Mestruazioni dolorose.

Una donna su tre soffre di dolori legati alle mestruazioni. Purtroppo questi problemi sono ampiamente diffusi e accomunano le donne senza distinzione di età. Ciò che ci proponiamo nella guida è offrire dei suggerimenti validi affinché tali dolori e fastidi durino il minor tempo possibile e non condizionino le giornate delle donne, durante il ciclo mestruale.

Mestruazioni dolorose

Cos'è il ciclo mestruale?

Il ciclo mestruale è un appuntamento fisso della vita di ogni donna che l’accompagna dall’adolescenza alla maturità. Questo infatti può iniziare più o meno precocemente e si ripete ad intervalli regolari e più o meno fissi di 28-32 giorni, finché la donna oltrepassa l’età fertile, ovvero fin quando le ovaie non producono più ormoni e follicoli. Tale evento è connesso alla generazione ciclica di ormoni e al suo funzionamento concorrono vari organismi: sistema nervoso centrale, ipotalamo, ipofisi ed ovaie, ognuno strettamente legato all’altro.

Un processo naturale che può comportare fastidi anche dolorosi.

Sebbene le mestruazioni siano un processo del tutto naturale, molte donne, in concomitanza del ciclo, soffrono dolori e fastidi ad esso legati. Quando il dolore è molto forte, si può parlare di dismenorrea, i cui sintomi sono variabili da donna a donna, ma molto frequentemente essi si irradiano alle gambe e alla schiena, accompagnati da nausea, diarrea, cefalea e malessere diffuso.

Ma quali sono le cause di questi dolori?

Nei casi più gravi, si può avere il sospetto di soffrire di endometriosi, una patologia benigna, identificabile dalla presenza di tessuto di endometrio in sedi inappropriate, connesse all’apparato genitale. In queste occasioni è bene consultare un ginecologo e curare la malattia. In casi più lievi, si tratta di fastidi connessi al cambiamento fisiologico ciclico, che con un po’ di pazienza potranno essere fronteggiati e sconfitti.

I rimedi possibili.

Per poter rimediare ai "normali" dolori provocati dal ciclo mestruale, è possibile agire sul proprio stile di vita e sulla dieta, mentre nell'immediato periodo è opportuno fare una camomilla, portarsi a diretto contatto con fonti di calore, ricorrere ad analgesici o alla medicina omeopatica.

Dieta e Stile di vita.

Avere uno stile di vita sano, che punti sull’attività fisica e sulla corretta alimentazione, può aiutare a ridurre il dolore mestruale: iscrivetevi a corsi di ginnastica aerobica, passeggiate a piedi o in bicicletta, fate jogging o nuoto, insomma è bene tenersi in movimento e contemporaneamente prestare attenzione al regime alimentare da seguire. Vegetali, legumi, fibre, alimenti ricchi di magnesio e vitamine del gruppo B, incidono positivamente sul dolore. E’ ovvio ribadire che queste accortezze vanno mantenute costantemente e non soltanto nei giorni che precedono  e durante il ciclo.

Contatto con il calore e camomilla.

Dopo un consiglio da seguire come prevenzione, eccone uno più pratico ed immediato, da seguire come rimedio durante i giorni del ciclo. Per trovare sollievo dal dolore suggeriamo di porre il vostro addome a diretto contatto con una fonte di calore, mediante un bagno caldo, un panno caldo o anche una borsa d'acqua calda, da applicare direttamente sui luoghi più dolenti. Infine, un piccolo rimedio che si tramanda da generazione in generazione: preparatevi una dolce camomilla rilassante che attutirà i fastidi e lenirà il dolore.

Rimedi farmacologici.

Se proprio il dolore continua ad attanagliarvi, potete ricorrere a rimedi farmacologici. In particolare, sono consigliati antinfiammatori senza steroidi (FANS), che provano a ridurre le concentrazioni delle molecole che accendono le contrazioni dell'utero e provocano il dolore. In alternativa, potete prendere un analgesico specifico, acquistabile in farmacia senza ricetta medica.

Rimedi omeopatici.

Se preferite evitare di assumere farmaci, potrete recarvi in erboristeria e acquistare prodotti che potranno esservi d’aiuto. Tra essi, l’Artemisia Vulgaris da usata come infuso: prendete 30 grammi d’erba e riponetela in un litro di acqua calda. Lasciate scaricare per circa trenta minuti e bevete l’infuso ogni mattina, a partire da qualche giorno prima del manifestarsi del ciclo, potrà essere un prezioso alleato per il vostro benessere.

Consigli e suggerimenti.

Un'azione analgesica naturale può derivare da un pediluvio a base d’acqua calda, in cui va aggiunto un cucchiaio di farina di senape; il tutto da ripetersi anche due o tre volte al giorno, poiché provoca una decongestione dell’addome, oltre che un rilassamento diffuso.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Mestruazioni dolorose"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...