Ceretta a freddo.

La ceretta a freddo è una tecnica epilatoria che per molti versi può considerarsi quasi come un'evoluzione della ceretta a caldo, il principio su cui si basano infatti è molto simile ovvero fare in modo che il pelo resti attaccato alla cera e venga quindi strappato via, con tutta la radice, quando si tira via la cera. Anche la composizione è più o meno la stessa, infatti anche la cera a freddo si ottiene da un miscuglio di resine e cere. Per quanto riguarda i risultati quelli ottenuti con quella a freddo dovrebbero avere una durata di circa 2- 3 settimane, anche se l’epilazione a freddo risulta in genere leggermente meno efficace di quella a caldo.

Ceretta a freddo

Differenze tra cera a caldo e cera a freddo.

La cera a freddo risulta essere più pratica e veloce rispetto a quella a caldo, infatti:

  • È più veloce, a differenza della cera a caldo che richiede comunque dei tempi tecnici per squagliarsi, la cera a freddo non deve essere riscaldata, è sufficiente infatti posizionare le strisce qualche secondo sul termosifone o sfregarle leggermente tra le mani.
  • E’ compatta, a differenza della cera a caldo che è fluida e che quindi può colare con il rischio di attaccarsi ai vestiti o al pavimento, la cera a freddo è più solida e quindi più facile da gestire.
  • E’ pronta all’uso, infatti viene venduta in comode strisce già dosate che devono semplicemente essere applicate sulla zona e poi strappate, e si presta quindi molto meglio ad essere fatta con la tecnica del fai da te, mentre la cera a caldo richiede comunque un procedimento di preparazione per cui spesso si preferisce ricorrere alla mano esperta di un estetista.
  • Non vi è il rischio di scottature, ed inoltre non emanando calore è più adatta alle pelle sensibili o a quelli che soffrono di problemi di circolazione.

Dopo tutti questi pregi va detto però che proprio per il fatto di non emanare calore la cera a freddo può richiedere più passaggi su uno stesso punto e comunque non è detto che i peli vengano estirpati tutti dalla radice, il processo di vasodilatazione della cera a caldo infatti è uno degli aspetti che rende questo tipo di trattamento tanto efficace, il calore infatti è uno degli elementi che predispone il pelo ad essere strappato.

A ciò va aggiunto che oggi sono disponibili in commercio manipoli per la cera a caldo che ne mantengono costante la temperatura durante tutto il trattamento e la dosano perfettamente, rendendo anche questo tipo di cera adatto ad essere fatto a casa da sole. La scelta quindi dipende più che altro dalla sensibilità della pelle, l’ideale quindi sarebbe preferire la cera a caldo per le zone più robuste ed usare quella a freddo per le zone più delicate come inguine, viso, etc…

Consigli pratici per la ceretta a freddo.

Esattamente come per la cera a caldo per far si che abbia buoni risultati, anche per la cera a freddo bisognerebbe cercare di prestare attenzione ad alcuni  particolari:

Le accortezze prima della cera.

  • Esfoliazione della pelle. Sarebbe buona abitudine usare almeno un paio di volte a settimana un guanto di crine o un sapone specifico per fare uno scrub della pelle, eliminare le cellule morte e pulire in profondità i pori,  infatti aiuta a prevenire la formazione di peli incarniti. L’ideale sarebbe fare un bello scrub un paio di giorni prima della cera.
  • La lunghezza del pelo. Dovrebbe essere di circa 4 - 6 mm infatti i peli più corti non vengono presi dalla cera mentre se molto più lunghi possono essere spezzati ma non estirpati dalla radice.
  • La doccia. La cera andrebbe fatta dopo la doccia sulla pelle pulita ma ben asciutta, è importantissimo non applicare creme oli o altri tipi di prodotti per non compromettere i risultati della cera.

Le accortezze durante l'applicazione della cera a freddo.

Il procedimento della cera a freddo è davvero molto semplice, infatti è sufficiente riscaldare leggermente le strisce tra le mani sfregandole con forza, separare le due strisce ed applicare la parte con la cera sulla pelle facendola aderire perfettamente, per poi procedere allo strappo che dovrebbe essere secco e deciso. Per quanto riguarda questo punto vi è chi sostiene che strappare contropelo dia risultati migliori, estirpando una più alta percentuali di peli completi di bulbi, e chi invece sostiene che sia meglio strappare nel senso del pelo per evitare che si formino peli incarniti, in realtà la cosa migliore è testare le due tecniche e scegliere quello che si preferisce.

Accortezze dopo la cera.

  • Rimuovere i residui con le salviette che si trovano nella confezione e massaggiare la zona con un olio lenitivo ed idratante.
  • Non applicare prodotti che contengano sostanze alcooliche profumi, deodoranti, saponi etc.. per almeno 12 ore.
  • Evitare di entrare in contatto con l’acqua di mare e proteggere la pelle con una crema ad alto fattore di protezione se ci si espone ai raggi solari nelle 12 ore successive alla ceretta.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Ceretta a freddo"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...