Guaranà: proprietà, benefici e controindicazioni della Paullinia cupana.

La paullinia cupana, conosciuta come guaranà, è una pianta rampicante diffusa in Brasile e nelle regioni amazzoniche. I suoi semi “miracolosi” sono commercializzati sotto forma di integratori in tutto il mondo, grazie alle numerose proprietà che i principi attivi apportano all’organismo. Vediamo nel dettaglio i benefici e le controindicazioni del guaranà.

Guaranà: proprietà, benefici e controindicazioni della Paullinia cupana

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Proprietà e benefici
  3. Dosaggio
  4. Controindicazioni
  5. Approfondimenti

Guaranà: caratteristiche e valori nutrizionali.

La Paullinia cupana, conosciuta come guaranà, è una pianta rampicante diffusa in Brasile e nelle regioni amazzoniche. Il frutto della pianta possiede un involucro esterno rosso aperto che racchiude una polpa biancastra con all’interno un seme marrone legnoso. Quando il frutto giunge a maturazione l’esocarpo esterno si apre lasciando ben visibile il seme al centro della polpa bianca. Della pianta vengono consumati i semi contenuti nei frutti che si dispongono a grappoli lungo i rami.

Curiosità.

Con i semi di guaranà si produce in Brasile una famosa bevanda analcolica rinfrescante, ricca di caffeina chiamata “guaranà Antarctica”.

I semi vengono raccolti e torrefatti dando vita ad una polvere marroncina simile a alla polvere di caffè, che viene impiegata nella preparazione di bevande energetiche e integratori.

Alcuni integratori, invece, contengono guaranà verde, ossia i semi del frutto non torrefatti, ma essiccati e macinati e quindi ricchi di antiossidanti.

Calorie e valori nutrizionali.

In 100 grammi di semi macinati sono contenute 295 kcal, ripartite in:

  • carboidrati 43 g;

  • proteine 13 g;

  • grassi 3,6 g.

Lo sapevate che…

Il principale principio attivo del guaranà è la caffeina, detta anche guaranina (3,5 grammi in 100 grammi di semi) che è tre volte più concentrata rispetto al caffè.

Proprietà e benefici dei principi attivi di questa pianta.

Gli effetti del guaranà sull’organismo dipendono soprattutto dalla presenza di caffeina, ma anche a particolari antiossidanti tra cui diversi tannini e resine che non vengono inattivati dalla lavorazione dei semi.

Approfondisci gli effetti della caffeina.

Note dagli indios sin dall’antichità, il guaranà possiede svariate proprietà.

Vediamo quali sono:

 

  • Proprietà energizzanti: la caffeina, abbondante nei semi, stimola il sistema nervoso centrale favorendo l’attenzione. Non a caso viene utilizzata spesso dagli studenti per migliorare la concentrazione.
  • Proprietà lassative: la caffeina stimola la contrazione muscolare a livello intestinale favorendo la peristalsi e quindi l’espulsione fecale.
  • Proprietà dimagranti: aumentando la contrazione cardiaca e la respirazione, il guaranà aumenta il consumo di calorie e quindi il metabolismo in generale. Inoltre, la caffeina stimola la lipolisi, ossia il meccanismo di utilizzazione dei grassi per produrre energia. La mobilitazione dei grassi dai tessuti da parte della caffeina è utile per coadiuvare efficacemente una dieta, ma ovviamente la sola assunzione di guaranà non può avere grandi risultati.
  • Proprietà afrodisiache: la caffeina attraverso la vasodilatazione nei distretti vascolari periferici aumenta il flusso di sangue. Ciò accade anche a livello dei corpi cavernosi che riempiendosi di sangue determinano l’erezione. Per questo il consumo di piccole dosi di caffeina per periodi prolungati sembra avere un effetto positivo per contrastare la disfunzione erettile.

Formulazioni, dosi e costi della paullinia cupana.

Il guaranà viene commercializzato in polvere (costo pari a 17,00 euro circa il sacchetto da 100 grammi), in capsule (costo pari a 15 euro la confezione da 10 pezzi) e in combinazione con altri principi attivi. Tenendo presente che in un grammo di guaranà è contenuta circa la stessa quantità di caffeina presente in una tazzina di caffè, il dosaggio ideale di guaranà è pari a circa 3 grammi giornalieri possibilmente frazionati nel corso della giornata. Tuttavia, negli integratori a base di guaranà, la caffeina ha concentrazioni variabili per cui è necessario attenersi alla posologia consigliata relativa allo specifico prodotto.

Inoltre, in base alle diverse esigenze, possiamo scegliere tra diversi prodotti contenenti guaranà presenti in commercio:

  • Integratori di guaranà per dimagrire. Integratori di guaranà finalizzati a perdere peso ce ne sono moltissimi, ma tra i più efficaci sono quelli con guaranà e tè verde. Il primo agisce aumentando il metabolismo e il secondo aumentando la diuresi, in modo da favorire la diminuzione della ritenzione idrica e della cellulite. Il costo di una confezione da 60 capsule è pari a circa 8,00 euro.
  • Integratori di guaranà per contrastare le disfunzioni sessuali. Gli integratori sessuali spesso contengono guaranà, in quanto capace di migliorare il flusso sanguigno ed energizzare l’organismo e altre erbe medicamentose come l’ortica, o il fieno greco, o la citrullina che stimolano la produzione di testosterone, l’ormone che modula il desiderio sessuale. Il costo è pari a 25,00 euro circa la confezione da 120 capsule. Il dosaggio è pari a circa 30-50 mg di caffeina al giorno corrispondenti a due capsule/die.

Attenzione!

Si consiglia di assumere guaranà nei periodi in cui è richiesto uno sforzo maggiore al nostro organismo come sotto esame, o durante una dieta. Inoltre gli integratori di guaranà vanno presi di mattina e nel primo pomeriggio evitando, invece, le ore serali. Meglio assumerli dopo i pasti in quanto la caffeina stimola la secrezione di succhi gastrici che, a stomaco vuoto, potrebbero corrodere la parete gastrica stessa.

Controindicazioni ed effetti collaterali.

Il guaranà contiene caffeina, un eccitante naturale, il cui utilizzo, in alcune condizioni è controindicato:

  • Ipertiroidismo: in presenza di una patologia che aumenta la funzionalità tiroidea (ipertiroidismo), l’assunzione di guaranà viene sconsigliata in quanto la caffeina va a stimolare gli stessi organi e le stesse funzioni biologiche attivate dagli ormoni tiroidei, determinando una serie di effetti negativi come tachicardie, dimagrimento eccessivo, nervosismo e irritabilità.
  • Cardiopatia: il guaranà aumenta la frequenza cardiaca, un effetto da evitare in presenza di qualsiasi disturbo cardiaco.
  • Gastrite: il guaranà, contenendo caffeina, stimola la motilità e la secrezione gastrica per cui va evitato in presenza di gastrite o ulcera.
  • Insonnia: chi soffre di insonnia deve evitare di assumere qualsiasi fonte di caffeina, incluso il guaranà, in quanto stimola alcuni centri del sistema nervoso centrale inibendo il sonno.
  • Interazioni con farmaci: non va assunto guaranà in concomitanza con farmaci dall’azione sedativa e ansiolitici in quanto ne annullerebbe l’effetto. Va evitato anche in terapia con psicostimolanti (amfetamina, pseudoepinefrina) poiché potrebbe indurre insonnia, aritmie cardiache e irritabilità. Anche i pazienti che assumono analoghi sintetici degli ormoni tiroidei (eutirox) devono evitare l’uso di guaranà in quanto potenzierebbe gli effetti del farmaco.

Ricordiamo che l’articolo ha uno scopo esclusivamente informativo.

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Valentina Coviello (Biologa) - Dott.sa Francesca Vassallo

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Guaranà: proprietà, benefici e controindicazioni della Paullinia cupana"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...