Dolore ai piedi: cause e rimedi per il male ai piedi.

Il portale offre uno spazio di approfondimento sul mal di piedi e i suoi possibili rimedi. Oltre ad indicazioni per alleviare il dolore, verranno illustrati i comportamenti salutari da adottare per evitare di incorrere nuovamente in questo spiacevole disturbo.

Dolore ai piedi: cause e rimedi per il male ai piedi

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Cause
  3. Rimedi 
  4. Prevenzione
  5. Approfondimenti

Il mal di piedi.

Quando si parla di mal di piedi ci si riferisce a diversi tipi di dolore che possono colpire sia la pianta che le dita che il tallone e che possono presentarsi tanto come dolore o fastidio costante, tanto come fitte improvvise.

In molti casi comunque questo genere di fastidio può essere talmente acuto da interferire con il normale svolgimento delle attività quotidiane: una semplice camminata, infatti, può diventare molto dolorosa, il che può portare un soggetto a fare delle rinunce o comunque delle modifiche alle sue normali attività.

Anatomia del piede.

Il piede è la parte terminale degli arti inferiori ed è formato da 26 ossa:

  • 7 ossa tarsali,che hanno la funzione di sorreggere il peso del corpo e di favorire la locomozione,
  • 5 metatarsali che forniscono la stabilità nella posizione eretta
  • 14 falangi che formano lo scheletro delle dita e che offrono sostegno stabile durante il movimento.
Le ossa del piede sono disposte in modo tale da formare degli archi che consentono al piede di essere flessibile e sono sostenute da molti legamenti, muscoli e tendini oltre che da fasce fibrose, i retinacoli, che tengono i tendini in posizione.

Le cause dei dolori.

Il mal di piedi, vista la complessa anatomia del piede, può colpire le varie parti ed inoltre può essere dovuto ad affezioni esclusive del piede o a traumi dovuti alla deambulazione o ancora a malattie che interessano molte parti del corpo come quelle reumatiche.

Sebbene qualsiasi problema del piede possa causare podolgia, le sedi più comuni interessate dal dolore sono:

  • cuscinetto del piede.
  • l’articolazione delle dita
  • il tallone
  • le unghie

Analizziamone le caratteristiche.

Dolore del cuscinetto del piede.

Il cuscinetto del piede è la parte sottostante all’estremità delle ossa metatarsali, cioè quel cuscinetto adiposo che sta alla base del piede. Il dolore in tale sede può dipendere da diverse cause: artrosi,difetti di circolazione, schiacciamento dei nervi, postura dei metatarsi, ma generalmente è causato da:

  • Danni ai nervi del piede che decorrono tra le ossa delle dita. Il dolore è causato dalla crescita benigna del tessuto (chiamato neuromi) che circonda i nervi, soltitamente tra le basi del terzo e del quarto dito. Nelle prime fasi il neuroma provoca un dolore lieve specialmente se il soggetto indossa scarpe strette all’avampiede, col tempo il dolore diventa bruciante e si estende alla punta dei piedi. Il sintomo doloroso può essere combattuto con infiltrazioni di corticosteroidi o con l’asportazione chirurgica del neuroma.
  • Metatarsalgia dovuta alla perdita del cuscinetto adiposo protettivo localizzato alla base del piede che ammortizza le teste metatarsali. E’ una condizione legata all’età.Il trattamento si avvale di scarpe speciali imbottite o di dispositivi ortesici (plantari).

Dolore alle articolazioni delle dita

Il dolore delle articolazioni delle quattro dita più alluce è solitamente causato da

  • Vizi di allineamento legati all’aumento o alla riduzione dell’arcata del piede.L’attrito costante causa inspessimento cutaneo con formazione di calli e duroni sulla superficie delle dita.
  • Artrosi cronica alla base dell’alluce definita anche alluce rigido. Generalmente alcuni fattori quali il piede piatto, l’alluce lungo o la rotazione interna del piede possono predisporre alla comparsa dell’alluce rigido
  • Traumi all’alluce che possono determinare artrite (infiammazione articolare e la comparsa del dolore.
  • Gotta, una malattia metabolica che causa dolore articolare all’alluce a causa dell’eccessivo deposito di cristalli di acido urico.
  • Alluce valgo e borsite dell’alluce. L’alluce valgo è un’ anomalia di posizione del dito che sporge nel lato interno del piede verso le altre dita. A causa di tale deformazione si forma una borsa ripiena di liquido alla base dell’alluce che può tumefarsi e infiammarsi causando dolore
  • Dito a martello. E’ un dito in posizione di flessione rigida. Poichè una parte del dito è rialzato rispetto alla norma, possono manifestarsi ulcerazioni dolorose sul dorso.

Dolore al tallone.

Il dolore al calcagno è solitamente dovuto a:

  • spine calcaneari: un’eccessiva crescita ossea sull’osso del calcagno. Compare quando la fascia plantare che si estende dal tallone alla base dell’alluce, esercita un’eccessiva trazione sul calcagno. La spina provoca dolore soprattutto quando il soggetto si sveglia e mette il piede a terra o con il passaggio dalla posizione seduta a quella eretta.
  • Fascite plantare: è un’infiammazione della fascia plantare che si estende dal tallone al cuscinetto del piede.Spesso una sollecitazione eccessiva provoca una piccola lacerazione con dolore che può essere localizzato in un punto qualsiasi della fascia plantare, ma, più frequentemente alla sua giunzione col calcagno.
  • Borsite del tendine di Achille: è l’infiammazione della borsa ripiena di liquido che si trova tra la cute del tallone ed il tendine di Achille che collega i muscoli del polpaccio al calcagno (borsite posteriore) o davanti all’inserzione del tendine sull’osso del tallone (borsite anteriore)

Dolore alle unghie.

Altre patologie del piede che causano podalgia possono essere causate da

Unghie incarnite per cui il margine dell’unghia cresce all’interno della cute diventando doloroso,dita arrossate ed infette con bolle piene di pus..

Puoi approfondire come curare un unghia incarnita.

Onicomicosi: è un’infezione micotica dell’unghia che può essere contratta camminando a piedi nudi in luoghi pubblici. Le unghie diventano spesse e si staccano dal letto ungulale.

Onichia: è un’infiammazione dell’unghia e del letto ungulale causata da un trauma o da patologie quali la psoriasi o il diabete. Il dito interessato si gonfia, si infiamma e diventa dolente.

Rimedi naturali per il mal di piedi.

Naturalmente data la molteplicità di cause che possono determinare dolore al piede esistono rimedi specifici per ogni singola patologia che vanno dai farmaci antinfiammatori alle infiltrazioni di cortisone, fino ad interventi chirurgici.

Ma qualunque sia la sua origine, ci sono delle possibili soluzioni naturali per alleviare e talvolta eliminare il dolore, facendo sì che ognuno possa riprende in mano il controllo della propria quotidianità. I principali metodi per combattere il mal di piedi sono:

Posizione da riposo.

Dopo una lunga giornata, specialmente nei casi in cui si è costretti a stare in piedi per lungo tempo, a casa può essere di sollievo assumere una posizione di riposo con le gambe sollevate, sia che si stia seduti che distesi, magari ponendo un cuscino sotto le gambe. Questo favorisce il sollievo perché favorisce la circolazione, quindi è particolarmente indicato nel caso in cui il dolore ai piedi sia legato a disturbi all’apparato circolatorio.

Pediluvio.

Immergere i piedi in acqua per una ventina di minuti può dare un grande senso di sollievo al vostro dolore e fastidio.

Esistono diversi tipi di pediluvi che potrete scegliere in base alle vostre esigenze o preferenze, In linea di massima quando si parla di pediluvio, si fa riferimento all’immersione in acqua calda, ma in realtà la tecnica migliore è quella di alternare immersioni in acqua calda e acqua fredda, favorendo così la circolazione sanguigna e prevenendo il problema delle vene varicose. Inoltre, il pediluvio può essere fatto con l’aggiunta di alcune sostanze: alcuni prediligono il sale, altri il bicarbonato, altri ancora estratti di vario tipo (ad esempio i fiori di lavanda), e c’è infine chi ritiene che il pediluvio migliore sia con l’acqua in cui avete cotto la pasta per le proprietà ammorbidenti dell’amido che viene rilasciato dalla pasta in quell’acqua.

Approfondisci come fare un pediluvio rilassante.

Ginnastica.

Un piede rilassato è meno soggetto al dolore, perché meno sensibile. Molto spesso infatti il dolore è causato da tensione muscolare che si può sciogliere grazie a delle tecniche di stretching che consentono ai nostri piedi di ritrovare il loro benessere naturale.

Pedicure curativo.

Per i dolori dovuti a callosità di vario tipo, oltre a creme appositamente create e disponibili in farmacia, è consigliabile sottoporsi a pedicure curativi, ma dite assolutamente no al fai da te. Il pedicure curativo deve essere effettuato da un professionista del settore: potreste creare dei danni alla salute del vostro piede!

Plantari ed ortesi.

Plantari e ortesi sono un rimedio particolarmente efficace soprattutto laddove il dolore ai piedi sia causato da artrite o da alluce valgo. Se il disturbo è molto frequente la cosa ideale è rivolgersi a professionisti del settore che potranno creare il vostro plantare proprio sull’impronta del vostro piede, sul vostro modo di camminare e per difendervi dal problema all’origine del vostro mal di piedi.

Come prevenire la podalgia.

Molte affezioni dolorose del piede possono essere prevenute osservando piccoli accorgimenti:

Non camminare scalzi. Questo vale non tanto per il nostro ambiente domestico, ma si riferisce soprattutto ai luoghi pubblici (come ad esempio le piscine), in cui è facile essere contagiati da micosi come la tinea pedis. Un semplice accorgimento può aiutarvi a scongiurare il rischio dei funghi.

Passeggiate sul bagnasciuga.Le passeggiate in riva al mare, se si ha un fondo sabbioso, sono ideali per chi soffre di mal di piedi: passeggiare sulla sabbia, infatti, favorisce la circolazione, rilassa la muscolatura del piede, ammorbidisce la pelle, il tutto grazie all’effetto quasi massaggiante creato dal connubio sabbia-mare. Non sempre si può fare quest’esperienza, ma quando avete la possibilità non fatevi scappare questa occasione. È anche considerato un metodo non solo per prevenire ma anche per dar sollievo ad un piede dolente.

Calzature confortevoli. Acquistate delle scarpe particolarmente comode, sia per casa sia per uscire (selezionate in maniera molto ristretta i casi in cui indossare i tacchi!). Contrariamente a quanto si pensa, anche scarpe troppo basse che portano il piede a stare raso terra, possono provocare dolore ai piedi; è importante dunque riuscire a trovare un leggero rialzo e la scarpa con la forma più adatta al nostro piede (ad esempio se avete la pianta larga evitate i modelli che si stringono in punta!).

Supervisore: Maria Grazia Cariello

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Dolore ai piedi: cause e rimedi per il male ai piedi"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...