Gengivite: rimedi naturali e della nonna per curare le gengive infiammate.

In natura esistono numerosi rimedi per la gengivite che è una delle malattie che più comunemente interessa il cavo orale. In questo articolo scopriremo i principali strumenti da poter affiancare ad una terapia farmacologica.

Gengivite: rimedi naturali e della nonna per curare le gengive infiammate

    Indice Articolo:

  1. Quali sono?
  2. Rimedi naturali
  3. Rimedi della nonna
  4. Consigli
  5. Approfondimenti

Si può curare la gengivite in modo naturale?

In caso di gengivite la prima cosa che si dovrebbe fare è recarsi dal dentista, e seguire attentamente le sue indicazioni, ma si può comunque cercare di coadiuvare l’eventuale terapia farmacologica, o attenuare il fastidio con rimedi naturali, ed in particolare:

  • rimedi naturali specifici che sfruttano le sostanze contenute in alcune piante che permettono di combattere gli le cause che provocano o determinano la malattia.
  • La medicina popolare, quella utilizzata dalle nostre nonne per intenderci, tramandata nel corso dei secoli si è dimostrata essere efficace contro la gengivite anche se magari non si capiscono bene le ragioni.

Analizziamo nel dettaglio quindi i rimedi naturali e quelli della nonna.

Gengivite e paradontite

La gengivite non è altro che un’infiammazione a carico delle gengive che può essere provocata da diverse cause che partono tutte da una cattiva igiene orale. Quando si ha una gengivite le gengive sono rosse e gonfie e possono anche iniziare a sanguinare anche solo, ad esempio, lavandosi i denti. Se la gengivite non viene curata può diventare paradontite.

La paradontite è una grave infiammazione che interessa le gengive e tutte le strutture a sostegno del dente che se non curata porta alla caduta dei denti coinvolti.

Rimedi naturali per gengive infiammate.

Vediamo quindi quali sono i rimedi naturali più efficaci contro la gengivite e come utilizzarli.

Aloe vera

E’ un ottimo rimedio in caso di gengivite in quanto contiene numerose sostanze, tra le quali i glucomannani, che le conferiscono proprietà antibatteriche, per cui combatte infezioni, ed infiammazioni in quanto ha la capacità di contrastare il rossore e il gonfiore, tipici di questa condizione.

Queste straordinarie proprietà sono presenti nel gel della foglia di aloe e secondo un articolo pubblicato nel 2009 dal General Dentistry, il gel di aloe vera usato come dentifricio ha la capacità di contrastare la formazione di carie dentale.

  • Come usarla: Il gel della foglia di aloe va applicato sulle gengive infiammate e massaggiato con le dita fino a quando non sia stato assorbito. Potete anche usarlo applicandolo direttamente sui punti più interessati dalla gengivite, lasciarlo agire per 30 minuti circa e poi risciacquare.

Altea

Contiene numerose sostanze benefiche quali flavonoidi, mucillagini, amidi e tannini che le conferiscono proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche.

  • Come usarla: prendete 40 grammi di radice essiccata e fatela bollire per 5 minuti. Prendete il decotto così ottenuto e sciacquate la bocca.

Astragalo

E’ una pianta di origine cinese che contiene numerose sostanze tra le quali saponine triterpeniche, polisaccaridi e flavonoidi che riescono a stimolare e modulare l’attività del sistema immunitario.

  • Come usarlo: potete preparare una tisana con astragalo ed effettuare degli sciacqui 1 o 2 volte al giorno. Oppure comprate delle pomate o della tintura madre a base di astragalo.

Calendula

Questa pianta può essere utile contro la gengivite grazie alle sue proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e cicatrizzanti date dalla presenza di numerose sostanze tra le quali flavonoidi, tannini, triterpenoidi e carotenoidi.

  • Come usarla: prendete mezzo bicchiere d’acqua e aggiungete 40 gocce di tintura madre alla calendula ed effettuate dei gargarismi.

Camomilla

E’ una pianta che contiene numerose sostanze tra le quali flavonoidi, lattoni, numerosi sali minerali e vitamine del gruppo A, B e C. Inoltre contiene il camazuazulene, un sequiterpene, che è responsabile delle proprietà antinfiammatorie, curative ed antisettiche che possono dare giovamento da una gengivite.

  • Come usarla: preparate un infuso di camomilla e, una volta raffreddato, utilizzatelo per effettuare degli sciacqui da ripetere più volte al giorno.

Chiodi di garofano

Dai boccioli di questa pianta si riesce ad estrarre il suo olio essenziale che si presenta di colore giallo. Questo olio essenziale è molto utilizzato in quanto ha proprietà antisettiche ed analgesiche e quindi può essere utilizzato in caso di gengivite.

  • Come usarli: masticate dei chiodi di garofano per alcuni minuti e poi sputateli.

Echinacea

Questa pianta contiene nelle radici numerosi principi attivi tra i quali derivati dell’acido caffeico, polisaccaridi e flavonoidi che le conferiscono proprietà immunostimolanti e, grazie a questo, aiuta a contrastare le infezioni batteriche che possono causare una gengivite.

  • Come usarla: mescolate insieme mezza tazza d’acqua con mezzo cucchiaio di olio di echinacea. Otterrete così un collutorio con il quale dovrete effettuare degli sciacqui.

Eleuterococco

E’ un arbusto molto usato in fitoterapia in quanto contiene numerose sostanze benefiche quali glicosidi, terpeni, cumarine e flavonoidi. Tali sostanze gli permettono di rinforzare il sistema immunitario.

  • Come usarlo: effettuate dei risciacqui con una soluzione contenente eleuterococco.

Malva

La malva contiene mucillagini, tannini, antociani e flavonoidi che le conferiscono proprietà calmanti e antinfiammatorie rendendola, per questo, consigliabile in caso di gengivite.

  • Come utilizzarla: preparate un infuso di malva, lasciatelo raffreddare ed effettuate dei risciacqui più volte durante la giornata per ottenere giovamento.

Menta

La menta è molto presente nei dentifrici e nei collutori per le sue proprietà rinfrescanti. L’olio essenziale di menta ha anche proprietà disinfettanti e antinfiammatorie che possono essere sfruttate in caso di una gengivite.

  • Come usarla: bisogna che schiacciate delle foglie di menta e che le immergiate in un bicchiere d’acqua per almeno 30 minuti. L’infuso ottenuto dovete utilizzarlo per fare degli sciacqui più volte al giorno.

Mirra

E’ una delle sostanze più utilizzate in erboristeria in caso di gengivite grazie alle proprietà antibatteriche dell’olio essenziale, all’azione protettiva delle mucose svolta dalle gomme in essa contenute e alle proprietà antinfiammatorie e astringenti fornite dalla presenza di terpeni.

  • Come usarla: acquistate la tintura di mirra e versatene 3-4 gocce in acqua tiepida. Utilizzate poi quest’acqua per effettuare degli sciacqui.

Olio di cocco

Grazie alla presenza di numerosi acidi grassi (es. acido laurico e acido caprico) si ritiene abbia proprietà antibatteriche e antinfiammatorie che possono portare giovamento in caso di gengivite.

  • Come usarlo: mescolate due cucchiai di olio di cocco con due di bicarbonato di sodio. Otterrete una pasta da usare come un dentifricio sui denti 1-2 volte a settimana. E’ possibile anche utilizzare l’olio di cocco da solo e massaggiarlo sulle gengive.

Propoli

Questa sostanza prodotta dalle api ha notevoli proprietà benefiche conferite dai suoi principi attivi che sono flavonoidi, aldeidi, idrossiacidi, oli eterici e vari minerali tra i quali ferro, zinco, calcio, rame, silicio, nichel.

La propoli ha, infatti, proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e cicatrizzanti.

  • Come usarla: utilizzate dalle 15 alle 40 gocce di propoli e fate dei gargarismi più volte al giorno.

Salvia

La salvia contiene olio essenziale, flavonoidi, vitamina B1 e C, tannini, resine e sostanze estrogene. La salvia, come la menta, è spesso presente nelle preparazioni dei dentifrici e combatte l’alito cattivo. I suoi oli essenziali hanno proprietà disinfettanti e astringenti.

  • Come usarla: prendete 2-3 cucchiaini di foglie essiccate di salvia e mettetele in una tazza d’acqua bollente per fare un infuso.

Tè nero

Sono presenti nel tè nero numerose sostanze, tra le quali flavonoidi e tannini, che hanno azione antibatterica, antinfiammatoria e analgesica.

  • Come usarlo: dopo aver preparato un normale tè, prendente la bustina e applicatela sulla gengiva infiammata

Tea Tree Oil

E’ un olio essenziale che aiuta a ridurre le infiammazioni. Uno studio pubblicato dallo Australian Dental Journal nel 2008 ha dimostrato che applicando un gel a base di tea tree oil si riesce a ridurre il sanguinamento delle gengive e la gengivite stessa.

  • Come usarlo: aggiungete una goccia di quest’olio al dentifricio e lavate normalmente i denti. Fate attenzione a non assumere il gel puro e a non ingerirlo.

Tormentilla

E’ una pianta che, contenendo tannini, ha proprietà astringenti e antiedematose. Grazie a queste sostanze la tormentilla ha funzione antiemorragica e cicatrizzante per cui è molto adatta in caso di gengivite.

  • Come usarla: potete utilizzare un dentifricio contenente tormentilla.

Oil Pulling

La medicina alternativa ritiene che questa tecnica ayurvedica molto antica permetta di combattere l’alito cattivo, la placca e rafforzare gengive e denti. Vengono utilizzati l’olio di sesamo ed altri oli (es. olio di cocco e girasole). Questo effetto benefico è dato dalla presenza di sali minerali e vitamine nell’olio e dal movimento dell’olio stesso nella bocca, così che vada ad irrorare le mucose e ad avere la sua azione benefica.Come usarla: Bisogna prendere un cucchiaio di questi oli e tenerlo in bocca per 10-15 minuti, così che arrivi in tutte le parti della bocca, e poi sputarlo.

Puoi approfondire come si fa l'olio Pulling.

Rimedi della nonna: per contrastare il fastidio della gengivite in modo semplice.

Naturalmente non sempre si hanno immediatamente a disposizione i rimedi erboristici sopraelencati, vediamo quindi alcuni consigli pratici.

I rimedi tramandati dalla saggezza popolare, che prevedono l’utilizzo di cose che si hanno quasi sempre in casa,  possono essere sicuramente utili per un rapido sollievo dai fastidi della gengivete:

Impacchi con ghiaccio

La cosa più banale da poter fare è applicare un impacco con ghiaccio sul viso per avere un momentaneo miglioramento del dolore, dato dalla momentanea interruzione della trasmissione degli impulsi nervosi dovuta all’ipotermia della pelle, e riduzione del gonfiore in quanto il ghiaccio induce vasocostrizione.

Aglio

Strofinate delicatamente uno spicchio d’aglio sulle gengive. Le sostanze presenti nell’aglio, in modo particolare la garlicina e l’allicina, gli conferiscono proprietà antibatterica.

Acqua e limone

Dovete effettuare degli sciacqui con acqua e limone così da ridurre l’infiammazione delle gengive anche se questi sciacqui potrebbero provocare dolore nella zona interessata.

Acqua e sale

Prendete un pizzico di sale e scioglietelo in un bicchiere d’acqua tiepida ed effettuate degli sciacqui più volte al giorno. L’acqua e sale ha ottime proprietà antinfiammatorie e disinfettanti.

Acqua e bicarbonato

Mescolate ¼ di un cucchiaino di bicarbonato di sodio con poca acqua calda. Otterrete così una pasta che applicherete per qualche minuto sulle gengive. Fatto questo bisogna risciacquare la bocca con acqua tiepida. Il bicarbonato di sodio, grazie alle sue proprietà chimiche, se sciolto in acqua determina la formazione di una soluzione basica riducendo l'acidità della bocca che favorisce la formazione della carie.

Approfondisci le proprietà del bicarbonato di sodio.

Risciacquo con una bevanda alcolica

Le bevande alcoliche, es. whisky, hanno proprietà disinfettanti e antidolorifiche per cui effettuare degli sciacqui con una bevanda alcolica potrebbe portare giovamento.

Cosa mangiare in caso di gengivite?

Durante una gengivite sono molto utili tutti gli alimenti che riescono a rafforzare il nostro sistema immunitario quali ad esempio

  • Yogurt: questo è un alimento ricco di fermenti lattici vivi che stimolano l’azione del nostro sistema immunitario.
  • Frutta e verdura: questi in quanto ricchi di vitamine, quali ad esempio vitamina C e vitamina E, rafforzano l’azione del sistema immunitario. In aggiunta le verdure aiutano a pulire meglio il nostro cavo orale.
  • Latticini: sono alimenti molto ricchi di calcio, un elemento molto utile durante una gengivite.
  • Mirtilli: Questo frutto è molto utile grazie alle sue proprietà decongestionanti, cioè che limitano l’afflusso di sangue in una regione del corpo.

Cosa non mangiare durante una gengivite!

Bisogna che evitiate tutti quegli alimenti che possono contribuire al peggioramento della gengivite quali ad esempio:

  • Cibi troppo duri: possono provocare ulteriori fastidi alle gengive gonfie ed irritate (es. torrone).
  • Cibi zuccherati (es. marmellata) e bevande zuccherate o gassate: perchè sono alimenti che favoriscono l’infiammazione.
  • Cibi troppo caldi o troppo freddi: gengive e denti sono più sensibili e possono risentire maggiormente di alimenti troppo caldi e troppo freddi.
  • Fritture e cibi troppo elaborati: possono lasciare residui di cibo nella bocca che possono far peggiorare l’infiammazione.

Consigli per prevenire l’infiammazione delle gengive.

Per non incorrere in questa fastidiosa patologia esistono alcune norme da seguire scrupolosamente:

  • bisogna migliorare la pulizia del cavo orale cercando di lavare i denti subito dopo ogni pasto.
  • E’ meglio preferire uno spazzolino con le setole morbide e un buon dentifricio che contenga ad esempio salvia e camomilla così da poter alleviare i fastidi provocati dalla gengivite.
  • Ricordatevi sempre che i denti vanno spazzolati delicatamente, partendo dalla gengiva e andando verso il dente. Spazzolare in senso verticale sia la parte esterna che quella interna per almeno due minuti è un’ottima pratica che permette di evitare l’accumulo di placca e tartaro che provocano la gengivite.
  • Per ottenere una pulizia ottimale utilizzate il filo interdentale almeno una volta al giorno che rimuove i residui di cibo tra gli spazi interdentali.
  • L’utilizzo di un collutorio con proprietà disinfettanti può essere molto utile a patto che lo utilizziate dopo aver lavato i denti, in caso contrario potreste provocare la formazione di macchie sui denti stessi.
  • E’ anche consigliato effettuare dei messaggi sulle gengive gonfie o utilizzare uno stimolatore gengivale, venduto in farmacia, per avere sollievo alle gengive.
  • Come ultima cosa, ma non meno importante, recatevi 2 volte all’anno dal vostro dentista per effettuare una pulizia dei denti e delle visite di controllo.

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Luigia Martino (Biologa)

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Gengivite: rimedi naturali e della nonna per curare le gengive infiammate"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...