Orzaiolo rimedi naturali.

Orzaiolo rimedi naturali

Segue una guida sui rimedi naturali per curare l'orzaiolo dalla menta alla foglia di cavolo, dalla camomilla all'olio extravergine di oliva, ai fiori di calendula, ecc.

Cos’è precisamente l’orzaiolo?

Esso può essere definito come un’infiammazione acuta che colpisce le ghiandole sebacee poste alla base delle ciglia e può formarsi esteriormente oppure interiormente alla palpebra. Dal punto di vista estetico, l’orzaiolo si presenta come un rigonfiamento, un arrossamento che provoca fastidio e dolore (quasi come se nell’occhio fosse presente un corpo estraneo).

Prima di parlare dei rimedi naturali per la cura dell’orzaiolo è, tuttavia, utile fare un’importante precisazione: anche se la “tentazione” è forte, bisogna cercare di non strofinare mai l’occhio quando è presente un orzaiolo, in quanto si rischierebbe solo di propagare l’infezione.

I rimedi naturali per curare l'orzaiolo.

La camomilla.

Per velocizzare il processo di guarigione la camomilla può essere un utile alleato. Per lo scopo:

  • Preparate una camomilla tiepida.
  • Prendete un batuffolo di cotone ed imbevetelo nella camomilla.
  • Applicate il batuffolo sull’orzaiolo e tenetelo su per 10 minuti. Ripetere l’operazione ogni 3-4 ore nell’arco della giornata fino alla scomparsa dell’orzaiolo.

Camomilla, timo e basilico.

Un infuso con questi tre elementi è un efficace rimedio per combattere l’orzaiolo. Per lo scopo:

  • Fate bollire l’acqua in un pentolino.
  • Versate l’acqua in una tazza e mettete in infusione dieci grammi di camomilla, dieci grammi di basilico e dieci grammi di timo fresco.
  • Coprite la tazza e lasciatela in questo modo per cinque minuti.
  • Aiutandovi con un colino filtrate il tutto.
  • Imbevete una garza sterile in questo infuso.
  • Applicate la garza sulla parte interessata. Ripetere il trattamento due volte al giorno, mattina e sera.

 Olio extravergine di oliva.

Risulta indicato  per ridurre l’infiammazione dell’orzaiolo. Per lo scopo:

  • In un bicchiere miscelate acqua tiepida ed olio extravergine di oliva (in parti uguali), per un minuto, fino ad ottenere un’emulsione.
  • Imbevete in questo composto un bastoncino di cotone.
  • Ungete la zona dell’orzaiolo, facendo attenzione a non far entrare l’emulsione nella parte interna dell’occhio.
  • Chiudete l’occhio e restate a riposo per qualche minuto. Ripete questo trattamento due volte al giorno.

Fiori di calendula.

Un ulteriore rimedio per alleviare il dolore l’infiammazione. Per lo scopo:

  •  Preparate un infuso con i fiori di calendula.
  • Imbevete una garza sterile nell’infuso preparato.
  • Coprite l’occhio con la garza.
  • Ripetete due volte al giorno.

 La Eufrasia.

Indicata per ridurre arrossamento ed infiammazione. Per lo scopo:

  • Prendete delle piante di eufrasia e lasciatele in infusione in mezzo litro d’acqua bollente.
  • Lasciate raffreddare, imbevete con una garza ed iniziate gli impacchi.
  • Ripetere due volte al giorno.

 

Acqua distillata.

Anche della semplice acqua distillata può rivelarsi utile per curare l’orzaiolo, vediamo come:

  • Imbevete una garza nell’acqua distillata.
  • Con questa garza “pulite” l’occhio dove si trova l’orzaiolo.

 La Menta.

E' sufficiente  una fogliolina di menta per alleviare il fastidio provocato dall’orzaiolo. Vediamo come procedere:

  • Sciacquate una foglia di menta.
  • Spezzettatela e, poco alla volta, applicatela delicatamente sull’orzaiolo.
  • Ripetere due volte al giorno.

Foglie di cavolo.

Un tipico rimedio “della nonna” prevede l’uso delle foglie di cavolo. Come procedere?

  • Scaldate a vapore le foglie di cavolo, finché queste non diventano morbide.
  • Ancora tiepide applicatele sull’occhio dov’è presente l’orzaiolo.
  • Ripetete una volta al giorno.

 Bottiglia di olio.

L’uso della bottiglia di olio costituisce un altro tipico “rimedio della nonna”. Come procedere:

  • Poggiare l'occhio colpito da orzaiolo sull'orlo della bottiglia di olio.
  • Guardare verso l'interno cercando di tenere l'occhio in sù.
  • Effettuare questa operazione 3 volte la mattina e 3 volte la sera.

Alimentazione e orzaiolo.

Cibi da evitare.

Per almeno una decina di giorni sarebbe utile evitare cibi che intossicano le mucose intestinali, quali: zucchero, latte, carni rosse, insaccati, pomodori, melanzane.

Cibi da privilegiare.

Optare per alimenti ricchi di vitamine A, C ed E come, ad esempio, gli agrumi.

Consigli e suggerimenti.

Per prevenire la comparse dell’orzaiolo è necessario mantenere la massima igiene delle palpebre, quotidianamente. Quindi, lavate gli occhi tutti le mattine ed asciugateli delicatamente. Fate attenzione, inoltre, a non toccare mai gli occhi con le mani sporche.




Torna su
Condividi su Facebook
"Orzaiolo rimedi naturali"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.