Forfora secca.

Cos’è la forfora secca? Come si combatte? a queste ed altre domande risponde questa breve guida online che cercherà di spiegare in poche e semplici parole come affrontare questo fastidioso ed antiestetico problema.

Forfora secca

Cos’è la forfora secca?

La forfora è un fastidio da non sottovalutare perchè, oltre ad essere fortemente antiestetica, è una vera e propria malattia del cuoio capelluto che colpisce gran parte della popolazione mondiale. La formazione della forfora è legata alla desquamazione quotidiana delle cellule superficiali della nostra epidermide, processo che è da considerarsi del tutto normale e naturale fino a quando non assume proporzioni eccessive aggravandosi fino a diventare una seria patologia come nel caso della Psoriasi o della Dermatite seborroica.

Tipi di forfora: secca e grassa.

La forfora può essere di due tipi, secca o grassa e quella che andremo ad analizzare ora è proprio la seconda.

La forfora secca.

Detta anche pitiriasi sicca, la forfora secca è decisamente più frequente nella stagione invernale, colpisce più gli uomini che le donne ed è quasi del tutto asintomatica infatti oltre ad un leggero prurito di solito non vi sono altri sintomi fastidiosi. E' dovuta all’accelerazione non normale della rigenerazione delle cellule.

Fortunatamente la caduta dei capelli non si accompagna a questo tipo di forfora (cosa che invece accade nel caso della forfora grassa), e solo in casi rari si crea un eritema.

Nei soggetti affetti da questo particolare fastidio il cuoio capelluto si dimostra però facilmente irritabile facendone derivare purtroppo la necessità di grattarsi che provoca la caduta delle piccole squame furfuracee.

Fattori che influenzano la forfora secca.

Oltre che dai fattori climatici la manifestazione della forfora secca è influenzata anche da altri stimoli ambientali oltre che chiaramente dalle condizioni fisiologiche dell’individuo affetto, ovvero lo stress, la digestione e la stessa secrezione sebacea cutanea che è un fattore che può aggravarla pesantemente.

Capita spesso che il soggetto presenti oltre alla desquamazione furfuracea anche seborrea (cioè l’eccessiva secrezione sebacea a livello del cuoio capelluto).

Quali sono le cause della forfora?

La causa principale della forfora è la presenza di focolai infiammatori ed il problema sta proprio nel capire cosa genera queste infiammazioni locali.

Secondo la maggior parte dei dermatologi sarebbe colpa di un lievito del genere Pityrosporum ma ci sono tante altre ipotesi:

  • disfunzione delle ghiandole sebacee al momento della secrezione,
  • fattori legati all’alimentazione (digestione e metabolismo dei grassi),
  • carenza di sostanze che proteggono il cuoio capelluto come ceramide e cheratina,
  • disturbi psicologici come l’ansia o lo stress,
  • cause secondarie come l’igiene dei capelli, l’utilizzo di shampoo di bassa qualità, l’eccessivo impiego del phon o di lozioni per capelli o gel che alterano l’equilibrio fisiologico dello strato cutaneo.

Come si combatte?

La maggior parte delle volte per combattere la forfora secca è  sufficiente l’acquisto di uno shampoo cosmetico di buona qualità per il trattamento specifico di questo tipo di forfora. Esistono infatti, in commercio numerosi prodotti cosmetici adatti, sotto forma di lozioni o shampoo. Purtroppo però in altri casi (quelli che sfociano in psoriasi o dermatite seborroica) è meglio iniziare serie terapie mediche prescritte dal dermatologo. Ci sono poi anche alcuni accorgimenti di cui tener conto per combattere i casi non gravi di forfora, che consentono di eliminarla completamente o perlomeno di ridurla:

  • utilizzare shampoo antiforfora specifici,
  • evitare lavaggi troppo frequenti e con prodotti aggressivi,
  • frizionare il cuoio capelluto con lozioni adatte a rimuovere le squamette,
  • evitare se possibile, l’utilizzo di foulard o cappelli che impediscano ai capelli di respirare,
  • spazzolare molte volte in una stessa giornata i capelli in tutte le modalità ma sempre delicatamente per evitare danni al cuoio capelluto.

Inoltre è consigliabile mangiare meno grassi ed assumere più vitamine bevendo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, anche i minerali (soprattutto rame, ferro, zinco e magnesio) sono perfetti!

Se poi si preferiscono rimedi naturali contro la forfora, risultano molto efficaci gli shampoo a base di mirra, ortica o di eucaliptus.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Forfora secca"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...