Cavolo nero: proprietà, benefici, calorie e valori nutrizionali

Il cavolo nero è una verdura ricca di valori nutrizionali che gli conferiscono molteplici proprietà: cardioprotettive, antinfiammatorie, antinvecchiamento ed è utile per trattare raffreddori, dolori articolari, colesterolo alto e per prevenire la degenerazione maculare senile. È controindicato nei soggetti che assumono farmaci anticoagulanti.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Valori nutrizionali
  3. Proprietà
  4. Controindicazioni

Caratteristiche del cavolo nero.

Il cavolo nero, il cui nome scientifico è Brassica oleracea acephala, appartiene alla famiglia delle Brassicaceae, ed è una pianta con foglie lunghe caratterizzate da una superficie bollosa e dal colore verde molto scuro, tendente al nero - blu. La parte commestibile è costituita dalle foglie in quanto, questa varietà di cavolo, è privo del classico fiore centrale tipico del cavolfiore o del broccolo. È una verdura molto utilizzata nella cucina toscana, e, sebbene sia presente in commercio tutto l'anno, si consiglia di consumarlo nel periodo invernale in quanto è proprio in questo periodo che le foglie sono più tenere.

Per mantenere intatte le sue proprietà si consiglia di cucinare le foglie di cavolo nero per massimo 15 - 20 minuti, anche perchè un tempo di cottura superiore tende a rendere le foglie particolarmente difficili da digerire e fa si che si liberino i composti solforati in esse presenti, responsabile del tipico odore pungente e fastidioso dei cavoli. Il cavolo nero, una volta acquistato, si può conservare in frigorifero per massimo una settimana.

Calorie e valori nutrizionali.

Il cavolo nero è una verdura che contiene numerosi principi attivi tra cui composti dello zolfo (composti solforati), flavonoidi (quali quercetina e kaempferolo), fitonutrienti glucosinolati, polifenoli, zeaxantina, indoli, betacarotene, luteina, vitamine e sali minerali.

A livello nutrizionale 100 g di cavolo nero apportano circa 25 - 50 kcal e contengono i seguenti nutrienti:

Le diverse quantità dei nutrienti del cavolo nero dipendono dalla zona e dalla modalità di coltivazione.

Proprietà benefiche del cavolo nero.

Il cavolo nero, grazie al suo contenuto di vitamine, sali minerali e composti solforati, ha numerose proprietà benefiche per il nostro organismo. Per godere in pieno di tutti gli effetti benefici di questa verdura bisognerebbe consumarne regolarmente una buona porzione (circa 150 - 200 g a persona).

Gli effetti benefici stimolati dai suoi principi attivi sono:

Come si cucina?

Il cavolo nero è una verdura molto utilizzata nella cucina toscana ma può essere utilizzato per creare molte ricette in base al proprio gusto personale ed alla propria fantasia.In particolare in Toscana lo si utilizza per preparare le seguenti pietanze:

Zuppa di cavolo nero:

chiamata anche minestra di pane, si prepara con verdure quali cavolo nero, cavolo verza, patate, sedano, carote, cipolle, fagioli (preferibilmente cannellini o borlotti) e pomodori, a cui si aggiunge il pane raffermo (preferibilmente il pane sciapo tipico della toscana). Si prepara facendo cuocere dapprima i fagioli, i quali una volta cotti vengono frullati insieme al loro liquido di cottura e messi a cuocere insieme al pomodoro ed alle altre verdure come se si stesse preparando una sorta di minestrone. Man mano che la minestra cuoce si aggiungono i vari ingredienti tra cui il cavolo nero, una volta che la minestra è cotta si versa sul pane raffermo (precedentemente disposto in una casseruola) si attendono due ore e poi si mangia.

Farinata:

è una ricetta a base di farina gialla e cavolo nero che viene chiamata anche "cavolata". La preparazione prevede da un lato di lessare i fagioli e ridurli in purea, dall'altro far saltare in padella sedano, carote, cipolla, olio, cavolo nero e concentrato di pomodoro. Dopo circa un'ora e mezza si aggiungono alle verdure i fagioli ridotti in purea e si diluisce la minestra con acqua continuando a cuocere. Infine si aggiunge la farina gialla e si fa cuocere per altri 20 minuti.

Le controindicazioni: quando è meglio non mangiare le foglie di cavolo.

Nonostante il cavolo nero apporti numerosi benefici, risulta controindicato in alcuni casi. Ad esempio è bene evitare di assumerlo:

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori:Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista)