Burro di karitè: proprietà terapeutiche e cosmetiche per pelle del viso e smagliature.

Il burro di karitè è un prodotto naturale ricco di proprietà terapeutiche e cosmetiche per la pelle del viso, i capelli o per combattere le smagliature. Approfondimenti sulle possibili controindicazioni e consigli su dove trovarlo e ricette utili per impiegarlo al meglio.

Burro di karitè: proprietà terapeutiche e cosmetiche per pelle del viso e smagliature

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche e proprietà
  2. Benefici terapeutici
  3. Proprietà cosmetiche
  4. Utilizzo e ricette
  5. Controindicazioni
  6. Quanto costa?
  7. Approfondimenti

Che cos’è il burro di karitè e quali sono le sue proprietà?

Il burro di karitè è una sostanza naturale che viene estratta dai frutti di un albero detto Butyrospermum parkii (o albero dell’ “Eterna Giovinezza”). Questa pianta, presente soprattutto in Africa Centrale, genera un frutto simile alla prugna, che contiene al suo interno un nocciolo legnoso che macerato e trattato adeguatamente permette di ottenere il burro di karitè puro.

A questo stato, il burro di karitè preserva tutte le sue proprietà, che però vengono perse se si esegue un processo di raffinazione.

Il burro di karitè raffinato si ottiene attraverso processi di decolorazione e deodorazione che lo rendono neutro.

Questo burro viene utilizzato per la produzione di cosmetici e prodotti dermatologici che contengono al loro interno una discreta percentuale di acqua.

Il burro puro è costituito da un’alta concentrazione di trigliceridi (grassi) e di sostanze insaponificabili, ossia acidi grassi. Queste sostanze rendono il burro di karitè uno dei pochi prodotti naturali ricchi di proprietà eudermiche, con particolari azioni rigeneranti e nutritive. Gli acidi grassi contenuti nel burro di karitè, contengono principi attivi quali butirrospermolo, karitene e alfa-beta-amirina (alcol triterpenici), che favoriscono l’attivazione del metabolismo dei fibroblasti (le cellule del tessuto connettivo che determinano la formazione di fibre elastiche, quali collagene ed elastina) promuovendo l’elasticità e la morbidezza cutanea.

Le sostanze insaponificabili del burro di karitè permettono lo sviluppo di tantissimi prodotti formulati contro gli inestetismi della pelle: gel antismagliature, creme antirughe, creme per il contorno occhi e rivitalizzanti. Non tutti questi prodotti però utilizzano il burro di karitè come ingrediente principale. A volte questa sostanza è unità ad altre per aumentarne l’efficacia, in particolare nel caso dei solari.

Proprietà terapeutiche per la pelle di viso e corpo: dai rimedi naturali alla dermatologia.

Proprietà terapeutiche del burro di karitè

Le popolazioni indigene che per prime si resero conto del potere curativo del frutto dell’ ”albero della giovinezza”, lo utilizzavano come farmaco e balsamo medicinale contro indolenzimenti muscolari, escoriazioni, piaghe, ferite, reumatismi e ustioni. Introdotto nel mondo occidentale, venne studiato attentamente per scoprire che le sue qualità curative non si limitavano solo a pelle e muscoli. Alcuni test clinici hanno dimostrato, infatti, i benefici che questo prodotto porta anche alla circolazione capillare locale, permettendo una riossigenazione tessutale e migliorando l’eliminazione dei residui del metabolismo.

I benefici del burro di karitè puro sono molteplici e svariati, anche se c’è sempre da considerare il rischio (seppure davvero limitato) di venire a contatto con agenti patogeni.

L’uso di questa sostanza risulta diffusa nella cura di alcune patologie dell’epidermide, come:

  • Dermatite Atopica
  • Dermatite Seborroica
  • Prsoriasi
  • Verruche

Queste patologie sono caratterizzate dalla formazione di squame sulla cute, prurito e infiammazione. Le proprietà emollienti del burro permettono di ridurre notevolmente la formazione delle squame, nelle prime fasi della malattia. Inoltre permette una maggiore idratazione, che comporta una riduzione del prurito e dell’infiammazione. Lo stesso effetto emolliente e protettivo può essere sfruttato anche per contrastare o curare la formazione dei geloni e per proteggere i tatuaggi.

L’elevato potere antinfiammatorio del burro di karitè, può essere impiegato per la cura delle ferite al fine di prevenire la formazione di antiestetiche cicatrici.

Mantenere l’abbronzatura con il burro di Karitè.

Un’altra proprietà del burro di karitè, che contribuisce al suo sviluppo nel settore dermatologico, sta nella sua capacità di filtrare i raggi solari.

Il burro di karitè puro da solo non è sufficiente per garantire una schermatura efficace, ma grazie all’alto contenuto di carburi insaturi, che schermano i raggi UV, accompagnato ad altre sostanze in combinazioni adeguate aumenta sensibilmente l’effetto protettivo ed emolliente dei prodotti solari.

Infatti le sue proprietà nutrienti permettono alla pelle esposta al sole di non seccarsi, nè screpolarsi.

Il burro di karitè è anche un ottimo strumento per il fissaggio dell’abbronzatura. Grazie all’abbondante presenza di vitamina E, non ci fa abbronzare di più, ma ci aiuta a mantenere a lungo il colorito così duramente conquistato.

Per un mantenimento più efficace dell’abbronzatura, spalmate il burro (meglio se contenuto in lozioni o creme idratanti) su tutto il corpo dopo ogni doccia.

In gravidanza contro le smagliature e per proteggere il seno durante l’allatamento.

Le donne in stato di gravidanza, sia prima che dopo il parto, sono soggette a condizioni che possono portare alla formazione d’inestetismi difficili da rimuovere, in particolare le smagliature su seno, fianchi, glutei e pancia.

L’uso del burro di karitè, sia puro che raffinato, grazie ai suoi elementi altamente elasticizzanti, può fare molto per contrastare questo fenomeno.

Approfondisci perchè e come si formano le smagliature e come prevenire il fastidioso inestetismo.

Tra le zone più colpite c’è senz’altro il seno che deve subire la fase di allattamento. Già dalle prime poppate, questa zona estremamente delicata può subire irritazioni e fastidi, in particolare molte donne sono soggette alla formazione di ragadi, ulcerazioni dolorose del capezzolo.

La formazione delle ragadi è dovuta quasi sempre ad un attaccamento scorretto del bambino al seno per cui, per evitarla, occorre che il bimbo prenda in bocca non solo il capezzolo ma anche l’areola. In ogni caso, se volete essere più sicure, i prodotti a base di burro di karitè sono altamente consigliati per prevenire la formazione di queste ulcerazioni.

Grazie alle proprietà lenitive ed emollienti della sostanza, il seno apparirà sempre elastico e idratato. Ma attenzione a non usarlo prima della poppata, il bimbo potrebbe ingerirlo!

Anche per i neonati il burro di karitè è una sostanza eccezionale, spalmato sulla pelle del piccolo aiuta a prevenire gli arrossamenti e le irritazioni dovute al contatto con il pannolino.

Proprietà cosmetiche: burro di karitè per la cura dei capelli.

Proprietà cosmetiche del burro di karitè

 I prodotti a base di burro di karitè vanno bene per tutti i tipi di capelli, anche se sono consigliabili soprattutto per chi ha i capelli da normali a secchi. In generale garantiscono:

  • morbidezza
  • luminosità
  • definizione (nel caso di capelli ricci)
  • nutrimento profondo

Gli impacchi vanno applicati sui capelli bagnati, solo sulle lunghezze (evitate accuratamente il contatto con la cute se non volete che i capelli si appesantiscano eccessivamente), solitamente in soluzioni pre-lavaggio, ma esistono alcuni prodotti a base di burro di karitè che possono essere applicati anche sui capelli asciutti per ammorbidirli.

Il burro di karitè risulta essere anche un buon alleato per la prevenzione delle doppie punte. In questo caso dovrete eseguire un leave-in, che consiste nell’applicare un po’ di burro sulle lunghezze ancora bagnate senza risciacquare, in questo modo potete preservare l’integrità delle punte.

Il burro di karitè fa molto bene ai capelli, siano questi di una donna o di un uomo, ricci o lisci, crespi o secchi. Non fa miracoli, nel senso che non arresta la caduta dei capelli ma può aiutare a limitarla, non schiarisce i capelli ma permette di mantenere un colore brillante e riflessi splendenti.

Proprietà nutritive ed emollienti per la cura della pelle di viso e corpo.

Le proprietà idratanti, nutrienti e rassodanti del burro di karitè, lo rendono un ottimo ingrediente sia per il corpo che per il viso, sia usato puro che miscelato ad altri oli come quello di mandorle.

Risulta molto efficace per il contorno occhi, al fine di contrastare borse, occhiaie e rughe.

Può aiutare ad eliminare le macchie e le cicatrici dell’acne, in quanto le sue proprietà cicatrizzanti contribuiscono ad alleviare l’infiammazione dei tessuti connettivi. Si può utilizzare in lozioni o direttamente in saponette, applicando i prodotti sul viso due volte al giorno, quotidianamente.

In generale non ha controindicazioni per la cute, per cui può essere usato su qualsiasi tipo di pelle.

Nella fattispecie:

  • Pelle secca: questo è senz’altro il tipo di pelle che può beneficiare al massimo di questo burro straordinario, che ne mantiene l’idratazione e la morbidezza per tutto il giorno e ne garantisce il nutrimento di notte.
  • Pelle normale o mista: anche una pelle che abbia già naturalmente un buon livello di idratazione, ha bisogno di validi alleati per mantenerla. Quindi anche in questo caso il burro di karitè si conferma come tale, magari usato anche solo per la notte o alternato ad oli o creme un po’ meno intensi.
  • Pelle grassa: Nonostante i luoghi comuni, è proprio la pelle grassa ad avere bisogno di più idratazione, perchè quell’eccesso di sebo che si nota in superficie, non è altro che un tentativo della pelle di controbilanciare la secchezza. Si può quindi consigliare l’uso del karitè anche a chi ha la pelle grassa, facendo particolare attenzione ad eliminarne gli eccessi, magari con un tonico astringente a base di lavanda!
  • Pelle matura: Il burro di karitè ha comprovate proprietà anti-invecchiamento, perciò si delinea come un prodotto straordinariamente indicato per le pelli mature. Aiuta a rimpolpare i tessuti, a distendere le rughe già presenti e a prevenire la formazione di nuove.

La cosa migliore è sempre procedere per tentativi ed errori e sperimentare, perchè ogni pelle è un tipo di pelle a sé stante e anche a seconda del periodo dell’anno le nostre esigenze possono variare anche parecchio.

Unghie al top con il karitè!

Anche per le unghie fragili e che si spezzano facilmente, le creme a base di burro di karitè sono un vero e proprio toccasana. Le vitamine contenute in esso, aiutano a rinforzare le unghie, nutrendole in profondità e rendendole di gran lunga più resistenti.

Provare per credere:

Ricoprite mani e unghie con un generoso strato di karitè e mettetevi dei guanti di lattice. Teneteli su per una ventina di minuti e poi risciacquate il tutto. Adesso procedete come di consueto alla vostra manicure (rinforzante, smalto).

L’effetto sarà sorprendente!

Come si usa? Ricette (estetiche) a base di burro di karitè.

Vediamo ora insieme alcune ricette fai da te per creare impacchi e lozioni a base di burro di Karitè per i capelli e non solo.

Crema corpo nutriente:

Ingredienti:

  • 50 ml di burro di karitè
  • 50 ml di acqua
  • ½ cucchiaino di caffè
  • Vitamina C in pastiglie (1)

Procedimento:

In un pentolino versa il burro di karitè, l’acqua e il caffè, mescolando di continuo fino a ebollizione. A fuoco basso fai bollire per circa mezz’ora sempre mescolando. Dopodiché aggiungi la vitamina C e lasci raffreddare la soluzione a temperatura ambiente. Una volta fredda, con l’aiuto di un cucchiaio rimuovi la parte solida (il burro) e getta l’acqua rimasta. Il burro ottenuto avrà un odore più lieve e un colore più chiaro che verte verso il bianco.

Maschera nutriente pre-shampoo:

Ingredienti:

  • burro di karitè
  • olio di jojoba
  • olio di ricino
  • olio di mandorle dolci
  • 2 cucchiaini di ogni ingrediente

Da aggiungere secondo il tipo di capelli:

  • 1 goccia di olio essenziale di salvia per capelli secchi;
  • 1 goccia di olio essenziale di rosmarino o tea tree per capelli grassi;
  • 1 goccia di olio essenziale di lavanda per capelli con forfora;

Procedimento:

In un contenitore resistente al calore (anche una tazza) mescolate tutti gli ingredienti e, dopo averli messi a bagnomaria, aggiungete la goccia dell’olio essenziale che avete scelto secondo il tipo di capelli. Dopo aver ottenuto una miscela non troppo densa, inumidite i capelli con acqua tiepida e stendete la maschera uniformemente dalla radice alla punta dei capelli. Ricoprite con della pellicola e lasciate riposare per almeno un’ora. Dopodiché, rimuovete la pellicola e riscaldate la testa con il phon a temperatura media per qualche minuto. Effettuate un lavaggio normale dei capelli, senza applicare il balsamo. I vostri capelli saranno più nutriti e splendenti che mai!

Crema anti-cellulilete:

Ingredienti:

  • 2 cucchiai di burro di karitè puro;
  • 2 cucchiai di olio di jojoba o di mandorla;
  • 5 gocce di olio essenziale di lavanda;
  • 5 gocce di olio essenziale di pompelmo;
  • 5 gocce di olio essenziale di limone;
  • 5 gocce di olio essenziale di arancio;

Preparazione:

Fate sciogliere lentamente il burro di karitè a bagnomaria in una terrina. In un recipiente a parte unite gli oli essenziali all’olio di jojoba, mescolando in modo da ottenere un composto uniforme. Unite quest’ultimo al burro di karitè, miscelandoli e facendoli sciogliere per bene. Una volta ottenuto il composto desiderato, potete utilizzarlo subito, spalmandolo sulla zona interessata, o conservarlo, riponendolo in un vasetto di vetro scuro (è importante che non passi la luce!) e lascianrlo solidificare.

Applicando questa crema ogni giorno, i risultati saranno visibili già dopo una sola settimana.

E infine, dopo tanti consigli per le donne, eccone uno molto utile per i maschietti:

Schiuma da barba:

Ingredienti

  • 100 ml di gel di aloe vera
  • Due cucchiai di burro di karitè
  • Due cucchiai di olio d’Argan
  • 20 gocce di olio di menta piperita
  • 20 gocce di olio di rosmarino

Il procedimento è semplicissimo, basta mescolare insieme tutti gli ingredienti e la schiuma da barba è pronta per l’uso!

Applichiamo il karitè puro!

L’odore del karitè grezzo è lieve e gradevole, per cui, oltre che in creme e lozioni varie, si può anche usare così com’è, quindi puro. Basta sfregarlo per bene tra le mani, in modo che il calore lo rende facile da applicare e più agevolmente assorbibile per la pelle e...voilà:

  • Maschera per i capelli (da lasciare in posa da mezz’ora a tutta la notte)
  • Cera modellante (da usare sui capelli asciutti)
  • Idratante viso
  • Idratante corpo
  • Balsamo per le labbra
  • Crema mani (più indicato nel caso faccia particolamente freddo!)

Possibili controindicazioni all’uso del karitè.

Come quasi tutte le sostanze naturali, anche il burro di karitè presenta qualche controindicazione. Ma come sempre, se se ne fa un uso moderato, queste sono pressoché insignificanti.

Abbiamo già visto che questa sostanza tende ad ungere e quindi si può pensare che porti ad ingrassare la pelle, in realtà, l’abuso di questa sostanza sembra avere effetti contrari, ossia tenderebbe a seccare la pelle. Ma per chi ne fa un uso regolare e moderato questo rischio non è da tenersi in considerazione.

Per quanto riguarda le forme allergiche, generalmente il burro di karitè e i prodotti che lo contengono sono anallergici. Per cui non dovrebbero esistere effetti collaterali in questo senso, ma dato che prevenire è meglio che curare, se siete soggetti a queste intolleranze chiedete consiglio al medico o al farmacista prima di usare tali prodotti.

In ogni caso leggete bene gli ingredienti riportati sulla confezione, e fate particolare attenzione al nichel se ne siete allergici. Il burro di karitè non contiene nichel, ma potrebbe essere miscelato con altri elementi che lo contengono.

Infine il burro di karitè non è comedogeno, per cui state tranquilli, non provoca l’insorgenza di quei fastidiosissimi punti neri!

Costi del burro, puro e raffinato, dalle mille proprietà.

Il burro di karitè puro si trova in commercio in erboristeria, in farmacia oppure online. Nelle erboristerie e farmacie il prezzo varia da un minimo di 40 euro al Kg a un massimo di 300, ma considerando che la vendita è limitata a flaconi di circa 100 ml, il prezzo risulta molto più basso. I prezzi sul web non sono tanto diversi, se si considerano le spese di spedizione il risparmio è veramente piccolo.

Il burro di karitè puro è reperibile anche nelle botteghe del commercio equo e solidale. In questi negozi alternativi, avrete la sicurezza di acquistare un prodotto spesso biologico, puro al 100%, in quanto la compra-vendita avviene direttamente tra produttore e commerciante. I prezzi per i prodotti in questo caso sono leggermente più elevati, circa 90 € al Kg. Ciò è dovuto al fatto che, solitamente, il venditore si accerta della provenienza del prodotto di persona. Ma dato che la raccolta dei frutti e l’estrazione del burro vengono eseguiti per lo più da donne e bambini del luogo e che il ricavato arriva quasi tutto a loro, vale la pena spendere un po’ di più!

Il burro di karitè raffinato si trova molto più facilmente rispetto a quello puro (perfino nei supermercati!) ed ha un costo minore. Difatti, nonostante il processo di raffinazione costi di più al produttore, le principali qualità del burro vengono perse durante la lavorazione. In questi casi le qualità del burro vengono abbinate a quelle di altri prodotti e conseguentemente la purezza del burro non è più tanto elevata. I prezzi per questo prodotto variano da 24 a 80 euro al Kg.

Curiosità: il burro di karitè per uso alimentare.

Forse non sapevate che la maggior parte della produzione di burro di karitè viene realizzata per farne cioccolata. Ciò è dovuto alla somiglianza, sia in composizione sia in proprietà, fra il burro di Karitè e il burro di Cacao. Tra le popolazioni africane, il burro di karitè viene utilizzato anche come condimento al pari di un olio da tavola. Difatti, grazie alla presenza di vitamine E ed A, ad azione antiossidante, l’olio estratto dal karitè risulta essere molto nutriente e benefico.

Come abbiamo visto, il burro di karitè si presta agli usi più svariati e interessanti. Basta poco per scoprire in che modo si possa adattare al meglio alle nostre esigenze e in che modo possa anche essere d’aiuto per alleviare qualche piccolo fastidio

Supervisione: Collaboratori: Dott.ssa Daniela Curatolo (Ingegnere biomedico) - Silvia Barcellona

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Burro di karitè: proprietà terapeutiche e cosmetiche per pelle del viso e smagliature"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...