Cannella: proprietà terapeutiche, benefici e controindicazioni

La cannella è famosa soprattutto per il suo aroma, ma in realtà questa spezia è ricca di benefici. Ha proprietà terapeutiche come quella di calmare le infiammazioni e favorire la digestione, ma ha anche ottimi effetti sulla cura della persona in particolare per la salute della pelle. Scopriamo allora tutte le sue proprietà e le eventuali controindicazioni all'utilizzo.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche e proprietà
  2. Benefici
  3. Dosaggio
  4. Proprietà cosmetiche
  5. Controindicazioni

Proprietà della cannella.

La cannella è una delle spezie più diffuse, apprezzata per le sue caratteristiche. Si ricava dalla parte interna di fusto e rami essiccati di una pianta sempreverde coltivata in molti paesi tropicali. 

Le proprietà fitoterapiche della cannella risiedono nei principi attivi in essa presenti: polifenoli, tannini, fenilpropanoidi, terpeni, ecc.. La loro azione si può ottenere utilizzando la cannella per condire e guarnire qualsiasi piatto nell’alimentazione quotidiana.

Contiene solo 252 calorie per 100 grammi di prodotto.

Per ciò che riguarda le proprietà nutritive, questa spezia ha pochissimi grassi ed è composta prevalentemente da zuccheri, proteine e fibre. Contiene, inoltre, sali minerali come calcio, magnesio, potassio, rame, selenio e vitamine A e B.

 Vediamo,ora, quali son i suoi benefici.

Quali sono i benefici che la rendono così preziosa?

Non tutti i tipi di cannella sono uguali. Ne possiamo distinguere due varietà. In particolare: la varietà “Cinnamomum zeylanicun” è estratta da un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Lauraceae originario dello Sri Lanka, a cui sono attribuite le proprietà terapeutiche; “Cinnamomum cassia” varietà sempre cinese, alla quale appartengono proprietà terapeutiche qualitativamente inferiori.

Essendo la “Cinnamon zeylanicun” la varietà più pregiata, scopriamo quali sono le proprietà che la rendono davvero preziosa:

Dopo avere esaminato a fondo le diverse caratteristiche, possiamo affermare che la cannella fa bene.

Cannella e miele per il mal di gola

Un rimedio efficace per combattere mal di gola, tosse e sintomi da raffreddamento, è preparare un’ottima tisana a base di cannella e miele. In questo modo si associa la proprietà antimicrobica della cannella, che agisce sulle infezioni a carico delle vie respiratorie alte all’azione anti-infiammatoria del miele. Preparare questa tisana è semplicissimo: basta sciogliere un cucchiaino di cannella in polvere e due di miele in acqua calda.

Approfondisci le proprietà ed i benefici del miele.

Come assumerla? Formulazioni e dosaggio.

E’ importante introdurre la cannella nella nostra dieta ma, come per tutte le erbe e le spezie, vale la stessa regola generale: non esagerare. E soprattutto, non buttatevi a capofitto sui dolci a base di questa gradevole spezia. In tali casi, la cannella fa ingrassare!

La dose giornaliera massima consigliata è di mezzo cucchiaino di cannella al giorno.

In caso di raffreddore o tosse,o altre infezioni della mucosa, la si può utilizzare sotto forma di olio essenziale, tisane, o integratori.

La Cannella è un afrodisiaco naturale?

La cannella è nota anche per le sue proprietà afrodisiache, ma a quanto pare solo per le donne. Una disparità, questa, da attribuire al suo meccanismo d’azione: la cannella potenzia l’effetto solo degli estrogeni, ormoni prettamente femminili.

Un piccolo assaggio sulle sue proprietà cosmetiche.

La cannella, dunque, proprio per alcune delle sue proprietà, è utilizzata nella cosmesi. Detergenti e creme a base di cannella sfruttano il potere antiossidante di questa spezia ma anche la sua azione disinfettante. Alcuni cosmetici a base di cannella per la pelle, proprio per il contenuto di eugenolo (fitocomposto dalle proprietà antisettiche) vengono impiegati efficacemente contro l’acne. Questa azione antimicrobica ha reso utilizzabile la cannella anche nella produzione di dentifrici.

L’estratto della spezia viene utilizzato anche nella formulazione di creme viso che curano la fragilità capillare e prevengono l’invecchiamento grazie all’elevato contenuto in polifenoli. Ecco perché acquistare un cosmetico a base di cannella significa dare alla nostra pelle un giusto apporto nutritivo. Inoltre svolge un’efficace attività seboregolatrice e riduce i metabolismi cutanei. La cannella per il viso è un autentico toccasana!

Quando la cannella fa male? Alcune controindicazioni da tenere presenti.

Come per ogni tipo di spezia, anche la cannella è sconsiglita in determinate circostanze. In caso di ulcere o altre lesioni gastriche, ad esempio, è bene non assumerne perchè può provocare iperacidità gastrica. Per lo stesso motivo, è da evitare quando si segue una terapia con antinfiammatori non steroidei (FANS) che possono ledere il tessuto gastrico. Inoltre l’abuso di cannella può provocare diarrea perchè in grado di sollecitare lo spasmo intestinale.

Cosa importante, fa male in gravidanza e fa male al fegato.

Problemi al fegato e gravidanza. Due casi da non sottovalutare.

Attenzione particolare va alla cannella cassia che, molto usata nell’industria dolciaria, è composta da un elevato contenuto di cumarine, sostanze tossiche per le cellule epatiche se la concentrazione di tali componenti è troppo alta.

In gravidanza, invece, è bene evitare un uso continuativo di cannella, di entrambi i tipi, perchè sembra aumentare le contrazioni a qualsiasi livello e soprattutto perchè sembra essere teratogena, cioè influisce negativamente sullo sviluppo fetale.

Dopo aver scoperto assieme quali sono le proprietà e i benefici di questa spezia, è quasi doveroso, soprattutto per voi donne, tenerne in casa una quantità determinata.

Degustate, provate, assaggiate e vedrete quanto stuzzicante e stimolante sia il suo sapore.

Un pizzico di cannella al giorno renderà la vita un tantino più… profumata. Voi che ne pensate?

Supervisione: Maria Grazia Cariello Collaboratori:Dott.sa Valentina Coviello (Biologa)