Stretching per la schiena.

Segue una guida su come e quando praticare lo stretching per la schiena, al fine di rilassare i muscoli e prevenire fasti e dolori.

Stretching per la schiena

Quando praticare lo stretching per la schiena?

La pratica dello stretching per la schiena è fondamentale prima o dopo aver eseguito una qualsiasi attività fisica o aver trascorso la giornata lavorativa assumendo posture scorrette e/o stressanti. Quando si fa sport infatti inevitabilmente si coinvolgono i muscoli della schiena, che se non stirati adeguatamente possono rimanere indolenziti e contratti, provocando fastidi, ma anche dolori nei casi più severi. Allo stesso modo anche chi fa lavori particolarmente stancanti o stressanti, come lo stare seduto per ore nella stessa posizione, può essere soggetto a fastidi e stiramenti nella zona lombare, disturbi che possono essere prevenuti praticando ogni giorno un po’ di stretching. Non vi sono particolari controindicazioni per la pratica dello stretching, se non il rispetto del proprio corpo, ed in particolare dei propri limiti, e la concentrazione durante l’esecuzione della posizione.

Esercizi per rilassare i muscoli della schiena.

Per sciogliere i muscoli della schiena basta mettersi seduti per terra (sempre meglio utilizzare un tappetino o un asciugamano da stendere a terra) con la gamba destra stesa in avanti e la sinistra piegata in modo che il piede sinistro sia adiacente al ginocchio destro nel suo lato esterno. Il busto deve essere rivolto verso sinistra in modo che la mano sinistra sia poggiata a terra dietro il torace, mentre il braccio destro, leggermente flesso, va appoggiato sulla coscia sinistra, in questo modo anche la testa sarà naturalmente rivolta verso sinistra.Dopo aver mantenuto la posizione per circa 20-40 secondi invertire la posizione delle gambe e delle braccia ed eseguire la posizione verso destra mantenendola sempre per circa 20-40 secondi. Questa posizione aiuta ad allungare la colonna vertebrale, fianchi e costole.

Un'altra posizione ottima per la schiena consiste nello stare stesi a terra con le gambe leggermente flesse e le piante dei piedi adiacenti tra di loro, le braccia possono essere tenute distese lungo i fianchi. E’ molto importante fare in modo che schiena e gambe rimangano sempre perfettamente aderenti al pavimento, infatti solo in questo modo i muscoli della zona dorsale potranno trarre benefici da questa posizione.

Un altro modo molto semplice per rilassare la schiena è stare in piedi con le gambe unite, la schiena flessa verso il basso e le braccia tese in avanti in modo da toccare i piedi con le mani. E’ importante cercare di mantenere l’equilibrio e la stabilità durante l’esecuzione della posizione, evitando di dondolare avanti e dietro con il busto, per questo può essere di aiuto cercare di mantenere gli addominali contratti.

Un punto molto importante su cui bisogna concentrarsi è la respirazione, riuscendo a mantenere un ritmo respiratorio regolare infatti si ottimizzano i benefici dello stretching per la schiena.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Stretching per la schiena"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...