Depilazione intima: maschile e femminile per pube ed inguine.

Come depilare pube ed inguine in modo sicuro? Quello della depilazione intima è un problema sempre più diffuso non sono nell’universo femminile, ma anche in quello maschile. Scopriamo le tecniche più efficaci e le mode della depilazione intima.

Depilazione intima: maschile e femminile per pube ed inguine

    Indice Articolo:

  1. Depilazione intima maschile
  2. Depilazione intima femminile
    1. Peli incarniti
  3. Tipologie
  4. Effetti collaterali
  5. Consigli
  6. Approfondimenti

Oggi la depilazione intima non è più soltanto un problema dell’universo femminile, anche gli uomini preferiscono estirpare dall’ inguine e dal pube anche il più piccolo pelo superfluo. Comunque sia tanto l’uomo quanto la donna in fatto di depilazione intima possono avvalersi dell’uso di svariate metodologie. Esistono tecniche di depilazione volte ad estrarre il pelo dalla radice come la ceretta, in maniera definitiva e totale come la luce pulsata o in maniera momentanea, con una ricrescita abbastanza veloce, come la lametta.

Di seguito forniamo una seria di consigli rivolti sia al mondo maschile che femminile per non sbagliare ed evitare spiacevoli inconvenienti.

Depilazione intima maschile: le tecniche più adatte per eliminare i peli dal pube.

Vediamo adesso quali sono le tecniche più adatte per eliminare i peli dal pube maschile, sia che si scelga di farlo da soli sia che si preferisca affidarsi alle mani esperte di un estetista.

  • Tra i metodi di depilazione fai-da-te la lametta è di certo quello più comunemente utilizzato. Risulta essere, infatti, considerata la sensibilità della zona trattare, più facile da gestire e meno dolorosa. Tuttavia è meglio preferire una lametta spuntata in modo tale che risultando meno tagliente eviterete tutti quei graffi che una lametta nuova di zecca potrebbe causarvi. Per procedere con la depilazione è bene aver idratato a fondo la pelle e averla detersa con un sapone non troppo aggressivo. Può essere utile anche accorciare prima i peli con delle forbicine in modo da facilitare il passaggio della lama. Potrete poi decidere se avere una depilazione totale o semplicemente curata. Nel primo caso rimuoverete i peli fino alla radice, che comunque la lametta non sradicherà, prestando molta attenzione alla zona dello scroto che avrete cura di tenere ben distesa per evitare spiacevoli ferite. Nel secondo caso, invece, basterà accorciare i peli, sempre con l’aiuto della lametta, donando al vostro pube un aspetto più pulito ed ordinato.

  • Altro metodo a cui i maschietti ricorrono o possono ricorrere per la propria depilazione intima è la ceretta. Tale sistema consiste nell’applicare sul pube della cera calda per poi procedere al cosiddetto “strappo”, che elimina dalla radice e con essa tutti i peli superflui. In questo caso è meglio affidarsi ad un centro estetico o alla propria estetista di fiducia. La ceretta è già dolorosa di per sé, figurarsi se fatta da mani inesperte e nelle zone intime! Un disastro! C’è chi consiglia di evitare assolutamente di depilare le parti intime maschili con la ceretta (si tratta infatti di una zona molto più delicata di quella femminile) e chi invece suggerisce di recarsi nei centri estetici specializzati. Per quest’ultimo caso segnaliamo la presenza di centri che utilizzano tipi di cera altamente innovative e delicate. Fate una piccola ricerca nella vostra zona di residenza e poi... A voi la scelta!

  • Infine anche l’uomo può optare per una depilazione intima definitiva affidandosi ai trattamenti di luce pulsata e con ultrasuoni. Nel primo caso si tratta di un tipo di depilazione abbastanza costosa ma a lunghissima durata Perché il trattamento risulti efficace però il pelo deve essere in fase di crescita ed è quindi consigliabile ripetere l’operazione dopo due settimane sulle stesse zone per almeno quattro volte. Sistema semplice e pratico da utilizzare anche da soli. Esistono infatti in commercio specifiche apparecchiature che agiscono direttamente sul bulbo pilifero mettendo a riposo il follicolo. Nel caso degli ultrasuoni, questi raggiungendo il bulbo si trasformano in calore e distruggono sia il pelo che la sua radice. E’ un’operazione da non svolgere da soli ma presso un’estetista esperta.

  • Da evitare a tutti i costi è invece l’uso di creme depilatorie. Queste sono infatti causa di allergie e irritazioni per via dei numerosi componenti chimici contenuti al loro interno.

Se si opta per una depilazione non definitiva, e quindi a scelta tra lametta e ceretta, c' è da mettere in conto che ci si ritroverà, in tempi più o meno rapidi, al cospetto della cosiddetta “ricrescita”. Nel caso della lametta la ricrescita sarà davvero veloce: nel giro di circa 48 ore vi ritroverete di nuovo a combattere con le antipatiche puntine che fanno capolino dal bulbo pilifero. Nel caso della ceretta invece, per la ricrescita si potrà attendere anche una ventina di giorni. Quindi a seconda delle evenienze si deciderà ogni quanto ripetere il rito della depilazione intima.

Depilazione intima femminile: quali metodi utilizzare per apparire perfette?

Vediamo invece quali sono le possibili scelte per le donne, più abituate alle diverse tecniche depilatorie.

  • La depilazione con la lametta è comunemente la più usata dalle donne, anche per le parti intime. Si presenta infatti come il metodo fai-da-te più veloce ed indolore per eliminare i peli superflui non solo dalle gambe ma anche dal pube e dall’inguine. Procedere con la depilazione utilizzando questo sistema è molto semplice. Se si preferisce l’aspetto curato ma non glabro occorre accorciare i peli con l’aiuto della lametta dopo aver ammorbidito gli stessi con acqua calda e sapone neutro. Se invece si preferisce la depilazione totale, ancora una volta bisogna preparare il pelo alla rasatura in modo da renderlo più morbido mediante l’uso di acqua e detergente intimo e iniziare prima ad accorciare e procedere poi con l’eliminare i peli dalla base. Ricordiamo che con tale metodo i peli tendono a ricrescere in maniera molto rapida. In più c’è il rischio che si formino i peli incarniti, peli che non riuscendo ad uscire fuori continuano a crescere sotto la cute, per la cui rimozione occorrono frequenti peeling e creme dedicate a questo tipo di problema.

Come prevenire o eliminare i peli incarniti da pube ed inguine.

Una delle conseguenze più frequenti e fastidiose della depilazione intima è il pelo incarnito, ovvero un pelo che cresce dentro il follicolo o che rimane incorporato nella pelle.

La principale causa è data dall’utilizzo della lametta e del rasoio elettrico, ma anche la ceretta se si è predisposti può indurre al problema. I fastidi che ne scaturiscono sono diversi come il prurito intimo o l’insorgere di pustole che possono scatenare infiammazioni se non addirittura infezioni.

Per eliminare o prevenire la comparsa dei peli incarniti si consiglia di esfoliare la zona da depilare con l’aiuto di uno scrub o di un guanto di crine. Può risultare utile anche l’acquisto di un prodotto contenente acido salicilico perfetto per idratare, restringere i pori e prevenire infezioni batteriche. Bisogna sempre considerare però che le zone intime sono estremamente delicate per cui anche l’utilizzo di questi prodotti deve essere effettuato con la massima cautela, evitando che penetrino all’interno delle mucose.

  • La depilazione con l’epilatore elettrico è una buona soluzione per duratura e rapidità. Le pinzette che si trovano sulle testine, ruotando, riescono a tirar via i peli senza spezzarli e riescono ad agire anche sui peli corti senza dover aspettare settimane per una totale ricrescita. Nel caso della zona bikini la testina è più piccola e grazie ad i nuovi modelli wireless è più semplice e comoda da usare. Scegliete tra le numerose marche in commercio ed acquistate il vostro preferito … avrete così sempre sotto mano lo strumento giusto per realizzare da sole una depilazione perfetta. Anche questa tipologia di depilazione però non è esente da controindicazioni. Infatti, oltre ad essere abbastanza dolorosa può comportare il formarsi dei fastidiosi peli incarniti. Un vantaggio risiede nella ricrescita che si ripresenterà dopo circa 15/20 giorini, perché come la ceretta elimina il pelo dalla radice

  • La depilazione con cera a caldo o a freddo. Per la zona bikini si utilizza spesso la cera a caldo nonostante sia la più dolorosa. Questo perché grazie al calore, che allarga i pori, la depilazione risulta più facile da effettuare e più veloce. La ceretta ha una ricrescita abbastanza lunga (tra le due e le quattro settimane) ed i peli risultano successivamente indeboliti e più sottili. Pur essendo forse la più dolorosa la ceretta sembra avere deggli indiscussi vantaggi, da evitare però in caso di pelli sensibili e delicate.

  • Anche per la donna, come abbiamo visto per la depilazione intima maschile, esistono sistemi definitivi per eliminare la peluria indesiderata. Si tratta ancora una volta delle tecniche di luce pulsata e degli ultrasuoni. Con entrambe le scelte avrete una soluzione risolutiva del problema dei peli superflui anche se i costi sono decisamente maggiori rispetto ad uno dei metodi classici visiti in precedenza. Infatti se per una ceretta fai-da-te ci aggiriamo intorno ai cinque o sei euro e per l’acquisto di un rasoio elettrico partiamo da un minimo di trenta euro, per una seduta di luce pulsata zona bikini ci vogliono mediamente circa 150 euro.

  • Anche per le donne le creme depilatorie sono off -limits per la zona pubica.

Depilare pube ed inguine in gravidanza.

Ci sono periodi particolari, come la gravidanza, in cui anche una semplice operazione di depilazione intima deve essere svolta con la massima accortezza ed attenzione. Durante questa fase la crescita dei peli superflui risulta rallentata per via degli ormoni che agiscono in maniera più o meno incontrollata. Proprio per questo motivo la maggior parte delle donne in gravidanza preferisce non procedere con alcun tipo di depilazione intima se non in concomitanza del parto. Ad ogni modo per chi ne avertisse l’esigenza i metodi di depilazione inguinale e pubica consigliati sono:

  • La lametta che ancora una volta, oltre ad essere il metodo più rapido, risulta essere il meno doloroso tanto da venir utilizzato negli ospedali durante la tricotomia (la rimozione dei peli prima di un intervento chirurgico per scongiurare il rischio di infezioni).

  • Allo stesso modo possono essere utilizzati gli epilatori elettrici. Sarebbe però opportuno evitarli se si hanno vene varicose o problemi di circolazione che con la gravidanza, ricordiamo, sono fenomeni piuttosto ricorrenti.

Da escludere sono la ceretta e i metodi di depilazione ad ultrasuoni e luce pulsata. Nel caso della ceretta la pelle essendo più sensibile e delicata potrebbe risentirne con spiacevoli e fastidiose irritazioni. La luce pulsata e gli ultrasuoni basandosi sull’uso di corrente elettrica potrebbero nuocere alla salute del bambino.

Tipologie di depilazione: integrale o personalizzata?

Tipi di depilazione intima

Dopo aver visto le tecniche per realizzarle vediamo adesso i diversi tipi di risultati che si possono volere. Per quanto possa sembrare strano infatti esistono diversi look da dare a pube ed inguine attraverso la depilazione.

  • Classica. Per iniziare il nostro breve percorso tra le varie tipologie di depilazione intima prendiamo in considerazione, innanzitutto, la depilazione dell’inguine cosiddetta classica. Questa risulta essere l’ideale per chi ha la pelle particolarmente sensibile e vuole limitarsi ad una depilazione per così dire “strettamente necessaria”. Si tratta sicuramente della tipologia più diffusa, semplice da eseguire anche in casa da sole e la meno dolorosa di tutte poiché prevede esclusivamente l’eliminazione dei peli dell’inguine che fuoriescono dagli slip.
  • All’americana. Si tratta di una tipologia estremamente sgambata ed è consigliabile soprattutto d’estate. Essendo più complessa e dolorosa è bene rivolgersi ad un’ estetista perché richiede la depilazione delle grandi labbra. Esteticamente si presenta come un triangolino.
  • Alla francese. L’unica differenza con la depilazione all’americana è che al posto del triangolino, i peli si presentano come una striscia sottile e dalla forma rettangolare.
  • Personalizzata. Se non si vuole scegliere tra le forme consolidate si può scegliere di creare un look del tutto personale. Perfetta per donne “estrose” è una simpatica variazione delle precedenti tipologie, infatti al posto della strisciolina o del triangolino si crea sul pube, grazie ad una serie di formine presenti sul mercato, un disegno a piacere (una stella, un fiore, un cuore). Si può addirittura cambiare il colore come si fa con i capelli, scegliendo tra le tinte più stravaganti.
  • Infine troviamo la depilazione integrale detta anche Brazilian Wax o alla brasiliana. In questo il pube appare completamente depilato.

Depilazione intima e possibili effetti collaterali: i rischi per la salute.

Anche la depilazione intima non è esente da possibili effetti collaterali e rischi per la salute. Parliamo di conseguenze che si verificano principalmente a danno della pelle e che a seconda dei casi possono essere più o meno gravi.

  • Ciò che si verifica più di frequente è la comparsa sulla zona depilata con l’ultilizzo della cera di brufoli. La ceretta essendo più aggressiva rispetto alla lametta o all’epilatore, irrita il bulbo pilifero favorendo così la comparsa di quella che in gergo tecnico si chiama “ follicolite” ovvero di un’irritazione ed un’infiammazione dei follicoli del pelo. Si tratta di una situazione da non prendere sottogamba soprattutto se i brufoli sono tanti e portano un prurito quasi insopportabile, la follicolite infatti è un infezione per la cui cura occorre recarsi subito da un medico dermatologo che vi prescriverà la terapia giusta solitamente a base di zinco, antibiotici e cortisone. Ma ovviamente la risposta terapeutica potrebbe essere diversa da soggetto a soggetto.

Puoi approfondire cause, sintomi e cure della follicolite.

  • Una depilazione intima integrale può comportare forte prurito e bruciore causa di irritazioni. Questo avviene perché la pelle del pube é più esposta e trovandosi a contatto con indumenti intimi sintetici e capi stretti, come jeans attillati, subisce un’alterazione del naturale PH della pelle.
  • Molti studi condotti in Francia e non solo hanno poi dimostrato che la depilazione intima totale aumenta il rischio di contrarre infezioni cutanee anche quelle sessualmente trasmissibili, perché la cute si ritrova vulnerabile e l’uso del rasoio potrebbe causare tagli e ferite facile passaggio di batteri e virus.

Consigli per prevenire i fastidi della depilazione di pube ed inguine.

  • Il primo consiglio utile è sicuramente quello di affidarsi a mani esperte in quanto le zone intime sono molto delicate e sarebbe bene avere un minimo di pratica o un’ottima conoscenza dell’operazione e dei trattamenti che ci si appresta a compiere.

  • Se si opta per l’utilizzo di un rasoio invece è bene ammorbidire i peli prima della depilazione, mentre nel caso della ceretta sarebbe meglio munirsi di una crema o di un unguento per il dolore e non indossare capi stretti subito dopo gli strappi per evitare irritazioni.

  • A seguito della ceretta è bene procedere con un olio che non solo rimuove i residui di cera ma idrata la pelle e previene la comparsa di irritazioni. Anche nei giorni a seguire continuare ad utilizzare un prodotto idratante e nutriente.

  • Sebbene la depilazione intima maschile sembra essere una moda che dilaga, si consiglia vivamente di evitarla quando si può, in quanto essendo gli organi maschili più sensibili di quelli delle donne, si rincorre molto più facilmente in irritazioni e dolore perpetrato.

Supervisione:



Indice Articolo:
Condividi su Google+ Condividi su Facebook

Articoli Popolari: