Ginnastica facciale.

Ginnastica facciale

Un problema che affligge donne e uomini dei nostri tempi è quello dei segni dell’invecchiamento che compaiono per primi sul viso. Per fronteggiarli esiste la ginnastica facciale, una pratica che può aiutare a ritardare e migliorare questi piccoli difetti che il passare del tempo comporta. Vediamo come.

Un lifting naturale.

Il viso è la parte del corpo che indica con trasparenza cosa ci accade nella vita quotidiana. Con il viso esprimiamo le emozioni e ogni espressione lascia un segno, in parole povere una ruga. Esposizione ai raggi solari, fumo, variazioni di peso e ormonali possono influire sullo stato di salute del nostro viso e accentuare i segni del tempo. I muscoli inoltre, perdono il loro tono e tendono ad allungarsi, accentuando così la comparsa di rughe. Un metodo naturale per cercare di limitare il problema è la ginnastica facciale che viene definita anche come ginnastica anti rughe. Attraverso questa tecnica si effettua un lifting naturale sulla pelle del viso poiché vengono stimolate muscolatura, circolazione sanguigna e circolazione linfatica, rassodando i muscoli e restituendo loro turgidità e tono muscolare ed elasticità alla pelle.

E’ una tecnica adatta sia agli uomini che alle donne di qualsiasi età e andrebbe svolta quotidianamente per circa un quarto d’ora al giorno.

Effetti e benefici.

La ginnastica facciale apporta numerosi benefici al ringiovanimento del nostro viso. Se praticata quotidianamente rassoda tutti i muscoli del viso, migliorandone la flessibilità e facendo in modo che alcune parti come labbra, naso, palpebre, risultino sollevate, appunto come se si fosse appena effettuato un lifting, ma senza gli effetti collaterali.

Ha un’azione distensiva sulle rughe perché la pelle viene tesa e inoltre conferisce al viso un colorito sano perché stimola le circolazioni sanguigna e linfatica. Il coinvolgimento muscolare riguarda, oltre che il viso, anche i muscoli del collo. Uno degli effetti che si possono notare a breve termine è il dimagrimento: la ginnastica facciale infatti agisce sul drenaggio dei liquidi per cui evita il ristagno e favorisce la circolazione, prevenendo così la formazione delle antiestetiche borse sotto gli occhi. La ginnastica facciale influisce anche sulle ossa del viso contribuendo ad evitare deformazioni e perdite di densità causate dal tempo e da comportamenti errati ed allevia i dolori dovuti alla sinusite.

Controindicazioni e avvertenze.

Pur essendo una pratica molto semplice e quasi priva di rischi è bene tenere a mente alcune avvertenze prima di intraprendere gli esercizi di ginnastica facciale.

E’ bene sapere che in caso di problemi mandibolari, come la malocclusione, i muscoli risponderanno all’allenamento in maniera diversa rispetto a chi esegue gli esercizi in assenza di problemi. Inoltre eseguendo gli esercizi, a seconda del grado di malocclusione, si potrebbe peggiorare la situazione per cui è bene chiedere consiglio al proprio medico. Un altro aspetto da tenere presente è che se si sente dolore durante gli esercizi o se non ci si sente di farli è meglio non esagerare e fermarsi. Se gli esercizi non vengono compiuti nel modo corretto si rischia di non avere i benefici sperati e di avere al contrario degli effetti non graditi.

Esercizi pratici.

Prima di iniziare i nostri esercizi quotidiani, che possiamo svolgere tranquillamente a casa nell’arco di 10 – 15 minuti, dedichiamo qualche minuto alla preparazione della pelle del viso, aprendone i pori attraverso l’utilizzo del vapore e di un composto a base di limone e bicarbonato disciolti in acqua calda.

Descriviamo adesso una lista di esercizi di ginnastica facciale divisi per zone.

Ginnastica per la fronte:

Aggrottare la fronte ponendo i muscoli in contrazione e poi rilasciatela sciogliendo la tensione muscolare. Questo esercizio è adatto anche per le palpebre.

Il contorno occhi, gli esercizi di ginnastica oculare:

Questa zona è una zona poco attiva, in quanto solitamente non si muovono gli occhi utilizzando i muscoli oculari, ma si tende a ruotare la testa per osservare. La conseguenza di questo è la formazione di inestetismi come le zampe di gallina. Per prevenire questo bastano due semplici esercizi. Il primo consiste nel muovere gli occhi a destra e a sinistra, in alto e in basso. Il secondo consiste nel ripetere una sequenza di movimenti che sono sbattere le palpebre, chiudere gli occhi, e poi aprirli spalancandoli.

Esercizi per gli zigomi:

Per sollevare gli zigomi e mantenerli tonici senza ricorrere alla chirurgia estetica è sufficiente pronunciare alcune vocali come una A molto ampia e una O aperta.

Le guance:

Per trattare questa parte iniziamo partendo da una posizione rilassata del viso.

  • Il primo esercizio consiste nel contrarre le labbra in fuori, come quando si da un bacio, mentre le guance, in questa posizione, sono spinte verso l’interno del viso.
  • Un altro esercizio è quello di gonfiare le guance, riempirle d’aria, e fare uscire l’aria dopo qualche secondo accoppiando una contrazione di tutto il viso alla fuoriuscita dell’aria.
  • Il terzo esercizio che proponiamo è quello di sorridere, consiste nel fare un largo sorriso evitando però di chiudere gli occhi.

Esercizi facciali per le labbra:

  • Per le labbra un esercizio classico per aiutare la bonificazione muscolare dei muscoli labiali, è quello di riprodurre un bacio appoggiando la mano sulle labbra.
  • Un secondo esercizio è quello di sorridere in maniera naturale, cercando di fare un sorriso ampio. Proseguiamo poi con un esercizio che consiste nel pronunciare la lettera O e soffiare aria, come se stessimo fumando.

Ginnastica per il collo:

  • Per tonificare i muscoli del collo un primo esercizio è quello di portare la testa in avanti, cercando di avvicinare il mento al petto e poi portarla indietro cercando di avvicinarsi il più possibile alle spalle.
  • Un secondo esercizio consiste nel girare la testa verso destra e verso sinistra, alternativamente, molto lentamente, mantenendo la posizione per ogni lato per circa 5 secondi.
  • Un terzo esercizio prevede di abbassare la testa verso la spalla alternando destra e sinistra.

Esercizi per il mento:

  • Per evitare la comparsa del doppio mento si può iniziare con un esercizio che prevede di spingere con forza la lingua sulla gengiva inferiore.
  • Successivamente proseguire con un esercizio che prevede di allungare il collo verso l’alto, e tenendo il collo in tensione girare la testa verso le spalle alternando lato destro e lato sinistro. Finito questo abbassare il mento verso il petto. Questa sequenza va svolta in maniera lenta e va ripetuta più volte.
  • Tutti gli esercizi vanno ripetuti tra le circa 6 volte per la prima settimana e successivamente circa 20 volte ogni giorno.

Dopo avere effettuato gli esercizi si consiglia di lavare il viso e fare un massaggio con una crema idratante per aumentare la stimolazione sulla micro circolazione, già attivata dagli esercizi di ginnastica che abbiamo effettuato.




Torna su
Condividi su Facebook
"Ginnastica facciale"

Diventa Fan