Alimentazione Rugby.

L’alimentazione per il rugby segue più o meno le stesse linee dell’alimentazione che dovrebbe seguire ogni sportivo, ovvero mangiare tutti i macro e micronutrienti in quantità tali da coprire il fabbisogno, in relazione anche al tipo di allenamento.

Alimentazione Rugby

Regole alimentari per i rugbisti.

Oltre alle quantità, che come già detto vanno scelte in modo del tutto soggettivo, è possibile delineare anche per i rugbisti delle linee generali che andrebbero rispettate, ed in particolare:

  • fare sempre tre pasti principali e due spuntini, che possono salire anche a tre, o addirittura a quattro nei giorni in cui ci si allena;
  • per non lasciare l’organismo a digiuno per un periodo di tempo troppo lungo, potrebbe risultare utile fare anche uno spuntino circa mezz’ora dopo l’allenamento, ed un ultimo, anche più piccolo, prima di andare a letto.

In teoria  bisognerebbe cercare di non tenere mai l’organismo completamente a digiuno per più di tre ore, tenendo comunque presente che l’ultimo pasto deve essere fatto almeno un paio d’ore prima dell’allenamento o della gara.

Programma alimentare tipo.

L’alimentazione del rugbista quindi dovrebbe prevedere uno schema di questo tipo:

  • Colazione molto abbondante con latte, scremato totalmente o parzialmente, fette biscottate con marmellata o cereali.
  • Spuntino con yogurt magro o frutta di stagione e biscotti.
  • Pranzo con pasta (o altro tipo di carboidrati complesso come riso, pane o patate), con e legumi, o carne magra o altro tipo di proteine magre come pesce, albume d’uovo, formaggi magri, etc…; più verdura e frutta senza particolari limitazioni.
  • Spuntino pomeridiano sempre a base di yogurt frutta o anche con un piccolo panino con prosciutto senza grasso, tacchino o altro tipo di proteine magre.
  • Cena, più o meno come il pranzo, tenendo presente però che è meglio ridurre leggermente il quantitativo di carboidrati per stare un po’ più leggeri.
  • Spuntino pre notte con un piccolo panino con proteine sempre magre.

La  qualità degli alimenti.

Come intuibile quindi il rugbista deve comunque prestare una certa attenzione alla qualità degli alimenti, il che vuol dire da un lato cercare di ridurre al massimo il consumo di alimenti ricchi di grassi, come particolari tipi di carne ed insaccati, alcuni tipi di formaggi, bevande alcooliche, dolci, etc… e dall’altro prestare attenzione alla modalità di preparazione degli alimenti prediligendo cotture semplici come il vapore, o la griglia.

Naturalmente va precisato che queste sono indicazioni che valgono per un atleta che gode già di un buono stato di forma fisica in alcuni casi infatti può essere necessario ricorrere ad una dieta per perdere peso che sia quindi leggermente più privativa, per ritrovare il proprio peso forma, mentre atleti ben preparati o che seguono allenamenti molto intensi possono avere bisogno di ulteriori integrazioni per trovare il giusto equilibrio tra nutrizione ed allenamento.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Alimentazione Rugby"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...