Depilazione ascelle.

Suggerimenti e consigli per scegliere tra i tanti metodi possibili come effettuare la depilazione delle ascelle, distinguendo tra i metodi di depilazione, ovvero quelli che spezzano il pelo ma lasciano intatta la radice, ed i metodi di epilazione, ovvero quelli che strappano il pelo con tutta la radice e garantiscono perciò risultati più duraturi.

Depilazione ascelle

La depilazione.

Il rasoio.

Per quanto concerne la depilazione alle ascelle mediante l’uso del rasoio, va detto senza ombra di dubbio, che si tratta del metodo di depilazione più rapido, indolore ed economico che ci sia, anche se a tutto ciò corrisponde un grande svantaggio ossia la rapidità di ricrescita dei peli. Tuttavia, il rasoio viene comunemente utilizzato per depilare le zone del corpo più delicate e sensibili ed in cui sono presenti molte ghiandole (come, appunto, le ascelle) che, in seguito agli strappi eseguiti con le ceretta, potrebbero ingrossarsi.

Cosa serve. Se la vostra decisione è quella di depilare le ascelle attraverso il metodo sopracitato, vi occorrono due semplici cose:

  • un buon rasoio,
  • una schiuma per la depilazione.

Vediamo come procedere:

  • Prima di procedere con la depilazione, è importante ammorbidire la pelle. Consigliamo quindi di fare un bagno caldo o una doccia in modo da rendere più facile l’eliminazione dei peli.
  • Stendete sulla zona da depilare uno strato non troppo spesso di schiuma o crema.
  • Impugnate il rasoio e, delicatamente, passatelo sotto l’ascella nella direzione opposta a quella della ricrescita dei peli.
  • Dopo aver rimosso tutti i peli, sciacquate le ascelle fino ad eliminare ogni residuo di schiuma e, dopo averle asciugate accuratamente, applicate una crema lenitiva per ridurre il rischio di irritazione.

Consigli e suggerimenti. Il rasoio deve essere sciacquato con acqua tiepida dopo ogni passata per rimuovere i peli tra le lame e deve essere mantenuto bagnato nel corso della depilazione.

Crema depilatoria

Si tratta di un modo rapido ed indolore per la rimozione dei peli e, tra tutti, è l’unico ad agire in maniera chimica: la crema depilatoria, infatti, agisce direttamente sulla fibra del pelo distruggendola. Non estirpa il pelo alla radice come la ceretta, nè lo taglia superficialmente come il rasoio.

Cosa serve. E' sufficiente disporre di:

  • una crema depilatoria,
  • una spatolina.

Vediamo come procedere:

  • Pulire ed asciugare bene l'area interessata alla depilazione.
  • Stendere uno strato di crema depilatoria sotto l’ascella e lasciare agire per qualche minuto.
  • Eliminare la crema con un’apposita spatolina, passandola in direzione opposta a quella di ricrescita dei peli.
  • Sciacquare accuratamente la zona depilata e lenire la pelle.

Informazioni utili.  L’effetto della crema depilatoria dura di sicuro più di quello del rasoio, ma meno di quello della ceretta. Inoltre, la crema depilatoria viene spesso considerata come un metodo non naturale e poco raccomandabile per la salute della pelle.

La epilazione.

Epilatore elettrico.

L’epilatore elettrico è un strumento veloce e semplice da utilizzare,  ma il suo appartenere ai metodi di epilazione lo rende più doloroso del rasoio o di una crema depilatoria. Esso, infatti, estirpa il pelo alla radice, grazie ad una serie di piccole pinzette che, al passaggio, “afferrano” il pelo e lo tirano via, assicurando quindi tempi di ricrescita più lunghi.

Cosa serve. L’unica cosa che serve è un buon epilatore elettrico.

Vediamo come procedere:

  • Pulire la pelle.
  • Passare l’epilatore sotto l’ascella in direzione opposta a quella in cui ricrescono i peli.
  • Dopo aver eliminato tutti i peli, ammorbidite la pelle attraverso l’uso di una crema emolliente.

Consigli e suggerimenti. L’epilatore elettrico non estirpa tutti i peli in una sola passata, quindi, se necessario, effettuare una seconda passata per ottenere una pelle completamente liscia e priva di peli. Spesso l’uso dell’epilatore elettrico porta alla comparsa di peli incarniti, fastidiosi ed antiestetici, per questo è utile esfoliare la pelle prima delle depilazione per eliminare le cellule morte presenti sulla zona da trattare.

La Ceretta.

Le cere depilatorie sono tra le tecniche epilatorie che garantiscono risultati più duraturi, di solito sono costituite da resine naturali e, generalmente, viene consigliata la cera al miele in presenza di peli duri e pelle spessa, mentre per peli e pelle sottili la cera migliore risulta essere quella all’azulene.

E’ utile operare una distinzione tra due differenti tipi di ceretta: quella “a caldo” e quella “ a freddo”. Le differenze fondamentali consistono nel fatto che la cera “a caldo” si presenta di consistenza solida, viene riscaldata ad una temperatura di circa 40° e sulla pelle assume una consistenza gommosa che permette di rimuoverla in soluzione unica.

La cera “a freddo”, invece, presenta una consistenza semisolida, viene riscaldata ad una temperatura inferiore e viene rimossa attraverso l’utilizzo di apposite strisce di tessuto che vengono applicate direttamente sullo strato di cera.

Cosa serve per la ceraa freddo” :

  • cartucce di cera con il pratico roller per stenderla cera sotto le ascelle,
  • strisce di tessuto per lo strappo al fine di rimuovere la cera,
  • l’apparecchio all’interno del quale andrà collocata la stecca di cera pronta per essere riscaldata (per un tempo di circa 20 minuti) e che potrete trovare facilmente nelle maggior parte delle profumerie.

Cosa serve per la cera “a caldo”:

  • barattolo di cera,
  • spatolina in legno per stendere la cera,
  • pentolino in cui riscaldare la cera (per 5-10 minuti),
  • strisce di tessuto per lo strappo al fine di rimuovere la cera.

Vediamo come procedere:

  • Qualche giorno prima di effettuare la ceretta, applicate sulla pelle una crema esfoliante, oppure utilizzate un guanto di crine. Ciò vi consentirà di sollevare i peli incarniti e di agevolarne, quindi, l’eliminazione.
  • Prima di stendere la cera, pulite bene la pelle, evitando però di utilizzare prodotti troppo aggressivi che rischierebbero di rimuovere il film idrolipidico che la protegge. Asciugate la pelle ed utilizzate il borotalco per essere certi che la zona sia completamente asciutta da far si che la cera aderisca bene.
  • Riscaldare la cera impiegando il metodo che si è privilegiato. Fate attenzione a non scaldarla troppo in quanto potrebbe provocare bruciature.
  • Applicare uno strato molto sottile di cera sotto l’ascella, procedendo nel verso di ricrescita dei peli.
  • Tagliare la striscia affinché la dimensione sia adatta ad applicarla sotto l’ascella.
  • Applicare la striscia per rimuovere la cera con un movimento rapito e deciso, procedendo nella direzione opposta a quella della ricrescita dei peli.
Per approfondire puoi leggere la guida alla ceretta a caldo che illustra nel dettaglio la tecnica e le precauzioni necessarie.
 

I peli sotto le ascelle ricrescono in due direzioni, sarà dunque necessario procedere in due fasi. Per quanto riguarda la parte superiore dell’ascella la cera va applicata in direzione del gomito, per quanto riguarda la parte inferiore, invece, nella direzione opposta.

Dopo la depilazione, per rimuovere i residui di cera, è utile utilizzare salviette imbevute di oli essenziali, che hanno anche la funzione di idratare e lenire la pelle.

Consigli e suggerimenti. La ceretta a caldo non va usata in presenza di cicatrici, nei, pelle irritata, con ferite o scottature. E’ fortemente raccomandabile non applicare prodotti che contengano sostanze alcooliche quali profumi, deodoranti, saponi, etc., per almeno 12 ore successive al trattamento. Si consiglia di esfoliare di tanto in tanto, tra una ceretta e l’altra, la regione trattata al fine di evitare la ricrescita di fastidiosi peli incarniti.

Consigli utili per prevenire i peli incarniti e rimedi per curarli quando si presenta l'inestetismo.

E’ opinione diffusa che la ceretta alle ascelle possa essere molto pericolosa a causa di alcuni problemi che potrebbero sorgere ai linfonodi. Tuttavia, oggi siamo pronti a rassicurarvi: i linfonodi non si trovano a fiori di pelle, bensì in profondità e l’Agenzia di Ricerca Oncologica Internazionale non ha riscontrato nessuna correlazione intercorrente tra uso della ceretta e rischio di tumori.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Depilazione ascelle"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...