Fichi proprietà, benefici, calorie e controindicazioni dei frutti freschi o secchi

Diffusissimi in Italia i fichi vengono ampiamente consumati sia freschi che secchi. Ricchi di proprietà benefiche questi frutti hanno anche delle controindicazioni… Scopriamo calorie e valori nutrizionali dei fichi freschi e secchi...

    Indice Articolo:
  1. Calorie e valori nutrizionali
  2. Proprietà e benefici
  3. Controindicazioni

Calorie e valori nutrizionali dei fichi.

L’apporto energetico dei fichi varia molto a seconda che i frutti siano mangiati freschi o essiccati e il contenuto calorico aumenta notevolmente quando vengono aggiunti zucchero e frutta secca come avviene per i fichi secchi caramellati e mandorlati.

Per quanto riguarda il frutto fresco, in cento grammi sono contenute solo 47 kcal apportate da:

Il ridotto apporto calorico del frutto fresco è giustificato dall’elevata quantità d’acqua che è pari a ben 75 grammi.

Al contrario, nel frutto essiccato, i nutrienti risultano essere molto più concentrati, così le calorie in 100 grammi salgono a 256 kcal, ripartite in:

I fichi sia freschi che essiccati sono ricchi di sali minerali tra cui spiccano il potassio, il fosforo, il calcio ma anche il sodio.

Per quanto riguarda le vitamine le più rappresentate sono la vitamina A e le vitamine del gruppo B.

Le diverse varietà di questi frutti.

Frutto dal caratteristico sapore dolce e gradevole e dalla polpa morbida e granulosa, il fico viene prodotto dal ficus carica, un albero maestoso spesso coltivato anche a scopo ornamentale.

A questa specie non appartiene il fico d’india che possiede caratteristiche diverse. In Italia vengono coltivate moltissime varietà di fico che possono essere raggruppate in due grandi categorie:

  • varietà unifere, producono i frutti una sola volta all’anno, tipicamente in estate o autunno;
  • varietà bifere, producono i frutti in tarda primavera e in autunno.
Tra le varietà unifere più pregiate troviamo:
  • brogiotto nero, con frutti grossi e buccia blu- violacea, la polpa è rosso vivo, succosa e granulosa. Molto comune anche nella varietà bianca con buccia verde e polpa rosa.
  • dattero, piccoli, con buccia marrone e polpa rossa
  • gentile, produce fichi con buccia verde e polpa rosa dal sapore delicato

Tra le varietà bifere le più comuni sono:

  • collara, grossi a forma di pera, con buccia rossa e polpa rosa
  • dottato, piriformi, con buccia verde e polpa gialla, particolarmente adatti all’essiccazione.

Proprietà: a cosa fa bene mangiare fichi.

I fichi, sia freschi che secchi, possiedono delle proprietà benefiche che li rendono utili come rimedio naturale in caso di:

Puoi approfondire i rischi da carenza di potassio.

Quanti mangiarne?

Come abbiamo visto i fichi apportano notevoli proprietà ma, come vedremo se mangiati in eccesso possono avere delle controindicazioni.Se si tratta di frutti freschi, le dosi consigliate, riferite a soggetti sani sono circa 170 grammi al giorno corrispondenti a tre fichi di media grandezza.Per i soggetti diabetici, invece, è consigliato consumare i fichi solo saltuariamente e in misura di uno o due frutti al massimo.Per quanto riguarda i fichi secchi, le dosi consigliate sono pari a due o tre frutti al giorno mentre vanno evitati in caso di diabete e sovrappeso.

Controindicazioni dei frutti freschi e secchi.

I fichi possono avere delle controindicazioni soprattutto se assunti in grandi quantità…

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Valentina Coviello (Biologa)