Maca andina peruviana: proprietà, controindicazioni ed effetti collaterali.

La Maca andina peruviana è una pianta utilizzabile per le sue molte proprietà: è energetica, aumenta la massa muscolare e pare aiuti la fertilità. Scopriamo nel dettaglio i suoi benefici, ma anche eventuali controindicazioni ed effetti collaterali.

Maca andina peruviana: proprietà, controindicazioni ed effetti collaterali

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Proprietà e benefici
  3. Controindicazioni
  4. Approfondimenti

Che cos’è la Maca delle Ande?

La Maca andina peruviana è una pianta tuberosa con la classica forma a pera di cui parte della radice è commestibile ed è conosciuta per il suo alto apporto nutrizionale.

Infatti questo tubero è conosciuto nella medicina naturale e nella cucina biologica come una pianta che funge come alimento completo grazie a tutti i principi nutritivi di cui è composta.

Come abbiamo accennato, la Maca andina è una radice che contiene i più importanti principi nutritivi che servono quotidianamente al nostro corpo: carboidrati, grassi e proteine sono tra i principali elementi di cui è composta (la loro presenza oscilla tra il 10 e il 18% in ogni radice) e di cui l’uomo necessita ogni giorno nella sua alimentazione.

La Maca delle Ande pur essendo definito “alimento completo” non può sostituire i pasti: essa deve essere assunta come integratore e deve essere assunta a stomaco pieno 3 volte al giorno. Infatti, in commercio non si trova questa radice “integra” ma solamente sotto forma di integratori in capsule o pillole che devono essere accostati ad una normale alimentazione. Tuttavia, l’usanza di mangiare la radice della Maca grigliata come alimento unico, è ancora radicata nelle zone rurali del Perù, dove questo tubero cresce spontaneamente.

Da quanto tempo si usa la Maca?

Numerosi ritrovamenti archeologici nelle Ande e in Perù hanno dimostrato che questa radice veniva utilizzata già più di 2000 anni fa. Soprattutto, la Maca veniva considerata divina, perché già all’epoca furono scoperti i suoi alti valori nutrizionali ed energetici: questo ha portato gli antichi peruviani a concedere solamente ai soldati di alimentarsi con la Maca in quanto dissipavano molte energie durante i combattimenti.

Una radice piena di... proprietà e benefici!

Alimento completo e tubero ricco di elementi nutritivi, ma quali sono? A cosa servono?

Vediamo nel dettaglio quali sono i suoi componenti e quali effetti benefici hanno sul nostro corpo:

  • Fibre, carboidrati e grassi: se assimilati nelle giuste dosi, ogni giorno, aiutano il nostro corpo a ridurre la sensazione di stress e affaticamento. Infatti svolgono un importantissimo effetto energizzante e stimolante direttamente sulle nostre cellule, facendoci sentire subito più attivi.

    Grazie a questi effetti la maca peruviana è consigliata soprattutto per chi pratica sport oppure ha un’intensa attività lavorativa che porta il corpo ad affaticarsi molto più velocemente rispetto ad una persona pigra o sedentaria. Ma perché questi tre elementi svolgono questa funzione? Perché fibre e carboidrati in particolare stimolano la produzione di glucosio, cioè aiutano a produrre più energia che può essere utilizzata dal corpo in caso di eccessivo stress e fatica. Per questo motivo questo tubero è anche noto con il nome di Ginseng delle Ande. Inoltre, essendo povera di zuccheri, può essere assunta anche dai diabetici.

  • Aminoacidi: la maca delle Ande grazie ai tantissimi aminoacidi di cui è composta, ha un effetto anabolizzante. Che vuol dire? Vuol dire che aiuta naturalmente il corpo a preservare e ad aumentare la massa muscolare di cui è composto. Anche in questo caso questa radice è vivamente consigliata per chi pratica sport in quanto aiuta ad aumentare la tonicità dei muscoli e la loro percentuale rispetto alla massa grassa.

  • Vitamine e sali minerali: molte sono le vitamine della maca, ma tra le più importanti ricordiamo le vitamine A e B che agiscono sul sistema nervoso aiutando a migliorare gli stimoli provenienti dal cervello e a facilitare la loro diffusione nell’intero corpo. La Maca andina peruviana inoltre si compone anche di zinco, ferro e calcio che sono molto utili per la prevenzione e cura di malattie come l’osteoporosi o l’anemia mediterranea in quanto il ferro aiuta la produzione di emoglobina nel sangue. Le vitamine di cui è composta aiutano, inoltre, la prevenzione di infezioni delle vie respiratorie e di raffreddamento e tosse soprattutto nei periodi invernali, ma anche la prevenzione nella caduta dei capelli! Insomma un vero toccasana!

  • Steroli e alcaloidi: questi due elementi sono le cause per cui la maca andina viene anche chiamata “viagra peruviano”. Perché? La forte presenza di questi due principi attivi all’interno del tubero aiuta ad aumentare la fertilità sia negli uomini che nelle donne che ne fanno uso. Tale effetto si può ricondurre all’azione di regolazione degli ormoni che la Maca svolge all’interno del nostro corpo: tutte le più importanti ghiandole vengono regolarizzate nella loro funzione, a partire dalla tiroide (è ottima infatti in caso di ipotiroidismo) e finendo all’ipotalamo. Inoltre, la Maca è un alimento afrodisiaco che stimola soprattutto le donne ad aumentare il loro impulso sessuale. Poiché questo effetto è ricondotto all’aumento della dimensione dell’endometrio, la Maca svolge anche una terza funzione: aiuta a lenire i dolori mestruali, alleviare i sintomi della menopausa e a regolarizzare il ciclo stesso (aiuta nell’ovulazione e in caso di amenorrea).

Approfondisci quali sono gli alimenti afrodisiaci.

Come agisce la Maca peruviana negli uomini?

Quali sono i benefici che gli uomini possono trarre dall’assunzione di questa straordinaria radice?

Il principale beneficio è ricondotto all’aumento della fertilità: la Maca agisce migliorando la produzione di sperma e la qualità dello sperma prodotto. Infatti studi scientifici hanno dimostrato che la Maca aumenta il desiderio sessuale negli uomini e ne migliora lo sperma: uno sperma più attivo, più ricco di testosterone e prolattina.

Un secondo effetto benefico si può riscontrare anche nel miglioramento dell’erezione del pene: la Maca andina, come abbiamo visto nel paragrafo precedente, contiene una grande quantità di steroli e alcaloidi che migliorano la produzione di emoglobina nel sangue e favoriscono quindi la circolazione di una quantità di sangue maggiore nel pene, portandolo più facilmente all’erezione.

E’ stato inoltre dimostrato che una cura a base di Maca (qualità rossa), aiuti a ridurre le dimensioni della prostata. Allo stesso tempo, in caso di PSA alti (antigene prostatico specifico) o tumori alla prostata, è generalmente sconsigliata.

Il troppo storpia: dosaggi e controindicazioni della Maca andina peruviana.

Non esiste una dose standard, uguale per tutti, uomini e donne, di Maca peruviana. Naturalmente il dosaggio varia a seconda del proprio fisico e delle proprie necessità.

In ogni caso, per un uomo o una donna in condizioni fisiche “normali” e che conducono una “normale attività fisica” si consiglia di assumere una quantità di radice che oscilla tra 1.5 e 2 g al giorno. La Maca si trova in erboristeria in capsule o pillole, e questa quantità va assunta ogni giorno, tre volte al giorno, subito dopo i pasti (i prezzi per 500 g di capsule oscillano tra i 10 e i 16€). In alternativa, si può trovare la Maca in polvere e utilizzarla come infuso o come ingrediente di milkshake e biscotti. Un integratore “fai-da-te”!

Non sono state riscontrate particolari controindicazioni o effetti collaterali per chi usa la Maca Andina per periodi non molto lunghi (cicli di max 4 mesi). Naturalmente, un uso prolungato potrebbe portare alcuni effetti collaterali o intolleranze all’alimento, ma non è stato ancora dimostrato niente di sicuro in merito. La cosa più certa è che è sconsigliata l’assunzione della Maca in allattamento e in gravidanza, perché si potrebbero sfasare i normali equilibri della donna durante queste due importanti fasi della sua vita.

Riassumendo, pochissimi effetti collaterali ma tanti benefici! La Maca è proprio un frutto prezioso, un concentrato di energia e benessere che vale la pena provare. Tu non sei curioso?

Supervisione: Maria Grazia Cariello Collaboratori:Dott.sa Elena Vicentini

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Maca andina peruviana: proprietà, controindicazioni ed effetti collaterali"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...