Capillari fragili

I capillari fragili sono un problema prevalentemente femminile, che si manifesta prevalentemente a livello delle gambe, con ematomi ed ecchimosi. Vediamo quali sono le possibili cure farmacologiche, le tecniche mediche e le sostanze naturali che aiutano a rafforzare la parete dei vasi sanguini.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
    1. Zone colpite
  2. Cause
  3. Sintomi e diagnosi
  4. Rimedi naturali
  5. Alimentazione
  6. Prevenzione
  7. Terapie mediche

Che cosa sono i capillari fragili?

Con il termine fragilità capillare si intende la tendenza dei capillari (i più piccoli vasi sanguigni del corpo che collegano la circolazione arteriosa a quella venosa) a rompersi, rilasciando il contenuto sanguigno nella zona circostante, che diventa quindi visibile sottoforma di piccoli lividi o striature sottocutanee. È un fenomeno che colpisce per la maggior parte le donne, probabilmente per una questione ormonale, gli anziani e più raramente gli uomini ed i bambini, e che si lega spesso ad altri problemi di circolazione quali le varici e l'insufficienza venosa.

Quali sono le zone più soggette a fragilità capillare?

La fragilità capillare e la conseguente rottura dei piccoli vasi sanguigni può manifestarsi in diverse zone del corpo. In particolare risultano tra le più colpite:

Rari sono invece i fenomeni di fragilità capillare in altre zone del corpo quali le mani e l'addome.

Attenzione alla gola: in quest'ultimo caso una rottura di capillari con fuoriuscita di sangue è un segnale di allarme che non va trascurato e che va immediatamente riferito al proprio medico!

Le cause di rottura dei capillari.

Nella maggior parte dei casi la rottura dei capillari ha delle cause di natura non patologica, ma talvolta può verificarsi anche a causa di patologie. Attualmente le esatte cause non patologiche che determinano la fragilità capillare non sono state ancora stabilite e si parla pertanto di un insieme di fattori di rischio che possono far insorgere il disturbo. Tra questi possiamo citare:

In alcuni casi la fragilità capillare è causata da patologie del tessuto connettivo (un tessuto che fa parte della parete dei vasi sanguigni) tra cui la sindrome di Marfan (patologia genetica che colpisce il tessuto connettivo), la connettivite autoimmune (patologia in cui il sistema immunitario attacca il tessuto connettivo), la crioglobulinemia (infiammazione dei piccoli vasi sanguigni legata alla presenza di anticorpi che vengono attivati dalle basse temperature) e la sindrome di Ehlers-Danlos (patologia che si manifesta con alterazioni dell’elasticità della pelle e delle articolazioni).

Sintomi e diagnosi di questo problema.

La fragilità capillare si manifesta con sintomi legati alla rottura dei piccoli vasi sanguigni ed al rilascio del loro contenuto nell'ambiente circostante. Tra i sintomi più comuni abbiamo:

La diagnosi viene fatta dal medico sulla base dell'anamnesi e dei sintomi, in particolare il medico chiederà quando sono comparsi i sintomi, se si assumono determinati farmaci, che stile di vita si conduce, ed esaminerà la zona colpita dalla rottura capillare.

Rimedi naturali e prevenzione sono molto utili per contrastare questo disturbo!

I rimedi naturali comprendono trattamenti fitoterapici ed omeopatici che, secondo queste discipline, possono aiutare a rafforzare le pareti dei vasi sanguigni riducendo quindi i fenomeni di rottura capillare.

Inoltre anche l'alimentazione e le misure di prevenzione rappresentano un rimedio naturale per contrastare il disturbo.

Fitoterapia.

I rimedi fitoterapici per il trattamento della fragilità capillare comprendono una serie di piante dalle proprietà benefiche per il sistema circolatorio. Tra queste quelle maggiormente utilizzate sono:

Omeopatia.

Per il trattamento dei capillari fragili mediante rimedi naturali è anche possibile ricorrere a preparati omeopatici. Tra questi i più indicati secondo gli omeopati sono:

Alimentazione: i cibi consigliati e quelli limitare.

Oltre ai rimedi fitoterapici ed omeopatici risultano molto importanti anche l'alimentazione e le misure di prevenzione.

Per quanto riguarda l'alimentazione si consiglia di assumere:

Approfondisci i benefici degli omega 3

Vanno invece limitati alimenti come:

Consigli utili per prevenire la fragilità capillare.

La prevenzione racchiude tutti quei comportamenti che possono aiutare a prevenire la fragilità capillare. In particolare si consiglia di:

Terapie mediche per contrastare i capillari fragili.

Attualmente non esistono dei veri e propri farmaci per contrastare la fragilità capillare, ma degli integratori contenenti principi attivi derivati da sostanze naturali come l'ippocastano. Nei casi più gravi tuttavia è possibile ricorrere ad interventi medici mediante terapie mirate, in particolare:

Puoi approfondire i campi di applicazione delle terapie laser.

Come abbiamo visto nell’articolo è possibile contrastare la fragilità capillare ricorrendo ai rimedi naturali e seguendo delle norme comportamentali molto semplici; tuttavia, è sempre bene

consultare il proprio medico di fiducia per scegliere insieme come intervenire nella cura dei capillari fragili.

Supervisione: Maria Grazia Cariello Collaboratori:Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista) - Dott.sa Francesca Vassallo