Alimenti afrodisiaci: quali sono? Cibi afrodisiaci per uomo e per donna.

Quali sono gli alimenti afrodisiaci? Verità e falsi miti sui cibi ritenuti capaci di aumentare le prestazioni sessuali. Scopriamo i cibi più adatti all'uomo e alle donne, le ricette per un menù completo ed anche i possibili effetti collaterali a cui si può andare incontro assumendo dosi eccessive di questi afrodisiaci naturali.

Alimenti afrodisiaci: quali sono? Cibi afrodisiaci per uomo e per donna

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Quali sono?
    1. Cibi afrodisiaci
    2. Spezie
    3. Essenze naturali
  3. Ricette
  4. Approfondimenti

Alimenti afrodisiaci? Quali sono e che carratteristiche hanno.

La credenza che esistano determinati cibi che, più di altri, favoriscono il desiderio o le prestazioni sessuali è diffusa sin dall’ antichità; furono proprio i greci a chiamare queste sostanze “afrodisiaci” dal nome della dea della bellezza e dell’eros, Afrodite. Tuttavia c’è da dire che gli afrodisiaci come li intendevano a quel tempo erano diversi da come li intendiamo noi oggi: allora si consideravano determinati cibi favorevoli alle prestazioni perlopiù basandosi sulla forma o sul colore; ad esempio, gli asparagi, dalla forma fallica, erano considerati afrodisiaci per le donne, mentre il fico, con il suo colore rosso e la sua consistenza polposa, era molto consumato dagli uomini che vi intravedevano una riproduzione dell’organo genitale femminile.

Oggi le cose sono cambiate, poiché la scienza è intervenuta a far chiarezza sulla veridicità delle antiche credenze, decretando che per la maggior parte si tratta di suggestioni; è noto che alcune sostanze, come ad esempio il peperoncino, hanno un’azione stimolante per l’uomo, ma definirli afrodisiaci è un po’ un’esagerazione. Pura fantasia quindi? No, si tratta del cosiddetto “effetto placebo”: probabilmente mangiare ostriche e champagne in un ristorante di lusso, con accanto una bella donna, magari in una ricorrenza particolare, può avere per un uomo un effetto afrodisiaco; le stesse ostriche mangiate a casa davanti ad un noioso film con il più noioso dei nostri amici forse non faranno lo stesso effetto.

Ci sono tuttavia dei cibi che, seppur non vadano intesi come afrodisiaci in senso stretto, hanno proprietà vasodilatatorie ed aiutano a migliorare le prestazioni, cibi che incrementano la produzione di liquido seminale nell’ uomo, o l’elasticità dei tessuti vaginali della donna. Di questi, e di molte altre sostanze che sono ritenute afrodisiache nella credenza popolare,faremo una breve panoramica nel paragrafo che segue, distinguendoli in cibi veri e propri, spezie ed essenze naturali.

Cibi, spezie ed essenze afrodisiache per uomo e per donna.

Vediamo quindi quali sono gli alimenti e le sostanze che possono avere un effetto stimolante sull’uomo e sulla donna, da cosa derivano queste “proprietà afrodisiache” e come beneficiarne.

Cibi afrodisiaci tra verità e legenda.

Caviale, ostriche: li troviamo tra i principali cibi afrodisiaci in quanto contengono zinco e fosforo, sali minerali essenziali nella formazione del liquido spermatico, e pertanto hanno maggiore efficacia nell’uomo.

Senape: può essere assunta sotto forma di salsa oppure di bacche, eventualmente grattugiate su altri cibi, agisce stimolando l'azione delle ghiandole sessuali; delle tre varietà presenti in natura, cioè bianca, nera e gialla, fin dai tempi dei romani la prima era ritenuta afrodisiaca sia per l’uomo che per la donna.

Mandorle: ricche di vitamina E e particolarmente energetiche sono ritenute fin dal medioevo capaci di aumentare il desiderio sessuale, sia per l’uomo che per la donna, forse proprio grazie alle proprietà nutritive che danno la giusta carica energetica.

Approfondisci le proprietà delle mandorle.

Fichi: utilizzati sin dagli antichi greci, si credeva che agissero incrementando la fertilità; ancora oggi sono considerati frutti afrodisiaci. In passato la loro forma simile ai genitali femminili li rendeva più consumati dagli uomini che dalle donne.

Cacao: ricco di magnesio, aiuta il rilascio di serotonina, l’ormone della felicità”; è contenuto, principalmente, nel cioccolato fondente, in particolar modo in quello cui esso sia presente almeno al 70%. Agisce indistintamente per l’uomo e per la donna.

Puoi approfondire i benefici del cioccolato fondente.

Champagne: come tutti gli alcolici, può avere all’inizio un’azione anti-inibitoria, soprattutto per le donne; in realtà bisogna stare attenti a non esagerare, altrimenti si rischia di ottenere l’effetto contrario.

Asparagi: le proprietà afrodisiache degli asparagi erano già note ai latini, che pensavano che essi contribuissero ad incrementare la produzione di liquido seminale; Ricchi di potassio, fibre, e vitamine stimolano gli ormoni maschili.

Avocado: la scoperta del loro potere afrodisiaco si deve agli Aztechi, infatti, la stessa parola “avocado” in azteco voleva dire “testicolo”; il frutto era quindi principalmente consumato dagli uomini. Anch’esso, è ricco di di vitamine e minerali ed ha un alto contenuto calorico ed è considerato un afrodisiaco perchè fornisce molta energia.

Spezie afrodisiache: tra verità e falsi miti.

Le spezie sono un altro dei tanti modi per consumare gli afrodisiaci: basta una piccola spolverata sulle pietanze che più ci piacciono, e l’effetto è assicurato.

Peperoncino. Tra i tanti afrodisiaci, il peperoncino è uno dei pochi cui l’efficacia è scientificamente provata; contiene, infatti, vitamina E, che incrementa il desiderio sessuale, ed è, inoltre, un vasodilatatore, per cui migliora la circolazione del sangue, soprattutto nelle zone dei genitali; utile sia per l’uomo che per la donna.

Approfondisci le proprietà benefiche del peperoncino

Vaniglia. Utile contro la mancanza di desiderio nell’uomo e nella donna, la vaniglia agisce sul sistema nervoso centrale.

Zafferano: agisce come stimolante, in particolare nelle zone erogene, e migliora la circolazione del sangue, sia nell’uomo che nella donna; attenzione però a non esagerare nelle quantità, perché un dosaggio eccessivo (oltre 20 g) può avere effetti collaterali anche gravi.

Anice: utile a risvegliare il desiderio sessuale, come già avevano capito gli antichi Romani; per potenziarne l’efficacia l’assunzione dovrebbe avvenire principalmente masticandone i semi.

Coriandolo: utile soprattutto delle donne, nelle quali hanno effetto soprattutto i semi essiccati messi in infusione, che provocano uno stato di ebrezza simile a quello provocato dall’alcool.

Chiodi di garofano: agiscono principalmente a livello mentale, stimolando di conseguenza anche il corpo, tanto nell’uomo quanto nella donna.

Noce moscata: proveniente dall’ Indonesia, e usata in quelle zone come spezia multiuso; le sue proprietà afrodisiache hanno effetto soprattutto sugli uomini, che comunque devono fare attenzione a non abusarne in quanto ha anche proprietà allucinogene.

Origano: usato sotto forma di infuso, aiuta contro la mancanza di desiderio sia nella donna che nell’uomo, in particolar modo se essa ha origine da problemi digestivi o comunque intestinali.

Essenze naturali.

Per essenze intendiamo tutte quelle sostanze presenti in natura, reperibili nelle erboristerie, e perlopiù destinate all’ uso esterno. Vediamo quali, secondo la fitoterapia, posseggono proprietà afrodisiache:

Gelsomino: usato come sostanza stimolante sia per l’uomo che per la donna in quanto stimola la produzione di endorfine e quindi migliora l’umore, rilassare i nervi; se ne consiglia l’uso sotto forma di essenza sciolta nell’ acqua, quindi per bagni rilassanti, o negli oli da massaggio.

Arginina: aminoacido presente nei cibi, soprattutto nel latte di cocco, nei latticini, nella carne, nella frutta secca e nelle uova; è particolarmente indicato come afrodisiaco perchè agisce come vasodilatatore, quindi incrementa il desiderio e le prestazioni sessuali.

Damiana: pianta di origine messicana, si ritiene abbia effetti simili al progesterone; pertanto svolge un’azione stimolante e migliora il desiderio e la prestazione sessuale. Da consumare sotto forma di infusi.

Maka (o Maca): radice di origine peruviana, simile al ginseng; ha effetti sia nella produzione dello sperma, quindi negli uomini, sia come stimolante nelle donne. Da consumare sotto forma di infusi.

Ginkgo Bilboa: pianta tipica cinese con effetti vasodilatatori, utile nel migliorare il desiderio sessuale; da consumare sotto forma di infusi.

Yohimba: pianta originaria delle regioni dell’Africa occidentale, è considerata l’antenata del moderno Viagra, in quanto si ritiene che svolga un’azione utile contro le disfunzioni erettili.

Ricette afrodisiache: menù completo.

Volete preparare una cenetta al vostro lui o alla vostra lei ma avete paura di eccedere con le dosi? Seguite le ricette che vi proponiamo nel paragrafo che segue, e l’effetto sarà assicurato!

Abbiamo preparato per voi un menù afrodisiaco dall’ antipasto al dolce, da provare a riprodurre per intero o semplicemente per trarne qualche spunto. Buon appetito!

Antipasto: Asparagi avvolti in crudo e pasta sfoglia

  • 2 asparagi verdi

  • 10 gr di Grana Padano in scaglie

  • Pasta sfoglia q.b.

  • 2 fette di prosciutto crudo

  • 1 uovo

Dopo aver bollito gli asparagi per circa 10 minuti in acqua salata, toglieteli dal fuoco e lasciateli asciugare. Stendete le fette di prosciutto crudo e adagiatevi sopra le sfoglie di Grana e un asparago, e arrotolate il tutto. Fate la stessa operazione con la pasta sfoglia, a formare come degli involtini che poi spennellerete con l’uovo sbattuto e porrete in forno a 200° per 15 minuti.

Primo: Linguine alle mandorle

  • 200gr di linguine (o altra pasta a vostra scelta)

  • 100gr di ricotta 2 cucchiai di mandorle tritate

  • Prezzemolo

  • Sale

  • Pepe e parmigiano q.b.

Fate lessare la pasta e quando sarà ben cotta unite nella stessa pentola la ricotta, le mandorle e il parmigiano. Servite e spolverate ogni piatto con pepe nero e prezzemolo a vostro piacimento.

Secondo: Pollo allo zafferano

  • 200gr di petto di pollo

  • 1 carota

  • 1 cipolla

  • Zafferano

  • Olio

  • Sale

  • Limone q.b.

Tagliate il pollo a pezzettini e lasciatelo rosolare in padella con l’olio; quando assumerà un colore dorato aggiungete la carota e la cipolla precedentemente tagliate a pezzetti. Quando anche carota e cipolla saranno cotte al punto giusto aggiungere lo zafferano e, a fine cottura, il succo di mezzo limone. Delle varianti alternative prevedono l’aggiunta di yogurt prima di servire, e l’accompagnamento del piatto con del riso basmati.

Contorno: Avocado lime e peperoncino

  • 1 avocado

  • 1 lime

  • 1 peperoncino

  • Olio extravergine

  • Prezzemolo

  • ciucchiano di zucchero di canna

Taglia il peperoncino a filetti sottili ed aggiungilo al succo del lime. Aggiungi lo zucchero ed amalgama bene. Taglia l’avocado a fette sottili e cospargile con la salsina.

Dolce: Fonduta di cioccolato e frutta di stagione

  • Cioccolato fondente q.b.

  • Frutta di stagione

Fate fondere il cioccolato riponendolo in un contenitore che mantenga il calore, e tagliate a rondelle o a pezzettini la frutta. Degustate intingendo la frutta nel cioccolato.

Supervisore: Maria Grazia Cariello

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Alimenti afrodisiaci: quali sono? Cibi afrodisiaci per uomo e per donna"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...