Le tinte per capelli sono nocive? Aumentano il rischio di cancro al seno? Opinioni e consigli.

Davvero le tinte per capelli sono nocive? Perchè si parla di una correlazione tra le tinte per capelli e l'insorgenza di tumore, in particolare al seno, anche se non vi sono ancora dati certi ed una accertata correlazione causa - effetto per quanto riguarda tali potenziali rischi? Analizziamo gli effetti nocivi e accertati e vediamo quali sono i consigli per prevenirli.

Le tinte per capelli sono nocive? Aumentano il rischio di  cancro al seno? Opinioni e consigli

    Indice Articolo:

  1. Sono nocive?
  2. Effetti accertati
  3. Effetti probabili
  4. Rischio di cancro al seno   
  5. Approfondimenti

Le tinte per capelli sono nocive?

Si sente spesso parlare degli effetti nocivi delle tinture per capelli, ed a queste vengono attribuiti rischi di ogni tipo, da quelli che riguardano direttamente lo stato di salute dei capelli, a quelli che invece coinvolgono lo stato generale di salute del soggetto. Proviamo a fare un po di chiarezza, ad oggi i rischi legati all’utilizzo delle tinte sono di due tipologie:

  • accertati, cioè che possono capitare se si utilizzano le tinture,
  • presunti, ovvero basati su studi compiuti in laboratorio che presumono che l'utilizzo di queste sostanze nel tempo causi tossicità.

Prima di addentrarci nell’argomento, conosciamo meglio i prodotti di cui stiamo parlando.

Cosa sono le tinture?

Le tinte per capelli sono delle formulazioni utilizzate da tantissime persone per cambiare il colore dei propri capelli o per coprire i capelli bianchi. Possono essere di diverse tipologie, vi sono gli shampoo coloranti, che colorano il capello temporaneamente, le tinte semi permanenti che garantiscono una durata di 6 - 8 lavaggi, e le tinture ad ossidazione, o permanenti, che penetrano all'interno della struttura del capello e garantiscono una durata maggiore.

Le tinture per capelli possono essere naturali, a base di sostanze quali hennè, oppure nella maggior parte dei casi sono di tipo sintetico, e contengono sostanze quali ammoniaca, acqua ossigenata, resorcina, amine e così via, che possono essere causa di effetti nocivi.

Controindicazioni all'utilizzo delle tinte coloranti.

Quando parliamo di effetti nocivi accertati riferendoci alle tinture per capelli, ci riferiamo ad effetti collaterali che si possono effettivamente verificare dopo l'applicazione di una tintura. Il verificarsi di tali effetti dipende dalla sensibilità personale e pertanto non si verificano sempre. Tra gli effetti nocivi accertati abbiamo:

  • Allergie da contatto che si manifestano con sintomi locali quali bruciore, rossore, pizzicore e prurito a livello del cuoio capelluto.
  • Reazioni allergiche estese, che si estendono cioè alle palpebre, al viso ed al collo, e che si manifestano con rossore e gonfiore.
  • Reazioni allergiche sistemiche che si manifestano con shock anafilattico e difficoltà respiratorie.
  • Indebolimento dei capelli che tendono a spezzarsi ed a cadere.

Questi effetti collaterali sono legati alla presenza nelle tinture di para-fenilendiammina e toluene- 2,5 diammina, due sostanze sensibilizzanti che fungono da allergeni e che sono responsabili sia delle reazioni di tipo allergico locale e sistemico (in soggetti predisposti), ed alla presenza di resorcina, una sostanza responsabile dei danni ai capelli in quanto agisce a livello della cheratina (una delle sostanze fondamentali che compongono il capello).

Possibili effetti collaterali delle tinture per capelli.

Parlando di effetti nocivi probabili, ci riferiamo a dei potenziali effetti nocivi che derivano dall'utilizzo prolungato di tinture. Per questi effetti però non vi è un verificato rapporto causa - effetto, cioè non è detto che l'insorgenza del problema sia effettivamente legato all'uso prolungato delle tinture.

Tra questi effetti possiamo citare:

  • Effetti teratogeni, ovvero se eseguite durante il primo trimestre di gravidanza potrebbero causare malformazioni al feto. Gli studi sono stati compiuti solo in laboratorio e identificano la parafenilendiammina come causa degli effetti teratogeni.
  • Insorgenza di tumore al seno, effetto messo in luce da un chirurgo del Princess Grace Hospital di Londra, il dottor Kefah Mokbel, il quale sostiene che l'utilizzo di tinture aumenti del 14% il rischio di sviluppare un tumore al seno. Gli studi però non identificano una singola sostanza che sarebbe responsabile dell'aumento di questo rischio, ma si riferiscono per lo più all'insieme delle sostanze. I dati, ad oggi, risultano comunque incerti, incompleti e non validati.
  • Insorgenza di tumori quali il tumore della vescica, la leucemia ed il linfoma non Hodgkin (studi pubblicati sulla rivista Epidemiology mostrano un possibile aumento di linfomi del 26%) a causa del contenuto di amine aromatiche le quali (secondo gli studi) vengono assorbite dal cuoio capelluto, entrano in circolo e vengono metabolizzate dal fegato che per eliminarle produce sostanze tossiche e potenzialmente cancerogene. Sembra che l'utilizzo frequente di tinture aumenti il rischio di tali tumori di 2 volte, rispetto a chi non utilizza tinture.

L'insorgenza di tali effetti sarebbe legato all'assorbimento delle sostanze nocive contenute nelle tinture a livello del cuoio capelluto e dall'accumulo di tali sostanze nell'organismo.

Le tinture aumentano il rischio di cancro al seno? Opinioni e consigli.

Abbiamo illustrato i potenziali rischi abbinati all'utilizzo di tinture per capelli, ma cosa c'è di vero ed in che modo possiamo tutelarci? Per quanto riguarda i rischi potenziali, ovvero quelli che correlano l'utilizzo di tinture con l'insorgenza di tumori, ad oggi non abbiamo dati certi e validati.

Pertanto, si consiglia di:

  • Eseguire le tinture a distanza di tempo, ogni 2 mesi circa, per un massimo di 6 tinture l'anno.
  • Prediligere le tinte naturali a base di hennè.
  • Evitare di fare tinture nel primo trimestre di gravidanza.
  • Prediligere tinture naturali dopo il primo trimestre di gravidanza e durante l'allattamento.

Per quanto riguarda gli effetti nocivi accertati relativi alla possibile insorgenza di allergie locali o sistemiche, si consiglia di applicare la tintura su una singola ciocca vicino la nuca, per vedere se vi sono manifestazioni allergiche. Nel caso non si verifichi nessun problema si può procedere con l'applicazione della tintura su tutto il cuoio capelluto.

Ricordiamo che l’articolo ha uno scopo puramente informativo.

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori:Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista) - Dott.sa Francesca Vassallo

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Le tinte per capelli sono nocive? Aumentano il rischio di cancro al seno? Opinioni e consigli"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...