Bagno turco: cos'è? Benefici e controindicazioni.

Il bagno turco è un trattamento molto diffuso in Medio Oriente e da un pò di anni a questa parte, è diventata una prassi molto diffusa anche nel mondo occidentale.Non si tratta di un semplice trattamento estetico, ma di una vera e propria terapia curativa, che apporta numerosi benefici.Quando farlo? Ha controindicazioni? Approfondiamo il tema.

Bagno turco: cos'è? Benefici e controindicazioni

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Benefici
  3. Consigli
  4. Controindicazioni
  5. Approfondimenti

Che cos’è il bagno turco? Origini e caratteristiche.

Il moderno bagno turco si svolge in un ambiente in cui la temperatura raggiunge i 50 gradi e l’umidità raggiunge il 90 - 100% creando una nuvola di vapore che avvolge il corpo. Le temperature vanno sfumando dall’alto verso il basso: all’altezza della testa si sfiorano i 40° o 50°, per poi diminuire, all’altezza dei piedi, fino a 20°.

Il percorso obbligato prevede il passaggio da

  • una sala molto calda, chiamata harara, dove bisogna sostare per almeno quindici minuti;

  • una sala tiepida,dove sostare per alcuni minuti per attenuare il brusco trapasso dal caldo al freddo,

  • per poi terminare con l’immersione di pochi minuti in una vasca di acqua fredda per rassodare e tonificare meglio la pelle e i muscoli.

Al passaggio attraverso le tre sale, seguono i massaggi rilassanti con oli essenziali della durata di circa 20 minuti.

Il bagno turco ha origini antichissime, furono, infatti, gli egiziani a scoprire gli effetti benefici del bagno di vapore, tradizione passata poi ai romani che facevano delle loro terme un vero e proprio luogo di incontro e di coesione sociale. Gli arabi ripresero l’utilizzo del bagno di vapore creando le hammam, molto simili alle terme che oltre ad avere una funzione di rilassamento fisico e mentale avevano anche significato religioso.

Le terme romane si componevano di tepidarium, calidarium, laconicum e frigidarium e le sedute consistevano nel passaggio graduale attraverso queste sale:

  • il tepidarium era la sala dell’aria tiepida;

  • il calidarium era la stanza con aria molto calda;

  • il laconicum, era una sala con aria secca ad altissima temperatura;

  • il frigidarium era la sala fredda.

Benefici del bagno di vapore: effetti per il corpo e per la mente.

Sarebbe davvero riduttivo attribuire al bagno turco benefici meramente estetici, gli effetti del vapore ed il passaggio da caldo a freddo, apportano all’organismo anche numerosi benefici terapeutici:

  • Purifica la pelle. Grazie alla grande quantità di vapore caldo il bagno turco favorisce la dilatazione dei pori e facilita l’espulsione delle tossine e delle scorie che si accumulano nell’epidermide, rendendo la pelle più sana, idratata ed elastica.

  • Purifica l’organismo. La sudorazione consente inoltre di purificare l’organismo eliminando tutte le sostanze tossiche dal fegato e dai reni.

  • Contrasta la cellulite. L’azione disintossicante del sudore e l’eliminazione dei liquidi in eccesso che ristagnano nei tessuti sottocutanei aiutano a migliorare l’inestetismo.

Puoi approfondire gli altri trattamenti anticellulite.

  • Migliora la circolazione. L’alternanza caldo - freddo con conseguente vasodilatazione e vaso costrizione esercita una ginnastica vascolare che rinforza i vasi e migliora la circolazione sanguigna.

  • Attenua il dolore articolare. Il calore dilata i vasi sanguigni, attenuando quindi le sensazioni di dolore.

  • Contrasta le malattie infettive.La vasodilatazione prodotta dal calore aumenta anche la reattività del sistema immunitario e linfatico eliminando gli agenti virali che non sopravvivono ad alte temperature.

  • Contrasta acne, dermatiti, dolori reumatici e tutte le infiammazioni.

  • Cura il raffreddore. Calore e sudore decongestionano le mucose e permettono di espellere i muchi in eccesso.

  • Riduce lo stress. Oltre ad avere un effetto tonificante sul nostro corpo, il bagno turco ha effetto rilassante sul nostro sistema nervoso e contrasta anche gili stati di insonnia.

  • Aiuta a mantenere il peso. Migliora il metabolismo, aumentandone la velocità e rendendo più facile il dimagrimento.

Consigli: quando e come effettuare il bagno turco?

Per ottenere i molteplici benefici del bagno di vapore è consigliabile ripetere l’esperienza due o tre volte la settimana.

La sosta nella sala con vapore caldo dovrebbe durare circa 15 minuti ma il tempo di tolleranza dello stress termico può variare da persona a persona.

Il bagno turco è l’ideale la sera prima di cena, magari dopo una bella doccia tiepida e dopo aver frizionato il corpo con dell’olio d’oliva, ma ad ogni modo anche se effettuato la mattina o nella pausa pranzo, questo trattamento risulterà comunque benefico.

Prima della seduta è opportuno frizionare il corpo con un guanto di crine per eliminare le cellule morte e consentire una maggiore dilatazione dei pori.

Evitare di mangiare appena prima di entrare nel bagno di vapore che potrebbe interferire con la digestione.

Durante la seduta è consigliabile stare sdraiati per favorire la circolazione.

Dopo il bagno è necessario reintegrare i liquidi ed i sali minerali persi con la sudorazione bevendo acqua o succhi di frutta.

Dopo l’immersione in una vasca di acqua fredda o dopo la doccia è meglio concedersi una mezz’ora di riposo prima di intraprendere altre attività per consentire al corpo di ritrovare la giusta temperatura.

Dopo un bagno di vapore è consigliabile non utilizzare saponi aggressivi perchè la pelle è disidratata e facilmente irritabile. Molto indicate sono invece creme idratanti e nutrienti o massaggi con oli.

Controindicazioni dell’hammam.

Il bagno turco, pur essendo un trattamento, come abbiamo visto, benefico nella maggior parte dei casi, non è proprio congeniale a tutti: il brusco passaggio dal caldo al freddo a cui si è sottoposti può risultare dannoso in alcuni casi. Il bagno turco è, infatti controindicato a

  • chi soffre di disturbi cardiovascolari o arteriosi, perchè i bruschi cambi di temperatura sottopongono il cuore ad un lavoro supplementare;

  • chi soffre di ipo o ipertensione non deve sottoporre il proprio organismo ad un trattamento così intensivo, a variazioni tanto brusche;

  • chi soffre di fragilità capillare o vene varicose perchè il calore provoca vasodilatazione;

  • chi è affetto da malattie renali perchè l’ aumento della circolazione sanguigna può affaticare maggiormente i reni.

  • donne con mestruazioni, poichè la vasodilatazione può comportare emorragia.

Si raccomanda, per questo, una buona visita medica prima di iniziare a frequentare un hammam che, per quanto piacevole, potrebbe trasformarsi in un vero e proprio pericolo per il nostro organismo, qualora non siano state prese le giuste precauzioni.

Supervisore: Maria Grazia cariello

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Bagno turco: cos'è? Benefici e controindicazioni"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...