Consigli per dimagrire.

Sebbene possa sembrare scontato e banale il miglior consiglio per dimagrire è senza dubbio quello che spesso viene ripetuto da medici e specialisti e quasi mai preso in considerazione dai soggetti che devono perdere peso, ovvero mangiare un po’ di tutto cercando però di limitare le quantità.

Consigli per dimagrire

Per dimagrire: una dieta sana ed equilibrata.

L’equilibrio e la proporzione tra i nutrienti infatti sono presupposti fondamentali non solo per la salute ma anche per raggiungere e conservare il peso forma. Spesso invece si fa l’errore di seguire diete squilibrate troppo privative, come la maggior parte delle diete veloci, che portano ad un dimagrimento non sano, provocando una diminuzione della massa magra, ovvero dei muscoli, e non delle riserve di grasso. Inoltre, la maggior parte di queste diete veloci sono talmente privative che non sempre il soggetto riesce a seguire il programma per il periodo prestabilito ed anche quando vi riesce vi è il rischio che una volta finita la dieta si riacquisti addirittura più peso di quello perso, in quanto l’eccessiva privazione a cui è stato sottoposto ha provocato un rallentamento del metabolismo.

Consigli per dimagrire in modo sano e duraturo:

  • Fare sempre tre pasti principali e due o tre spuntini al giorno. Suddividere l’assunzione di cibo in più momenti distanziati di almeno un paio d’ore tra loro è infatti molto utile per mantenere attivo il metabolismo.
  • Assumere sempre tutti i nutrienti essenziali, infatti sebbene le fonti di carboidrati e grassi vadano ridotte, almeno in una prima fase della dieta è necessario non escluderle mai totalmente. In particolare per perdere peso può essere utile preferire sempre carboidrati con un basso indice glicemico e prediligere i grassi di origine vegetale. (Andrebbero ad esempio esclusi tutti i dolci, i fritti i condimenti troppo elaborati le carni rosse, etc. mentre possono essere assunti cereali preferibilmente integrali, carni bianche e pesce magro, meglio se cucinate in modo leggero e conditi con olio a crudo, verdure bollite o grigliate, frutta etc..)
  • I tre pasti dovrebbero contenere la giusta proporzione di carboidrati, proteine e grassi, proporzione che va scelta in relazione al tipo di vita che si conduce e quindi al dispendio energetico giornaliero. La stessa considerazione vale per gli spuntini, i soggetti che conducono una vita sedentaria dovrebbero preferire frutta e verdura, mentre per soggetti che svolgono attività sportiva può essere utile introdurre piccole quantità di proteine e carboidrati anche negli spuntini.
  • Fare ogni giorno un minimo di attività fisica, l’ideale sarebbe alternare 2 sedute di attività aerobica e 2 sedute di esercizi per la tonificazione muscolare, ma nel caso non si avesse la possibilità di rispettare questi ritmi bisognerebbe quanto meno cercare di fare almeno 20 minuti di attività al giorno,  anche semplicemente camminando  fino all’ufficio.
  • Bere almeno due litri di acqua al giorno ed eliminare tutti gli alcolici e le bevande zuccherine o gasate.
  • Assumere i carboidrati ed i grassi preferibilmente nella prima parte della giornata, (o almeno un ora dopo la fine dell’attività sportiva) cercando comunque di mantenersi molto più leggeri durante la cena, e cercando inoltre di mangiare sempre almeno un’ora prima di andare a letto.
  • Per raggiungere il giusto equilibrio può essere utile, almeno per le prime settimane di dieta, tenere un diario in cui scrivere di volta in volta tutto ciò che si mangia, questo infatti è un ottimo esercizio per far riflettere il soggetto sull’effettiva necessità di alcuni alimenti.

Adattare la dieta alle proprie caratteristiche, obiettivo e stile di vita.

E’ importante naturalmente tenere presente che questi consigli devono comunque essere adattati alle caratteristiche fisiche del soggetto ed al suo stile di vita, va detto inoltre che per ottenere dei risultati bisogna mangiare in modo equilibrato per minimo due settimane, ed il fatto che seguendo questo regime non si ottenga un dimagrimento immediato  non deve essere considerato come un fattore negativo, ma quasi come un valore, infatti questo vuol dire che il peso che si perde è realmente dovuto alla riduzione delle riserve di grasso e che quindi vi è un dimagrimento reale, il che significa che anche una volta finito il periodo di dieta il soggetto non correrà il rischio di riacquistare subito i chili persi.

Sani principi di educazione alimentare.

In  conclusione quindi si può affermare che più che consigli per dimagrire questi possano essere considerati come dei principi di educazione alimentare, infatti una volta raggiunto il peso forma sebbene si possano aumentare un po’ le quantità ed i condimenti e concedersi qualche peccato di gola in più, se si segue lo schema di questi consigli per dimagrire si possono conservare salute e peso forma in modo semplice ce naturale.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Consigli per dimagrire"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...