Olio essenziale di limone.

Olio essenziale di limone

    Indice Articolo:

  1. Che cos'è?
  2. Come si estrae l’olio essenziale dilimone?
  3. Procedura fai da te
  4. A che serrve?
  5. Proprietà terapeutiche
  6. Benefici estetici
  7. Aromaterapia
  8. Controindicazioni
  9. Costo dell’olio essenziale di limone
  10. Approfondimenti

L'olio essenziale di limone è un prodotto dalle molteplici proprietà, conosciute sin dall'antichità. Gli usi che se ne possono fare variano dall'ambito cosmetico a quella terapeutico, oltre alla classica aromaterapia (che letteralmente significa «cura con gli aromi»). Come tutti gli oli essenziali, anche quello di limone, in realtà, non ha una vera a propria consistenza oleosa. E' un liquido pregiato, che si ottiene dalla parte più ricca di proprietà del limone: la sua scorza.

Vediamo di seguito quali sono le sue proprietà, come si compone, in quali e in quanti modi può essere utilizzato.

Che cos'è l'olio essenziale a base di limone?

L'olio essenziale di limone si ottiene, appunto, dal limone, pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle rutacee. Essa può raggiungere i 4-5 metri di altezza, sviluppa dei fiori chiari molto profumati e il colore dei suoi frutti varia dal giallo al verde, in base al grado di maturazione. Si pensa che la pianta del limone sia originaria dell'estremo oriente, ma è diffusa e conosciuta nel Mediterraneo sin dai tempi della civiltà fenicia. L'olio essenziale si ricava dalla spremitura della scorza del frutto: è un liquido oleoso giallastro, dal retrogusto amarognolo tendente all'acre, è solubile in alcol ed è formato prevalentemente da limonene, terpinene e betapinene. Gli oli essenziali di qualità più elevata sono quelli estratti dai frutti non ancora pienamente maturi; per quanto riguarda l'Italia, i tempi di raccolta e lavorazione più ottimali sono, dunque, quelli che vanno da fine novembre a maggio, pur tenendo conto che il limone è una pianta che fiorisce e fruttifera tutto l'anno.

Come si estrae dai limoni l’olio essenziale?

I metodi di preparazione dell'olio essenziale di limone sono molteplici. In passato si estraeva con metodi casalinghi, che ancora oggi possiamo praticare se vogliamo preparare un olio essenziale fai da te. Diversamente, per ottenere una resa migliore in relazione alla quantità di prodotto, l'industria utilizza metodi di spremitura a freddo o con torchio idraulico. La scelta della tecnica estrattiva condiziona dunque la qualità dell'olio, la quantità e la resa, con conseguenze sui costi finali. Analizziamo in particolare questi metodi possibili.

La spremitura a freddo - con questa tecnica, i limoni sono inseriti interi in alcune macchine, che ne raschiano e schiacciano leggermente la buccia esterna. In tal modo, le ghiandole oleifere, contenute nella scorza, si aprono lasciando fuoriuscire l'olio. La spremitura a freddo è una tecnica che consente di ottenere un olio essenziale di alta qualità, non alterato da cambiamenti repentini termici, ma con una resa molto bassa.

La spremitura con torchio idraulico - con questa tecnica, i limoni sono sminuzzati prima di essere spremuti e il prodotto finale che fuoriesce dai torchi viene ulteriormente distillato. La resa è un pò più alta della spremitura a freddo, ma con un'incidenza notevole ulla lievitazione dei costi finali del prodotto.

Tecniche di estrazione fai da te: come produrlo in casa.

Un ulteriore metodo per ottenere l'olio essenziale di limone è quello più antico, che potete anche riprodurre in casa in modo molto semplice. Occorrono alcuni limoni (vanno bene cinque - sei frutti grandi), dei barattoli in vetro della capienza di un litro, chiudibili ermeticamente, 400 ml di olio di oliva e e 400 ml di olio di mandorle dolci spremute a freddo. Si procede tagliando le scorze dei limoni e le si lascia essiccare per almeno due giorni. Dopodiché, in un barattolo di vetro sterilizzato, mettete le scorze asciutte insieme all’olio di oliva e all’olio di mandorle. Il barattolo, chiuso ermeticamente e coperto con la carta alluminio, va riposto in un posto asciutto, buio e a temperatura ambiente per quaranta giorni, avendo cura di smuoverlo periodicamente. Dopo questo lungo periodo di posa, prendete il contenuto del barattolo e con una garza filtratelo, ponendolo con le scorze in un altro barattolo di vetro e sterilizzato: la posa, questa volta, sarà della durata di una settimana. Infine, effettuate un ultimo travaso, avendo cura di spremere a mano le scorze per estrarre bene l'olio contenuto. In questo modo, avrete pronto il vostro olio essenziale di limone, fatto in casa, che potrete utilizzare per gli usi che di seguito approfondiremo.

Le molteplici proprietà dell’olio di limone.

L'olio essenziale di limone ha proprietà terapeutiche, cosmetiche e aromaterapiche, che lo rendono un prodotto naturale multiuso, immancabile in casa. I suoi componenti chimici principali sono: a-pinene, canfene, b-pinene, sabinene, myrcene, a-terpinene, linalolo, b-bisabolene, limonene, trans-a-bergamotene, nerolo e nerale, il cui mix donano all’olio essenziale le sue molteplici proprietà. Inoltre il limone è ricco di vitamina A, C e PP, di acido citrico, citrati vari e di vitamine del gruppo B.

Proprietà terapeutiche.

Le proprietà terapeutiche battericide e antisettiche del limone sono note all'uomo sin dall'antichità. L'olio essenziale di limone ha un effetto terapeutico in caso di influenza e tosse ed è utilizzabile sin dalla comparsa dei primi sintomi virali o batterici, quale effetto dell’azione della vitamina C e dell’acido citrico. Le sue proprietà sono efficaci anche contro i reumatismi e l'artrite e contro le infiammazioni nella zona perioculare; allevia i sintomi dell'otite e dell'emicrania, specie se questa è dovuta a disturbi reumatici. L'olio essenziale di limone, per la sua azione antisettica, può essere usato anche per le ferite infette e per lo stomatiti aftose, in quanto ha anche funzione cicatrizzante. La vitamina C della quale il limone è ricco, infatti, favorisce il metabolismo del collagene, con influssi positivi sulla fragilità vasale e sulle infezioni delle gengive. La vitamina C inoltre stimola la produzione di anticorpi: l’olio essenziale di limone così diviene un attivatore del sistema immunitario e un antinfiammatorio, grazie anche all’azione dell’esperidina, uno dei più importanti flavonoidi con proprietà antivirali e antibatteriche.

Esso ha effetti benefici in particolare:

Sull’apparato circolatorio - I massaggi effettuati con quest'olio favoriscono la circolazione linfatica e sanguigna. L’esperidina, infatti, protegge dalla fragilità capillare e previene il processo di inspessimento delle pareti vascolari, con rischio di trombosi. a vitamina PP in esso contenuta, infatti, protegge i vasi circolatori, con un’azione favorevole sulla fluidità del sangue e sulla circolazione venosa e può essere utilizzato con successo in caso di geloni, di varici e sulle parti del corpo del corpo affette da fragilità capillare. In particolare, per quanto riguarda le emorroidi e le vene varicose, si possono diluire 15 grammi di olio essenziale in 300 ml di acqua sterilizzate: con delle garze sterili, si procede con degli impacchi sulle parti interessate, due volte al giorno fino alla scomparsa del problema. E' inoltre un ottimo coadiuvante nella cura dell'ipertensione perchè favorisce la circolazione.

Sull'apparato digerente - In particolare, per quanto riguarda l'apparato digerente, l'olio essenziale di limone si rivela un ottimo vermifugo e stomachico. Esso favorisce le funzioni di organi importanti come il fegato e il pancreas grazie all’azione della vitamina C contro i radicali liberi, contribuisce ad eliminare acidità e bruciore di stomaco per effetto dei citrati dei quali il limone è ricco, i quali essendo alcalinizzanti naturali contrastano l’acidità di stomaco. L'olio essenziale di limone è per questo anche un coadiuvante per la cura della diarrea: quattro gocce diluite in un litro d'acqua con otto cucchiaini di zucchero e mezzo cucchiaino di sale, bevuti un bicchiere per volta, ridonano equilibrio e salute all'intestino. Inoltre, sciacqui effettuati tre volte al giorno con dieci gocce di olio di limone diluite in un bicchiere di acqua tiepida sono utili per combattere i problemi di alitosi.

Benefici estetici del limone.

L'olio essenziale di limone è utilizzato anche nel mondo della cosmesi, puro o aggiunto a creme neutre e/oli base, per diversi usi. Tra i tanti, spazzolato settimanalmente sui denti, ha un ottimo effetto sbiancante naturale ed è un buon rinforzante per le unghie. La vitamina A in esso contenuto contribuisce al mantenimento dei tessuti e alla crescita cellulare. In particolare:

Contro la cellulite - Per il suo effetto benefico sulla circolazione linfatica e venosa per effetto della vitamina PP, l'olio essenziale di limone si rivela un ottimo rimedio per contrastare la cellulite. Il classico effetto a buccia d'arancia non è solamente un antipatico inestetismo, ma è legato alla cattiva circolazione, dovuta ad un processo infiammatorio cronico del tessuto adiposo della pelle, tale da impedire il corretto smaltimento delle tossine. Si può ripristinare il corretto funzionamento della microcircolazione, massaggiando cosce e glutei con una crema neutra, alla quale si sono aggiunte delle gocce di olio essenziale di limone, tre volte al giorno per almeno quattro settimane e l’effetto visibile è assicurato.

Per la pelle - tra le varie proprietà cosmetiche dell'olio essenziale di limone, oltre a quella antibatterica, si annovera la funzione astringente e ringiovanente, grazie all’azione delle vitamine del gruppo B e della vitamina A. Esso può rivelarsi utile, dunque, per i trattamenti della pelle grassa e dell'acne. Basta realizzare una maschera casalinga, frullando tre cucchiai di yogurt bianco con sette fettine di cetriolo e cinque gocce di olio essenziale. La maschera così realizzata va stesa sul viso deterso per venti minuti, risciacquata con acqua tiepida e ripetuta due volte a settimana. L’olio essenziale in gocce, diluito in abbondante acqua calda, può essere usato nei pediluvi e nei maniluvi, per la sua capacità di alleviare il senso di stanchezza ed eliminare al contempo i batteri in eccesso.

Contro le occhiaie - la pelle del contorno occhi è diversa rispetto a quella del resto del visto. Essa infatti è più delicata e sottile, non contiene adipe e collagene ed è ricca di capillari, motivo per cui ogni tipo di disordine della microcircolazione sanguigna emerge con segni visibili, come le classiche zampe di gallina laterali e con le occhiaie. Può essere un ottimo rimedio, per rivitalizzare il contorno occhi, una cura a base di olio essenziale di limone: tamponate poche gocce di olio mescolate ad una crema neutra (o ad un olio base) con delle garze sterili nella zona del contorno occhi. E' consigliabile tamponare leggermente e fare leggeri massaggi circolari, sulla pelle perfettamente detersa, di sera (quando si è particolarmente rilassate), per venti giorni, quattro volte l'anno.

Per i capelli - l'olio essenziale di limone ha un effetto ricostituente sui capelli e ridona loro la naturale lucentezza, grazie all’azione delle vitamine che contiene. Come? Basta unire 10 grammi con 100 ml di shampoo naturale e si ottiene così un prodotto per capelli, utilizzabile anche per lavaggi frequenti. Per i capelli grassi, inoltre, vi è la soluzione del balsamo fai da te, facile da realizzare in casa e naturale per il cuoio capelluto. Occorrono 90 grammi di burro di karitè, 20 ml di olio di jojoba, 10 ml di olio di cocco, 60 grammi di olio essenziale di limone e 20 grammi di olio di vaniglia (sostituibile con qualsiasi altro olio profumato, nel caso in cui non gradite l'essenza di vaniglia). Si scioglie a bagnomaria il burro di karitè e a fuoco spento si aggiungono l'olio di jojoba e di cocco. Quando il composto è completamente freddo, si aggiungono i restanti due oli e si conserva il tutto in un barattolo coperto, possibilmente in frigo. Il prodotto così ottenuto va usato una volta a settimana sui capelli, in posa per trenta minuti, prima dello shampoo classico. Tra le varie proprietà di questo balsamo, l'olio essenziale di limone ridona lucidità ai capelli spenti e contribuisce ad eliminare il sebo in eccesso.

L’olio essenziale di limone in aromaterapia.

L'olio essenziale di limone può essere utilizzato, come tutti gli oli essenziali, anche in aromaterapia. Le sue gocce si diluiscono negli umidificatori (quelli che si pongono vicino i caloriferi) e/o in diffusori di essenze per ambienti, specie nelle stanze dove dimorano dei malati. E' stato provato che, usato in tal modo, l'olio di limone diminuisce la carica batterica degli ambienti, negli ambienti di lavoro favorisce la concentrazione, ha effetti calmanti sull'umore e sulla psiche, per effetto del gruppo vitaminico B.

Controindicazioni.

Prima di utilizzare l’olio essenziale di limone, è necessario sapere quali sono le possibili controindicazioni in determinate situazioni. Quest’olio, infatti, ha proprietà foto sensibilizzanti: dunque, nel caso di trattamenti sulla pelle, è necessario sospendere ogni trattamento prima di eventuali esposizioni al sole, per il rischio di provocare delle macchie cutanee. Possibilmente, inoltre, non va usato puro, ma sempre diluito in alcol o unito ad altri composti, perchè la sua azione forte potrebbe creare delle irritazioni a livello dermatologico per effetto dell’acido citrico. A tal proposito è utile, prima di iniziare un trattamento a base di olio essenziale di limone, trattare una piccola zona nella parte interna dell'avambraccio, per verificarne l'effetto.

Aggiungiamo anche che, date le sue capacità di abbassare la pressione sanguigna e contrastare l'ipertensione, l’olio essenziale di limone è fortemente sconsigliato ai soggetti che soffrono di ipotensione, per non incorrere in episodi di collasso.

In caso di gravidanza - generalmente è consigliabile assumere qualsiasi nuovo prodotto in gravidanza solo su stretto controllo medico, anche per quanto riguarda gli oli essenziali (alcuni dei quali sono fortemente sconsigliati). L'olio essenziale di limone, però, sembra riscuotere effetti positivi in caso di nausee: una goccia di prodotto diluita con un cucchiaino di miele, assunta ogni mattina, attenua il senso di nausea tipico della gravidanza.

Dove si acquista e quanto costa tale olio.

E' possibile reperire l'olio essenziale di limone nelle farmacie e nelle erboristerie: si vende in comodi flaconcini contagocce, di diverso formato. Generalmente, un flaconcino medio della capacità di 10-15 ml si aggira intorno ai dieci euro, per cui il prezzo lo rende un prodotto molto accessibile.




Torna all'Indice:
Condividi su Facebook
"Olio essenziale di limone"

Diventa Fan