Feijoa: proprietà, calorie, valori nutrizionali e benefici del frutto.

Alla scoperta della feijoa: frutto esotico dalle notevoli proprietà benefiche. Scopriamone i valori nutrizionali e l'apporto calorico che permette di consumarlo anche durante una dieta dimagrante senza alcun timore.

Feijoa: proprietà, calorie, valori nutrizionali e benefici del frutto

    Indice Articolo:

  1. Cos'è?
  2. Proprietà terapeutiche
  3. Controindicazioni
  4. Proprietà cosmetiche
  5. Ricette
  6. Approfondimenti

Cos’è la feijoa? Caratteristiche, calorie e valori nutrizionali di un frutto tutto da scoprire.

La feijoa è il frutto dell’arbusto “Feijoa sellowiana”: partiamo da tutto ciò che di questo frutto possiamo “percepire” con i nostri sensi, per arrivare poi a conoscere anche le sue qualità più nascoste.

Vista: la feijoa si presenta come un frutto allungato (fino a 4-6 cm), con una buccia verde scuro che può avere una superficie dall’aspetto più o meno irregolare, mentre all’interno presenta un’abbondante e granulare polpa giallo-biancastra, insieme a una cinquantina o più di piccoli semi (non vi ricorda un po’ i nostri “meloni natalizi”, a polpa bianca?)

Olfatto: l’aspetto più “tropicale” della feijoa è certamente il suo profumo, che rimanda a quello dell’ananas, e che è molto intenso già da prima che il frutto sia completamente maturo.

Tatto: la buccia, sottile, può avere una superficie da liscia a ruvida, mentre la polpa interna è sempre fresca e acquosa.

Gusto: al primo impatto la polpa risulta dolce, i semi, anche se numerosi, sono molto piccoli quindi è piacevole mangiarli, sebbene conferiscano al boccone un retrogusto finale quasi aspro. Per questo alcuni definiscono il sapore della feijoa come un “mix” di ananas e fragola!

Come si mangia? Qualche consiglio pratico.

Prima di assaggiare questo frutto è consigliabile dividerlo a metà e “lavarlo” in abbondante acqua e limone o acqua e sale, per evitare che la sua polpa chiara si ossidi velocemente diventando marrone: in questo modo sarà possibile conservare la feijoa in frigorifero per qualche giorno in più (sebbene non oltre i quattro o cinque).

Il modo più semplice e caratteristico per mangiare la feijoa fresca è quello di raccogliere polpa e semi con un cucchiaino direttamente dal frutto tagliato a metà, come se fosse un dessert, evitando la buccia. Possiamo anche divertirci a preparare gustose e colorate insalate o macedonie sempre con il frutto fresco, tagliato questa volta a pezzettini, magari unito ad ananas, kiwi o arance.

La feijoa può anche essere cotta, ad esempio scaldata in acqua o passata al forno, per preparare marmellate, succhi, torte e dolci vari.

Un frutto di Feijoa, privato della buccia verde esterna, pesa circa 40 g e una porzione di 100 g di feijoa (frutto crudo, fresco) ci fornisce 55 Kcal, corrispondenti al solo 3% della RDI (“recommended daily intake”- Dose Giornaliera Raccomandata), cioè del fabbisogno calorico medio giornaliero.

Calorie e valori nutrizionali della feijoa

I macronutrienti che 100 g di feijoa ci offrono sono:

  • Proteine, 1 g.
  • Grassi, 0.6 g. Sebbene la maggior parte consista in acidi grassi insaturi, vi è una certa presenza di grassi saturi (≈0.15g, equivalente all’1% della RDI).
  • Carboidrati, 10 g. Comprendono zuccheri quali glucosio, fruttosio e saccarosio

Tra i micronutrienti, la feijoa ci rifornisce di:

  • Fibre (≈6g)
  • Vitamine della serie B (tra cui B2, B6 e B9), C, D e K
  • Sali minerali quali calcio, ferro, fosforo, sodio, potassio e magnesio

Non è da sottovalutare che, di 100 g di frutto, più di 80 g siano di acqua!

Ci spaventa sapere di dover introdurre da 1.5 a 2 litri di acqua al giorno nel nostro organismo per mantenere il corretto bilancio idrico, perché pensiamo a quanto sia difficile bere tanto!

La feijoa è un classico esempio di come sia possibile assumere quantità discrete di acqua, senza necessariamente attaccarci a una bottiglia!

Una sorpresa inaspettata: anche i fiori si mangiano!

Della Feijoa sellowiana sono graditi al palato non solo i frutti ma anche i fiori!

I caratteristici petali rosati sono, infatti, commestibili e hanno un sapore dolce e fresco che piace soprattutto ai bambini che, ad esempio in Brasile, li staccano dall’arbusto per poi mangiarli direttamente. Gli adulti invece preferiscono preparare infusi o servire i fiori, spesso resi croccanti al forno, unitamente al frutto.

Proprietà benefiche e curative della feijoa.

Benefici della freijoa

Grazie alle proprietà organolettiche della feijoa, si possono riscontrare moltissimi effetti benefici legati al suo consumo. Ma vediamo più nel dettaglio:

  • Attività intestinale: in una dieta salutare l’introito di fibre dovrebbe aggirarsi intorno ai 30 g giornalieri. La feijoa arriva a fornire più del 20% di questo valore e può quindi essere considerata un’eccellente sorgente di fibre, che aiutano a mantenere la salute e il corretto funzionamento dell’intestino.
  • Sistema cardiovascolare: tra gli acidi grassi presenti nella feijoa figurano i grassi polinsaturi delle serie omega 3 e 6 che, con la loro azione fluidificante, sciolgono il grasso e abbassano i livelli di colesterolo nel sangue, contribuendo a mantenere sano il sistema cardiovascolare.
  • Azione antiossidante: studi condotti con estratti di feijoa dimostrano che questo frutto ha interessanti proprietà antiossidanti, soprattutto grazie alla presenza di vitamina C e K, a beneficio di sangue e tessuti. Aiuta dunque a combattere l’insorgere dei radicali liberi e contribuisce a mantenere giovane l’organismo nel suo complesso.
  • Sistema Nervoso: nota anche come acido folico, la vitamina B9 è particolarmente importante nelle primissime settimane di gravidanza per garantire la corretta formazione del sistema nervoso del feto, tanto che spesso si propone un’integrazione di questa vitamina a donne che progettano una gravidanza. La feijoa può essere aggiunta alla lista di cibi, tra cui figurano anche arance e legumi, da consumare regolarmente per evitare carenze di vitamina B9.
  • Crescita e sviluppo: l’arginina è uno degli amminoacidi coinvolti attivamente nei vari processi di crescita dell’organismo. La feijoa quindi fa molto bene anche ai bambini e alle donne in gravidanza.
  • Processi metabolici: la medicina tradizionale turca da sempre utilizza la feijoa nel trattamento del gozzo, la patologia caratterizzata da un ingrossamento della tiroide dovuto a una carenza di iodio che impedisce la corretta sintesi degli ormoni tiroidei.
  • Proprietà antibatteriche: recenti studi hanno mostrato come alcune componenti di questa pianta, in particolare stelo, foglie e semi, abbiano azione antifungina e antibatterica, ad esempio contro l’Helicobacter pylori, coinvolto in gastriti, ulcere e altre patologie a carico dello stomaco.

Un frutto adatto a...

Grazie a tutte le sue caratteristiche e ad un indice glicemico piuttosto basso, la feijoa è particolarmente indicata per diete:

  • Ricche di fibre

Puoi approfondire quali sono gli alimenti ricchi di fibre da inserire nella dieta

  • Atletiche, a basso contenuto di grassi e maggiore contenuto di proteine e zuccheri.

  • Povere di sodio (soli 3mg in 100 g di frutto).

  • Per soggetti con ipercolesterolemia (la feijoa è priva di colesterolo).

  • Dimagranti in generale (per smaltire le sole 55Kcal incamerate mangiando 100 g di frutto, basta fare una passeggiata di un quarto d’ora!)

Controindicazioni al consumo della feijoa: sono molto poche.

Nonostante le molteplici virtù del frutto, non è consigliabile fare scorpacciate di feijoa principalmente per due motivi:

  • Essendo un frutto ricco di fibre, un suo abbondante consumo può avere effetti lassativi.
  • La feijoa contiene anche grassi saturi, che assumiamo già attraverso gli alimenti di origine animale. Alti livelli di grassi saturi nell’organismo sono correlati ad eccessivi livelli di colesterolo nel sangue e quindi a vari disturbi del sistema cardio-vascolare.

Storia e curiosità: il frutto “americano” dai poteri afrodisiaci!

La California e la Florida, il Brasile e l’Argentina sono le terre natie della Feijoa sellowiana, caratterizzata da splendidi fiori dal colore rosato. Il nome della specie rende omaggio a Friedrich Sellow, esploratore tedesco che per primo raccolse e diffuse i semi brasiliani.

Dagli inizi del 1900 i semi della feijoa hanno raggiunto anche l’Australia e l’Italia meridionale, la Toscana e la Liguria, dove è oggi coltivata con successo, adattandosi a condizioni climatiche simili a quelle ideali per gli olivi.

Esistono molte varietà di feijoa, ma le più diffuse sono quelle di origine californiana e neozelandese, i cui frutti, di media grandezza e ricchi di polpa, hanno nomi caratteristici quali Apollo, Gemini e Mammoth.

Come ad altri frutti tropicali, anche alla feijoa sono attribuite proprietà afrodisiache, ossia, la capacità di stimolare il desiderio sessuale! In realtà, il potere afrodisiaco dei cibi non è scientificamente dimostrato, possiamo solo constatare che alcuni alimenti contengono sostanze coinvolte in circuiti ormonali e fisiologici in genere (per esempio gli alimenti piccanti promuovono la vasodilatazione, e quindi l’afflusso di sangue anche agli organi genitali), e che quindi possono arrivare a influenzare più o meno direttamente anche la sessualità!

Frutti ricchi di zuccheri e vitamine, quali la feijoa, insieme all’avocado, o ai fichi, forniscono energia all’organismo e con il loro sapore dolce garantiscono un buon umore che male non fa in un incontro amoroso; non a caso molti di questi frutti esotici sono protagonisti, nelle loro terre natie, di cerimonie di fertilità.

Proprietà cosmetiche di questo frutto esotico.

Per la salute della nostra pelle, per garantirle elasticità, idratazione, lucentezza e purezza, la feijoa si rivela un vero toccasana! Il suo contenuto di vitamine, antiossidanti e oli vegetali rende questo frutto un vero e proprio alleato di bellezza.

Ad oggi, preparazioni a base di feijoa comprendono creme viso, saponi per il corpo e anche shampoo, particolarmente indicati per un cuoio capelluto più sensibile.

Maschera super idratante a base di feijoa e miele:

Essendo un frutto dalla polpa così ricca di proprietà, provate a preparare questa maschera fatta in casa, particolarmente indicata per le pelli secche, ma ottima in realtà per qualsiasi tipo di pelle.

Frullate la polpa di mezza feijoa (sarà sufficiente per due applicazioni), aggiungete un cucchiaio raso di miele e mescolate fino ad ottenere una crema omogenea.

Stendete la crema uniformemente sul viso, tenetela in posa per 15 minuti e poi risciacquate con acqua tiepida.

Potete ripetere questa operazione tranquillamente anche una volta alla settimana e noterete che la pelle sarà molto idratata ed visibilmente elasticizzata.

La feijoa in cucina: i possibili usi di questo frutto tra i fornelli.

Come si intuisce facilmente, questo frutto è caratterizzato da una grande versatilità anche in cucina. Oltre che da consumare come un dessert al cucchiaio, questo frutto si presta per numerosi altri usi, vediamo insieme quali.

A colazione con la feijoa: una marmellata esotica.

Ingredienti (per tre vasetti di vetro di media grandezza):

  • 1 Kg di frutti di Feijoa

  • 500 g di zucchero 

Procedimento:

Lavare i frutti e tagliarli a pezzetti: è possibile decidere di lasciare tutta o parte della buccia (che cotta può essere consumata).

Mettere i pezzi di feijoa in una pentola (la grandezza deve essere scelta in modo che la frutta occupi la metà del tegame) e cominciare a cuocere il frutto per 20 minuti, avendo cura di rigirare i pezzi continuamente.

Aggiungere lo zucchero e continuare a girare per altri 20 minuti (eliminando l’eventuale schiuma con una schiumarola)

Sistemare la confettura nei vasetti di vetro e lasciarla raffreddare a temperatura ambiente per almeno due ore

Questa marmellata è ideale da spalmare sulle fette biscottate…il buongiorno si vede dal mattino!

 

Torta alla Feijoa:

Che sia o no davvero afrodisiaca, la feijoa può essere unita al cioccolato in una buonissima torta. 

Ingredienti: 

  • 100 g di burro

  • 80 g di zucchero

  • 2 uova

  • 100 g di farina

  • 1 vasetto di yogurt bianco

  • 1 bustina di lievito

  • 1 feijoa tagliata a fettine

  • 100 g di scaglie di cioccolato fondente

  • 1 cucchiaino di cannella (in polvere)

 Procedimento:

Sbattere insieme uova, burro e zucchero, unire farina, yogurt.

Aggiungere il cioccolato, precedentemente sciolto a bagnomaria con la cannella e infine le fettine di feijoa.

Versare il tutto in una teglia (è bene imburrarla e infarinarla sul fondo per evitare che la torta si attacchi) e infornare a 180° C per circa 20 minuti.

Abbiamo imparato a conoscere un frutto proveniente da lontano, e ogni volta stupisce come un “semplice” cibo possa non solo soddisfare la fame, ma anche offrirci bellezza e buon umore! Mangiare è davvero un piacere!

Supervisione: - Collaboratori: Dott.sa Francesca Maddaloni (Biologa - Nutrizionista) - Silvia Barcellona

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Feijoa: proprietà, calorie, valori nutrizionali e benefici del frutto"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...