Stretching.

Di solito la pratica dello lo stretching viene associata all'allenamento sportivo; nella maggior parte dei casi infatti ci si dedica allo stretching per allungare e distendere i muscoli subito prima o subito dopo una sessione di allenamento, sia che si tratti di ginnastica aerobica sia che si tratti di esercizi di tonificazione muscolare.

Stretching

Quando e perchè fare stretching.

A questo proposito va subito chiarito che il ruolo dello stretching può andare ben oltre di quello di semplice surrogato dell'attività fisica. Fare un po' di stretching può risultare molto utile ad esempio a tutti coloro che passano gran parte della giornata seduti alla scrivania o stanno fermi in piedi per molto tempo, e che per questo spesso sono portati ad assumere posture sbagliate che inevitabilmente si trasformano in dolori al collo e alla schiena. Fare un po' di stretching alla fine della giornata, anche se non si ha il tempo di fare sport, può essere molto utile per prevenire ed alleviare i dolori muscolari.

Regole da osservare durante la pratica dello stretching.

Sebbene lo stretching sia una pratica molto benefica, bisogna prestare però molta attenzione nell'esecuzione degli esercizi, infatti se le posizioni non vengono raggiunte gradualmente e correttamente possono essere addirittura controproducenti. E' importante quindi chiarire alcuni punti fondamentali che vanno rispettati per l'esecuzione di tutte le posizioni dello stretching:

  • Rispettare il proprio corpo non forzando mai i muscoli. E' normale che le prime volte che si pratica lo stretching i muscoli possano essere rigidi e contratti, motivo per cui la posizione non può essere eseguita subito fino in fondo; in questi casi è fondamentale non forzare i muscoli in quanto si rischiano strappi ed infiammazioni, bisogna cercare di capire qual è il proprio limite e rispettarlo, poco alla volta infatti i muscoli cominceranno a sciogliersi e sarà cosi possibile eseguire la posizione fino in fondo in modo naturale e senza rischi.
  • Tenere massima concentrazione durante l'esecuzione della posizione; a differenza degli esercizi ginnici che prevedono la ripetizione di una sequenza di movimenti, lo stretching si basa invece sul mantenere una data posizione per un certo tempo, in linea di massima 50- 60 secondi. Una volta raggiunta la posizione è necessario cercare di rimanere il più fermi possibile, evitando di dondolare e soprattutto di eseguire movimenti bruschi.
  • Durante l'esecuzione cercare di mantenere la respirazione regolare, concentrarsi sul respiro inoltre può essere una buona tecnica per liberare la mente, alleggerendo lo stress, e contemporaneamente riuscire a rilassare e sciogliere i muscoli ottimizzando cosi i benefici della pratica dello stretching.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Stretching"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...