà
  4. Come si manifesta?
  5. Che fare per superare la paura di guidare?
    1. Terapia fai da te
  6. Approfondimenti

Spesso per i soggetti che ne soffrono la paura non si limita al classico mezzo di trasporto, ovvero la macchina, ma riguarda anche motocicli e a volte perfino la bicicletta, insomma tutti quei mezzi in cui devono agire in prima persona. In questo articolo cercheremo di chiarire cos'è l'amaxofobia, da dove nasce, come si manifesta e soprattutto come sconfiggerla dal momento che essa,nella società moderna, può risultare anche molto invalidante condizionando sia la vita sociale che quella lavorativa.

Amaxofobia: la paura che colpisce sempre più donne:

Uno studio proveniente dalla Spagna, nello specifico da un’agenzia di assicurazioni, ha dimostrato come siano sempre più le donne a soffrire di paura di guidare. I numeri sono allarmanti, più del 60% delle donne che hanno la patente l’hanno in realtà riposta in un cassetto dicendo addio alla guida. Come vedremo altri studi di professori di psicologia nostrani hanno dimostrato come ciò sia il risultato di un retaggio culturale.

Che cos'è l'amaxofobia e come si manifesta?

La paura di guidare è dunque una fobia e come tale è una paura irrazionale che spinge ad evitare ciò di cui si ha timore. Essa colpisce in forma lieve i soggetti neopatentati, ma spesso anche persone che hanno anni di esperienza alle spalle decidono di rinunciare alla guida e dipendere dagli altri.
La persona colpita da tale fobia avverte quindi un grande senso di disagio al solo pensiero di dover guidare che si manifesta con i tipici sintomi somatici: tremori, tachicardia, sudorazione che si presentano di solito qualche ora prima che il soggetto debba mettersi alla guida, o quando questo si trova ad affrontare situazioni che lui ritiene particolarmente pericolose come gallerie, guidare con la pioggia, etc..
Non è raro inoltre che l’amaxofobia si manifesti anche con incubi notturni o che i sintomi siano talmente forti da sfociare in un attacco di panico in piena regola.
La conseguenza di tale paura è non solo praticamente invalidante, ma ha anche effetti demoralizzanti sull’io e sull’autostima.

Soggetti a rischio.

La paura di guidare è una fobia che colpisce molte persone ed ha preso sempre più piede con l’aumentare dell’utilizzo delle auto, a soffrirne, anche se con forme diverse, amaxofobia sono i soggetti più disparati,sia neopatentati che guidatori provetti.
Uomini. Gli uomini ne soffrono in minima percentuale circa il 30% e spesso perchè la causa scatenante è stata un trauma alla guida come un incidente personale o avvenuto ad una persona cara o a cui abbiamo assistito di persona.
Donne. Molti altri fattori si aggiungono a scatenare la paura di guidare nelle donne. Una ricerca spagnola ha individuato le donne che hanno superato la 40ina come quelle più affette da amaxofobia. Nel caso dell'Italia sono sempre più casalinghe 50enni del meridione. Sui dati di tali statistiche alcuni psicologi ipotizzano che la la causa scatenante della fobia sia dovuta a retaggi culturali: spesso le donne nel contesto familiare sono costrette a subire gli insegnamenti di padri o mariti che impongono in maniera severa le loro regole favorendo un maggiore senso di inadeguatezza.
La paura di guidare è può essere considerata un male sociale, il risultato di retaggi culturali della nostra società che considera le donne poco inclini alla guida, anche se le ultime statistiche rilevano che sono quelle che fanno meno incidenti rispetto agli uomini.
Persone sensibili. Dalle ultime ricerche scientifiche si è visto che non solo la paura di guidare colpisce sempre più donne, ma risulta che i soggetti colpiti sono persone sensibili che vogliono avere il controllo di tutto, insomma maniache della perfezione che non riescono a gestire tutti gli imprevisti che capitano quando si è alla guida di una macchina. È proprio l'auto a risultare un mezzo poco gestibile per queste persone che essendo poco flessibili non si adattano agli imprevisti della guida.
Persone suggestionabili. Altra categoria di persone che possono soffrire di amaxofobia sono le persone facilmente suggestionabili. I tg di tutti i giorni ci fanno continuamente vedere immagini di incidenti mortali, stragi del sabato sera o morti innocenti a causa di automobilisti ubriachi, la paura di incorrere in una di queste situazioni, il lasciarsi condizionare dai fatti di cronaca potrebbe spingerci a non voler più prendere l'auto.

Le cause che scatenano la paura.

Le cause che scatenano questa fobia sono molteplici: traumi post incidente o semplicemente l’influenza delle notizie di cronaca nera che raccontano un aumento impressionante degli incidenti stradali, e si differenziano a seconda del contesto sociale e del sesso dei soggetti.
Traumi. In molti casi la causa può essere un trauma dopo un incidente, la paura che possa succedere di nuovo spinge a prendere sempre di meno l'auto fino a rinunciarci.
Causa latente. Spesso la causa non è associabile ad un evento del presente ma piuttosto a uno del passato, la paura latente si ripresenta dopo un innocuo tamponamento o quando non sappiamo gestire situazioni difficili come un parcheggio in salita. Questo genere di causa è più difficile da localizzare e necessita dell'aiuto psichiatrico.
Cattivo apprendimento. Spesso è proprio la scuola dove impariamo a guidare a impartirci quel senso di insicurezza che non ci abbandona alla guida. Questa fobia può presentarsi proprio dalle prime guide negative dovute ai rimproveri del nostro istruttore. Se costruiamo un cattivo rapporto istruttore-allievo, se il nostro istruttore ai primi pasticci non riesce a tranquillizzarci ma anzi fa aumentare in noi l'ansia e l'insicurezza è molto probabile che poi il primo imprevisto sarà causa di fobia.

Situazioni di maggiore difficoltà.

La paura di guidare parte naturalmente si accentua in situazioni di difficoltà per il guidatore a cui si accompagna la sensazione di sentirsi poco sicuri al volante ed impreparati.
Parcheggio: già dalla scuola guida (che lo insegna in maniera marginale) il parcheggio è uno degli elementi che più spaventano poiché si ha paura di tamponare le macchine parcheggiate con manovre maldestre.
La salita: anche la guida in salita è una situazione che porta ansia poiché si sente tutta la difficoltà di maneggiare l'auto e la difficoltà di parcheggiarla quando dobbiamo usare contemporaneamente freno a mano e pedali.
In autostrada. Per chi è abituato alla città trafficata l'autostrada può rappresentare una situazione di panico poiché lo scorrere veloce dei mezzi, specie se camion, può provocare ansia al guidatore abituato ai ritmi lenti del traffico cittadino.
Guida al fianco di persone care o bambini. Un parente che ci giudica o il figlio di cui ci sentiamo protettori non fanno che aumentare situazioni di stress correlate alla guida poiché ci sentiamo troppo giudicati o troppo protettivi nei confronti di chi sale in macchina con noi, specie se minori.
Moto. La paura di guidare colpisce anche le persone che non hanno l'auto ma si muovono su due ruote. I sintomi sono gli stessi ma la paura è diversa poiché colpisce più gli uomini che hanno avuto traumi da caduta e come si suol dire non sono più ritornati in sella. Questo genere di paura colpisce soprattutto i motociclisti poiché guidare una moto rombante può far sentire onnipotenti, scoprire invece che la moto può tradirci causa invece disagio e terrore di risalirci.

Sintomi ed effetti dell’amoxofobia.

Abbiamo analizzato che cos'è l'amaxofobia e le possibili cause, come si è detto alcune cause sono latenti, vengono fuori solo con un aiuto medico. Ora passiamo a vedere come si manifesta questa fobia, quali sono i sintomi e che effetto può avere questa paura sui comportamenti dei soggetti affetti.

  • Sintomi lievi. In maniera ancora lieve questa fobia si manifesta con una sensazione di ansia ed angoscia qualora il soggetto sa che dovrà mettersi alla guida. Si cercano quindi scuse per non guidare oppure si evita di prendere l'auto con condizioni atmosferiche poco favorevoli, come pioggia, nebbia, neve, o semplicemente di notte.

  • Casi gravi. Nei casi più gravi si manifesta con i sintomi tipici delle fobie, ovvero l'aumento del battito cardiaco o gli attacchi di panico. I sintomi sono psichici e comportamentali: sudorazione e svenimenti i più frequenti. Spesso in questi casi il disturbo può essere talmente invalidante da spingere il soggetto a rinunciare totalmente alla patente.

Chi soffre di altre fobie o semplicemente chi è incline agli attacchi di panico, è anche predisposto alla amaxofobia, poiché gli attacchi si possono manifestare proprio in concomitanza con eventi collegati alla guida.

Come superare la paura di guidare?

La paura di guidare può essere facilmente superata l'importante è innanzitutto riconoscere la paura per poterla affrontare. Se la fobia è gia ad uno stato molto evoluto è necessario richiedere l’aiuto di uno specialista che accompagni il soggetto nel percorso di guarigione, vediamo quali sono le possibili strade:

Farmaci. Per questo genere di fobia generalmente non vengono prescritti farmaci. Ansiolitici o antidepressivi possono essere utili solo se la fobia è grave e in maniera temporanea poiché i farmaci non aiutano a risolvere gli stati di ansia.

Terapia cognitivo comportamentale. E’ una delle tecniche più efficaci, un terapeuta esperto accompagni il soggetto passo dopo passo a capire le cause ed affrontare la paura, consentendogli poco alla volta di poter affrontare un viaggio in macchina da solo senza avere crisi d’ansia. Lo scopo della terapia è dividere la reazione di paura dal suo stimolo e generalizzarla, ovvero separare la paura dall'oggetto della paura.

Ipnosi. Anche questa tecnica ha dato buoni risultati per la paura di guidare.
Si induce uno stato di rilassamento che porta la persona affetta da fobia a riconoscerne le cause, una volta compresa questa è più facile eliminare la paura.
Se ti interessa puoi approfondire come superare paure e fobie con l’ipnositerapia.Desensibilizzazione sistematica: secondo questa tecnica la persona affetta da fobia viene allenata al rilassamento e redige poi una lista di circostanze, dalla più paurosa alla meno paurosa. Queste verranno mano a mano affrontate fino a quella che viene definita desensibilizzazione.

Superare la paura di guidare da soli.

Se la nostra paura è solo embrionale possiamo benissimo farcela da soli. Per superare la paura di guidare da soli è necessario quindi seguire poche semplici regole:ecco alcuni consigli per superare da soli la paura di metterci al volante.
L'auto. Utilizzare un' auto con cui abbiamo confidenza e con cui ci sentiamo a nostro agio.
Frequenza. Utilizzare spesso l'auto per brevi tragitti piacevoli e tenere un diario di quanti chilometri si fanno stando bene attenti che siano sempre in crescita.
Viaggiare da soli. Rinunciare ai passeggeri e stare da soli in macchina e la soluzione ideale per vincere quanto prima la paura, saremo meno stressati al pensiero di non fare una bella figura. Soprattutto le figure familiari vanno evitate, quante volte abbiamo fatto scuola guida con nostro padre e ci siamo rese conto che ci sentivamo come tornate bambine? Le critiche di chi ci accompagna specie se un genitore non fanno che aumentare gli stati d'ansia.
Musica. Ascoltare la propria musica preferita come sola compagna di viaggio durante la guida.
Guida sicura. Essere il più prudenti alla guida vi farà sentire sicuri nel portare l'auto e poco importa se quando siamo al semaforo sentiamo una marea di clacson, non è detto che tutti gli automobilisti debbano fare partenze da rally ai semafori.
Non assumere farmaci. Se si stanno assumendo dei farmaci tipo sedativi non bisogna mettersi alla guida poiché questi possono distogliere l'attenzione del guidatore e causare sonnolenza.
Ritrovare il benessere. Importantissimo per chi soffre di fobie da guida è ritrovare il proprio benessere, rilassarsi il più possibile prima di mettersi alla guida, fare dei lunghi respiri e cercare il più possibile di pensare a cose positive.

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Paura di guidare"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...