Acidità di stomaco: cause, rimedi, sintomi, dieta e cure naturali

L'acidità di stomaco è frequente e fastidiosa, conoscere le cure efficaci, i rimedi naturali e la dieta adatta per evitare l'infiammazione della mucosa è utile per lenire i sintomi ed evitare che il disturbo sfoci in patologie più serie.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Sintomi
  3. Cause
  4. Rimedi
    1. Dieta
    2. Rimedi naturali
    3. Farmaci

Cos'è l'acidità di stomaco?

Difficile trovare qualcuno che non ne abbia mai sofferto neppure sporadicamente: l’acidità di stomaco è un disturbo ormai molto diffuso, condizionato, oltre che da fattori genetici, anche e soprattutto da fattori ambientali. Ma di cosa si tratta e quali sono i sintomi che caratterizzano l’acidità gastrica?

L’acidità di stomaco si riferisce a una sensazione avvertita dal paziente, che può essere accompagnata da altri sintomi come bruciore, gonfiore, alito cattivo, dolore addominale… Questo perchè l’acidità gastrica accomuna diverse patologie dell’apparato gastroenterico.

Cominciamo con lo scoprire qual’è il meccanismo fisiologico porta alla comparsa di questo disturbo.

Come insorge?

L’acidità, o bruciore di stomaco, o pirosi, è un disturbo che può dipendere causato da un‘eccessiva produzione di succhi gastrici che provoca una carenza di protezione della mucosa gastrica all’interno dello stomaco.

Lo strato interno dello stomaco è protetto da uno strato mucoso, un gel formato da mucoproteine molto viscose secrete dalle cellule delle pareti gastriche. Questo film protettivo è praticamente impermeabile all’acqua e agli enzimi digestivi così da proteggere il tegumento gastrico. Cattive abitudini alimentari come l’abuso di alcol, possono ledere tale mucosa rendendo le pareti gastriche più vulnerabili agli attacchi da parte degli acidi gastrici. Ma anche l’iper secrezione gastrica ne può determinare l’assottigliamento.

Quando l’acido gastrico aggredisce le pareti dello stomaco si sviluppa un processo infiammatorio - gastrite o esofagite - che può sfociare, a seconda della gravità e della durata dell’aggressione, in ulcera peptica se la mucosa viene erosa e lesionata.

Sintomi che la accompagnano l'acidità gastrica: dolori e bruciori.

In generale la sensazione più comune è un fastidioso bruciore a livello dello stomaco. Più specificamente si possono accusare:

Approfondisci cause e rimedi per il dolore allo stomaco da stress.

Ma chi soffre di gastrite, ernia iatale o ulcere sa bene che, i sintomi che un pasto troppo abbondante o ricco di grassi possono provocare, spesso includono tachicardia e vertigini (giramenti di testa), nausea, vomito e diarrea.

L’ingresso di cibo nello stomaco, infatti, viene segnalato al cervello che risponde attivando il nervo vago deputato all’attivazione della peristalsi gastrica e intestinale e l’attivazione della secrezione salivare e gastrica. Una quantità troppo elevata di cibo o di grassi nel pasto possono causare rallentamenti della digestinone che si traducono nell’eccitazione protratta del nervo vago. Quando sovra-eccitato, però, questo nervo attiva anche altri organi e tessuti che esso stesso innerva tra cui, il cuore, l’intestino e delle regioni del cervello responsabili del senso di vertigini e della nausea.

Per questo la cattiva digestione, aggravata, o causata da patologie gastriche a monte, si accompagna a battiti cardiaci accelerati, fiato corto, ipersalivazione, diarrea.

Nelle patologie da reflusso, si possono avere anche altri sintomi come alitosi e lingua bianca, tosse e mal di gola causati dalla risalita dei succhi gastrici che provocano raschiamento elle pareti della laringe e della faringe più suscettibili alle infezioni, con lingua bianca e mal di gola frequenti. Altre volte invece il dolore addominale viene confuso con un’affezione di origine gastrica mentre si può trattare anche di patologie epatiche.

Le molteplici cause del disturbo.

Le cause dell’acidità di stomaco possono dipendere da una serie di fattori:

Rimedi efficaci contro l’acidità di stomaco: dieta, farmaci e rimedi naturali.

Cosa fare per prevenire o eliminare il disturbo? Nei casi più lievi basta togliere qualche cattiva abitudine come il fumo e adottare uno stile alimentare idoneo per porre fine al problema, in altri casi è necessario ricorrere ad un’azione farmacologica specifica. In alternativa i rimedi naturali sono molteplici purchè la scelta sia opportuna...

Dieta e consigli alimentari.

Mangiare di corsa ed in maniera errata non aiuta di certo a risolvere il problema dell’acidità di stomaco, piuttosto ne amplifica e ne peggiora i fastidiosi sintomi. Ecco perché anche una dieta corretta ed adeguata è un "necessario" rimedio naturale per prevenire l’acidità di stomaco.

Oltre a ciò la fretta e lo stress quotidiani che ci accompagnano durante la consumazione dei pasti principali sono i nemici numero uno della salute dello stomaco e di conseguenza del nostro benessere psico-fisico.

Diventa allora indispensabile non solo mangiare alimenti sani e benefici per il proprio organismo, ma anche modificare le modalità con cui li consumiamo: la qualità dei nostri pasti giornalieri è determinante per il miglioramento dell’attività dell’ apparato digerente.

Stabilite le abitudini di base, vediamo ora come strutturare una dieta che contrasti l’acidità di stomaco scoprendo quali sono gli alimenti da preferire e quelli che invece andrebbero esclusi dall’alimentazione di un soggetto che soffre di acidità

Cibi da evitare:

Cibi tropo grassi o comunque difficili da digerire: fritti, insaccati, carni e pesci grassi, banane, frutta secca, cipolla e aglio.

Cibi acidi: verdura cruda (in particolar modo i pomodori), agrumi,, bevande gassate, succhi di frutta, aceto.

Eccitanti: caffè (in particolare a stomaco vuoto), spezie,bevande alcoliche.

Cibi da prediligere:

I cibi antiacidi sono:

In ogni caso è vivamente consigliabile chiedere il parere di un medico specialista prima di prendere qualsiasi iniziativa, soprattutto se il fastidio è continuo e perdura nel tempo, per evitare l’aggravarsi dei sintomi e per trovare tempestivamente la causa effettiva del problema e risolverlo in maniera efficace e duratura.

Rimedi naturali per contrastare l’acidità.

Per alleviare e risolvere il fastidioso problema dell’acidità di stomaco si possono utilizzare rimedi naturali, caratterizzati dall’avere una composizione chimica basica, che contrasta l’acidità gastrica. Sono, inoltre, efficaci e semplici da preparare:

Approfondisci le proprietà ed i benefici della camomilla.

Scopri i tanti benefici dell'aloe vera.

Farmaci anti-acidità.

Qualora dieta e rimedi naturali non fossero sufficienti si può ricorrere ai farmaci.

A seconda della patologia gastrica il medico può prescrive una determinata terapia farmacologica che prevede anche l’uso di farmaci antiacidi per tamponare il sintomo fastidioso dell’acidità gastrica. I farmaci utilizzati per contrastare l’acidità sono gli antiacidi, composti basici utilizzati per alzare il ph all’interno dello stomaco. Vediamo i più comuni:

Alcuni consigli per una buona digestione.
Masticare lentamente e con cura ogni boccone.
Evitare pasti tropo abbondanti.
Cercare di allontanare stati di ansia e stress al momento dei pasti.
Consumare cibi cotti in maniera leggera e non troppo conditi.
Evitare di esporsi al freddo subito dopo mangiato.
Mangiare frequentemente facendo piccoli spuntini tra un pasto principale e l’altro durante la giornata.

Supervisione: Collaboratori: Dott.sa Valentina Coviello (Biologa)