Stretching per il collo.

Lo stretching per il collo è uno dei più utili, ma al tempo stesso più delicati tipi di stretching.

Stretching per il collo

Il collo, una zona sensibile.

Il collo rappresenta una delle zone più sensibili del corpo umano e sono moltissime le persone che tendono a somatizzare ansia, tensioni e stress della vita quotidiana tutte nella zona della cervicale, ecco perché i muscoli del collo sono spessissimo soggetti a contratture e stiramenti sia per chi pratica abitualmente una attività sportiva che per chi non lo fa.

Massaggi cervicali e ginnastica posturale.

Più che con lo sport i muscoli del collo vanno protetti e rilassati con attività meno intense di cui un esempio perfetto possono essere sia i massaggi cervicali che un certo tipo di esercizi di ginnastica posturale.

L’obiettivo di base dello stretching è quello di allungare i muscoli effettuando movimenti lenti che stimolino la decontrazione muscolare della zona.

Gli esercizi di stretching per il collo: video e consigli.

Gli esercizi che andremo a illustrare di seguito, possono essere tranquillamente eseguiti anche da soli a casa, purché si rispettino delle linee di base, ovvero:

  • concentrarsi sull'esercizio,
  • rispettare i propri limiti ricordando sempre che è importante eseguire movimenti fluidi senza fare movimenti bruschi e senza forzare eccessivamente i muscoli,
  • sentire qual è il proprio limite e non cercare di spingere ulteriormente, in quanto la flessibilità andrà aumentando man mano che si eseguono gli esercizi.

L'ideale sarebbe fare quotidianamente un pò di stretching per il collo, magari la mattina appena svegli o la sera prima di andare a letto, ripetendo le posizioni più volte fino ad arrivare ad un minimo di 5 minuti al giorno.

Esercizio 1 (per i muscoli laterali del collo).

La posizione di partenza consiste nello stare in piedi con le gambe unite e tese, le braccia stese dietro la schiena. Afferrare il polso sinistro con la mano destra spingendo leggermente il braccio sinistro verso il basso e contemporaneamente piegare la testa verso la spalla destra facendo attenzione a mantenere però le spalle basse e la schiena perfettamente dritta. Dopo aver mantenuto la posizione per circa 10- 15 secondi afferrare il polso destro con la mano sinistra e flettere la testa verso sinistra e ripetere l'esercizio dall'altro lato.

Esercizio 2 (per i muscoli laterali del collo).

La posizione di partenza consiste nello stare in piede con le gambe ed i piedi uniti, ed il braccio sinistro steso lungo i fianchi. Portare il braccio destro sopra il capo e flettere leggermente la testa fino a sfiorare la spalla destra, mantenendo però sempre lo sguardo rivolto in avanti. Dopo aver mantenuto la posizione per circa 10-15 secondi tornare alla posizione di partenza, stendere il braccio destro, portare il sinistro sopra il capo e ripetere la flessione dall’altro lato. Durante l’esercizio è importante mantenere la schiena perfettamente dritta, motivo per cui può essere utile ad esempio poggiarsi ad una parete, o anche eseguire l’esercizio seduti su una sedia facendo in modo che la schiena sia perfettamente aderente allo schienale.

Esercizio 3 (per muscoli posteriori del collo).

La posizione di partenza consiste sempre nello stare in piedi con gambe e piedi uniti e la schiena ben dritta. Incrociare le mani dietro il capo tenendo i gomiti rivolti verso l’esterno, da questa posizione flettere il capo in avanti fino a portare il mento sullo sterno. Mantenere la posizione per 10 – 15 secondi e tornare alla posizione di partenza. Anche per questo esercizio solo valide le stesse raccomandazioni dei precedenti, ovvero rispettare i limiti del proprio corpo e cercare di mantenere la schiena il più dritta possibile, ecco perché soprattutto i meno esperti possono eseguire anche da seduti quest’esercizio di stretching per il collo.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Stretching per il collo"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...