Jet Lag: cos’è? Sintomi e rimedi per superare i disturbi da fuso orario

Con il termine jet lag si indica un insieme di disturbi che si manifestano quando si cambiano uno o più fusi orari molto rapidamente. L' alterazione dei ritmi circadiani e del ritmo sonno - veglia può essere affrontato mediante somministrazione di rimedi fitoterapici ad azione rilassante, oppure di rimedi omeopatici in granuli. Nei casi più seri si può ricorrere alla somministrazione di melatonina o di farmaci ipnoinducenti. La prevenzione è possibile ma non sempre è efficace in quanto è un disturbo molto soggettivo.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Sintomi
  3. Rimedi
  4. Prevenzione  

Jet lag: cos’è?

Con il termine jet lag si identificano un insieme di disturbi che si manifestano quando un soggetto si sposta molto velocemente da un fuso orario ad un altro. Solitamente colpisce coloro che si spostano, attraverso un aereo, di almeno due fusi orari, ma può anche manifestarsi con lo spostamento di un solo fuso orario, in base alla singola suscettibilità individuale. La principale causa del jet lag, che viene definito anche dal termine medico di disritmia circadiana, è l'alterazione dei ritmi circadiani e del ritmo sonno - veglia, causati appunto dal cambio di fuso orario che determina un'alterazione della comune alternanza luce - buio. Il fenomeno si manifesta maggiormente quando si viaggia da ovest ad est in quanto si accorciano le giornate, mentre da est a ovest il fenomeno è meno avvertito in quanto le giornate si allungano e la luce solare aiuta a mantenere stabili i ritmi circadiani. I massimi effetti del jet lag si manifestano quando ci si sposta di oltre 8 fusi orari nel giro di 24 ore.

Ritmo circadiano: periodo di 24 ore in cui si alternano fasi di sonno e fasi di veglia, secrezioni ormonali, variazioni della temperatura corporea ed altri parametri biologici e biochimici in base all’alternanza luce/buio. Dipende da una sorta di “orologio interno” che il nostro corpo possiede e che regola le funzioni vitali in base alla luce solare.

Sintomi della disritmia circadiana.

Il jet lag si presenta con diversi sintomi che possono manifestarsi singolarmente uno per volta o contemporaneamente, in base alla suscettibilità individuale. Tra i principali sintomi di jet lag abbiamo:

Rimedi per il jet lag: fitoterapia e omeopatia per favorire il recupero.

Il jet lag scompare da solo nel giro di qualche giorno, ma può prolungarsi fino a 7 - 10 giorni qualora si attraversino più fusi orari. Per favorire un recupero più rapido è possibile ricorrere a rimedi di tipo naturale o, nei casi più gravi, a dei farmaci.

Per quanto riguarda la fitoterapia si consiglia di assumere tisane rilassanti a base di erbe quali:

Per quanto riguarda l'omeopatia il rimedio indicato in caso di jet lag è Nux vomica, per il trattamento dell'insonnia, e Bellis perennis, per favorire il riposo, entrambi da assumere con posologia e concentrazioni variabili in base ai casi.

Altri rimedi.

Per il trattamento del jet lag è possibile assumere delle sostanze o dei farmaci che aiutino a recuperare il corretto ritmo sonno veglia. Tra queste sostanze abbiamo:

E’ possibile prevenire il jet lag?

Il jet lag spesso non può essere prevenuto perchè la sua comparsa dipende dalla singola predisposizione individuale e pertanto non è detto che le misure di prevenzione che funzionano per un soggetto funzionano anche per gli altri.

In linea generale però per prevenire il jet lag si consiglia di:

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista)