Inquinamento: tipi, cause ed effetti sulla salute.

L'inquinamento è un'alterazione dell'ambiente in cui viviamo tale da provocare danni transitori o permanenti all'essere umano. I principali tipi di inquinamento che agiscono sulla salute dell'essere umano sono l'inquinamento urbano, ovvero lo smog, l'inquinamento dei suoli e delle acque, e l'inquinamento acustico. Vediamo quali sono le cause di questo fenomeno e gli effetti sulla salute.

Inquinamento: tipi, cause ed effetti sulla salute

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Tipologie e cause
  3. Effetti sulla salute
  4. Approfondimenti

Che cos’è l’inquinamento?

Con il termine inquinamento ci si riferisce a qualsiasi condizione che modifica o altera l'ambiente in cui ci troviamo e che determina l'immissione nell'ambiente di sostanze tossiche o potenzialmente tali. Come vedremo, questo fenomeno è molto ampio; coinvolge infatti l'ambiente a diversi livelli, ognuno dei quali riveste un'importanza fondamentale per la salute umana.

Tipologie e cause di questo fenomeno.

Le tipologie di inquinamento e le relative cause sono molteplici e possono riguardare tutti gli ambienti in cui viviamo. In particolare, tra le forme di inquinamento più pericolose per l'uomo possiamo citare:

  • Inquinamento urbano: più conosciuto con il termine smog, è l'inquinamento che si verifica nelle nostre città a causa dei gas di scarico delle auto. Può essere suddiviso in smog classico, derivante dalla combustione del carbone, o in smog fotochimico causato dalla presenza nell'aria di composti organici volatili, ossidi di carbonio, ed ossidi di azoto che reagiscono con la luce solare producendo sostanze inquinanti.

  • Inquinamento ambientale: riguarda genericamente gli ambienti quali acqua (marina, di lago o di fiume) e suolo, che vengono contaminati a causa degli scarichi chimici - industriali delle fabbriche o degli scarichi urbani, o da un uso indiscriminato di pesticidi nell'agricoltura.

  • Inquinamento acustico: in questo caso ci si riferisce a rumori di intensità molto elevata, che risultano forti e disturbanti per un individuo.

Puoi approfondire le caratteristiche dell'inquinamento acustico.

Tra le principali cause troviamo il traffico cittadino, il traffico aereo, il traffico ferroviario, i rumori provenienti dalle industrie, i rumori provenienti da attività ricreative, come i concerti musicali.

Quali sono gli effetti sulla salute umana?

Come abbiamo appreso nel paragrafo precedente, le tre tipologie di inquinamento che impattano maggiormente sulla salute umana sono l'inquinamento urbano, l'inquinamento acustico e quello ambientale.

Ognuno di essi può causare danni all'individuo, questi possono essere di tipo acuto, quindi immediati, o proporzionali al tempo di esposizione all'agente inquinante e manifestarsi più lentamente. Analizziamo nel dettaglio le diverse tipologie di inquinamento ed i loro effetti e rischi sulla salute dell’uomo.

Inquinamento urbano: danni dermatologici e respiratori.

Per quanto riguarda lo smog classico, ormai poco diffuso, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito che vi è un rischio per la vita soltanto se si viene esposti per 24 ore consecutive a determinate concentrazioni di inquinanti (in particolare 500 µg/m³ di anidride solforosa e lo stesso quantitativo di fumi neri derivati da processi industriali). Diversa è invece la situazione per lo smog fotochimico. Questo infatti può determinare danni già a concentrazioni pari a 190 µg/m³, per un tempo di esposizione superiore ai 60 minuti.

In particolare la continua esposizione allo smog fotochimico può determinare:

  • Difficoltà respiratorie con riduzione della capacità respiratoria, che va dalla semplice mancanza di fiato alla vera e propria dispnea con sensazione di oppressione al petto e fame d'aria.
  • Danni alla pelle ed ai capelli, in particolare la pelle appare spenta ed opaca, e possono comparire delle macchie scure, mentre i capelli risultano sfibrati, opachi e deboli, e possono indebolirsi a tal punto da iniziare a cadere.
  • Allergie e crisi asmatiche, specialmente nei bambini, il cui apparato respiratorio non è ancora del tutto in grado di contrastare gli agenti inquinanti.
  • Naso chiuso, associato a rinorrea, sinusite ed infiammazione dei seni paranasali.
  • Formazione di placche aterosclerotiche nelle arterie con aumento del rischio di infarto ed ictus.
  • Patologie croniche dei polmoni e dei bronchi come la broncopneumopatia cronica ostruttiva.
  • Insorgenza di tumore al polmone.

I sintomi sopra descritti sono legati all’inalazione delle sostanze inquinanti le quali determinano l'insorgenza di uno stato infiammatorio delle vie aeree superiori.

Lo stato infiammatorio, se si rimane esposti allo smog per molto tempo, può protrarsi nel tempo e coinvolgere anche le vie aeree inferiori ed altre strutture anatomiche.

E’ importante sapere che...

È difficile prevenire l'esposizione a questo tipo di inquinamento, dovrebbero infatti essere i comuni cittadini a rilevare i livelli di smog ed a prendere provvedimenti. Tuttavia è possibile dotarsi di mascherine con cui camminare in città per ridurre i livelli di sostanze inquinanti inalate.

Inquinamento ambientale: danni all’apparato gastrointestinale e al sistema nervoso.

L'inquinamento delle acque e del suolo è forse quello che provoca i danni più immediati all'essere umano, indipendentemente dalla durata dell'esposizione. Difatti nelle acque e nel suolo, (che viene poi utilizzato per coltivare prodotti agricoli di uso comune), possono accumularsi metalli pesanti o essere presenti agenti patogeni virali o batterici e causare diverse malattie.

Ad esempio ingerendo acqua contaminata o alimenti innaffiati o coltivati in suoli contaminati è possibile che si verifichino:

  • Infezioni di tipo virale quali l'epatite A, che si contrae mangiando molluschi crudi che siano stati allevati in acque contaminate in cui era presente il virus.
  • Accumulo di metalli pesanti quali cromo, piombo e mercurio, che in grosse quantità possono portare danni a livello del sistema nervoso centrale da lievi a molto gravi, fino a provocare la morte dell'individuo. I metalli pesanti inoltre possono provocare l'insorgenza di sintomi gastrointestinali quali nausea, vomito e diarrea.
  • Infezioni batteriche quali il tifo, il colera o la salmonellosi, che si manifestano con gravi disturbi gastrointestinali come diarrea e vomito, che provocano un forte stato di disidratazione nel soggetto.

 

Attenzione!

Per prevenire i danni da inquinamento idrico bisogna stare attenti a cosa si mangia e si beve! Ad esempio se si va in paesi in cui non è garantita la potabilità delle acque, è bene bere sempre acqua minerale in bottiglia ed evitare di mangiare alimenti crudi che potrebbero essere veicolo di infezioni.

Inquinamento acustico: danni uditivi ed extrauditivi.

Un soggetto che viene esposto ad un costante o sporadico inquinamento acustico, può avere danni all'apparato uditivo quali:

  • Ipoacusia, ovvero riduzione temporanea o permanente dell'udito legata a lesioni timpaniche di tipo acuto (ad esempio provocate da uno sparo o un'esplosione) o di tipo cronico (ad esempio esposizione prolungata a rumori in ambiente lavorativo).
  • Innalzamento della soglia uditiva, ovvero il soggetto non sente più i suoni come prima, ma è necessario che questi siano più elevati per poter essere uditi. È solitamente un effetto transitorio che si risolve da solo nel giro di qualche tempo.

Oltre ai danni di tipo uditivo si possono avere anche altre tipologie di danni definiti extrauditivi, in quanto coinvolgono strutture al di fuori dell'orecchio. Tra questi possiamo citare:

  • Aumento della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca.
  • Aumento dei livelli di stress e di irritabilità con sbalzi di umore ed aumento dell'aggressività.
  • Disturbi del ritmo sonno - veglia con difficoltà ad addormentarsi e frequenti risvegli notturni.
  • Difficoltà di concentrazione e sensazione di affaticamento costante.

Lo sapevate che...

In Italia l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito che nell'ambiente cittadino la soglia di massima tolleranza per i rumori è di 55 - 65 decibel, al di sopra della quale si parla di inquinamento acustico. Contro questo tipo di inquinamento è possibile adottare precauzioni quali fornirsi di cuffie protettive in ambiente di lavoro, o di pannelli e vetri fonoassorbenti in ambiente domestico.

L’articolo ha uno scopo esclusivamente informativo; per maggiori informazioni relative agli effetti dell’inquinamento sulla salute consultate il medico!

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista) - Dott.sa Francesca Vassallo

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Inquinamento: tipi, cause ed effetti sulla salute"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...