Smagliature seno.

Le smagliature al seno colpiscono un altissima percentuale di donne e in casi particolari anche uomini. Il seno infatti è una delle zone in cui la pelle è più delicata: un forte dimagrimento, una gravidanza o semplicemente lo sviluppo ne causano la formazione. Eliminare le smagliature è difficile, ma non impossibile: basta averne cura. Cerchiamo allora di analizzare le varie cause della formazione di questi fastidiosi inestetismi della pelle e soprattutto come sconfiggerle. Oltre alla prevenzione costante contro le smagliature al seno, esistono vari metodi utili per attenuarle o addirittura per farle scomparire dal vostro decoltè. Ci occuperemo degli oli, delle creme e di rimedi più all’avanguardia come il trilix, il peeling chimico e la dermoabrasione. Vi daremo modo di poter scegliere valutando i vari aspetti e soprattutto i vari costi dei trattamenti. Non mancherà inoltre, un semplice rimedio da preparare in casa per le vostre smagliature al seno.

Smagliature seno

    Indice Articolo:

  1. Cosa sono le smagliature?
  2. Quando si formano al seno?
    1. In adolescenza
    2. Durante la gravidanza
    3. Nel periodo dell'allattamento
    4. Se si perde peso
    5. In seguito alla mastoplastica
  3. Le smagliature al seno negli uomini
  4. Cosa fare per combatterle?
    1. Costante prevenzione
    2. I rimedi naturali e fai da te
  5. Trattamenti chimici e chirurgici
    1. Il laser
    2. Infiltrazioni biologiche o sintetiche
    3. Il peeling
    4. Trattamento di dermoabrasione
    5. L'intervento chirurgico
  6. Approfondimenti

Cosa sono le smagliature e come si formano?

Le smagliature al seno sono delle lesioni cutanee del derma che si creano sul corpo quando esso è soggetto un forte stress. La causa principale è la mancanza di elasticità e resistenza di questo strato cutaneo composto essenzialmente dalle proteine collagene e fiibrillina. La perdita di elastina fa si che, quando il derma si dilata e poi si restringe – a causa di vari eventi- non riesce più a ritornare al suo aspetto originario, provocando delle vere cicatrici, ovvero le smagliature verticali o orizzontali, che dapprima sono di colore violaceo, poi rosse e man mano che le lesioni diventano definitive tendono a diventare bianche.

Consigli rapidi sulle cause delle smagliature al seno e rimedi preventivi.

Cause delle smagliature Come prevenirle
Adolescenza
  • Prevenzione con creme idratanti, oli naturali.
  • Usare un reggiseno della giusta consistenza che sorregga senza costringere.
Gravidanza ed allattamento
  • Utilizzo di reggiseno rinforzato in tessuto elastico.
  • Mantenere la pelle idrata con creme a base di collagene, acido ialuronico e vitamina E.
  • Dopo ogni doccia sciacquare il seno con acqua fredda e massaggiare abbondantemente.
Perdita peso
  • Dimagrire in modo sano ed equilibrato con una dieta ricca di vitamine
  • Fare una regolare attività fisica con esercizi mirati a rinforzare i muscoli pettorali.
  • Idratare costantemente la pelle con una crema specifica.
Mastoplastica.
  • Trattare la pelle prima dell’intervento con opportuna idratazione e massaggi.
  • Evitare protesi di dimensione eccessiva.

Dopo una veloce disamina utile per una panoramica immediata sul problema andiamo ad affrontare il tema approfonditamente. 

Periodi critici per la comparsa delle smagliature sul seno.

Le donne sono le più soggette a questo tipo di problema. Ciò accede perché il seno nella donna è una zona molto sensibile su cui restano i segni di tutti i cambiamenti fisici ed ormonali che essa affronta durante la vita : il passaggio dall’infanzia alla pubertà, le gravidanze, l’allattamento, le diete e non mancano interventi estetici come l’aggiunta di protesi mammarie.
Vediamo caso per caso cosa accade al seno e come sopraggiungono le smagliature durante questi importanti eventi.

Adolescenza:

Durante questo periodo le ragazze vedono il loro corpo cambiare: il seno è la prima zona del corpo femminile che muta sia nell’aspetto che nel volume. Il seno si prepara all’età adulta: la ghiandola mammaria, stimolata dagli ormoni sessuali, inizia a crescere per poi raggiungere le sue dimensioni da adulta. La pelle si stende e si dilata ma spesso il collagene, fautore dell’elasticità della cute, non è sufficiente a sopportare questi cambiamenti, quindi si formano le smagliature. Per un’adolescente ciò può essere vissuto in modo traumatico, per questo motivo è bene che fin dall’adolescenza le donne si abituino a fare un’ opera di prevenzione contro le smagliature, anche perché una volta che esse compaiono diventa molto più difficile eliminarne completamente i segni.

Gravidanza:

Un ulteriore cambiamento il seno lo subisce con la gravidanza. Dopo aver raggiunto la sua forma adulta, con l’inizio di una gravidanza il seno inizia una trasformazione. Si ingrossa, aumenta di volume, aumenta la circonferenza del capezzolo per far si che il bambino possa trarre il massimo nutrimento nel modo più semplice. Per nove mesi si è a rischio di formazione di smagliature, ma avendo delle piccole accortezze è possibile ridurre o evitare tale formazione.Per evitare che si formino delle smagliature è necessario usare prodotti specifici durante tutto il periodo della gravidanza, il cui utilizzo va in questo caso esteso oltre che al seno anche sull’addome, sui fianchi e su tutte le altre zone che tendono ad ingrossarsi durante la gestazione, ripetendo le applicazioni almeno due volte al giorno. Naturalmente i trattamenti vanno continuati anche dopo il parto.
Durante la gravidanza è opportuno ricordare, che non tutti i tipi di trattamenti antismagliature sono idonei; molti di essi essendo chimici, possono contenere sostanze nocive per la formazione del feto. È opportuno consultare il proprio ginecologo per avere un consiglio su quale prodotto usare per avere una maggiore elasticità della pelle del seno senza danneggiare lo sviluppo del bimbo.
Rendere la pelle idratata ed elastica è il modo migliore per prevenire le smagliature della gravidanza e fare in modo che essa non lasci sul corpo gli odiati inestetismi che tutte noi conosciamo.

Allattamento:

Un momento bellissimo per ogni donna che diventa madre, il primo approccio con il nuovo arrivato si ottiene con l’allattamento. Con la montata lattea le mammelle diventano dure e dolenti e con l’alimentazione regolare del neonato si riduce la congestione. Tra una poppata e l’altra i seni si gonfiano e si sgonfiano sottoponendo la pelle ad uno stress continuo che può causare la comparsa di smagliature. Fortunatamente anche in questo caso esistono dei rimedi, ma come per la gravidanza bisogna consultare un medico prima di applicarli proprio perché potrebbero influire sulla qualità e sulla produzione di latte.

Perdita di peso:

Quando si segue una dieta dimagrante il seno, essendo totalmente privo di massa muscolare è il primo a svuotarsi, (soprattutto se si seguono diete non equilibrate), ed è perciò molto frequente che in questo periodo compaiano delle smagliature. Se non si ha la buona abitudine di usare già dei prodotti specifici per prevenirle è assolutamente necessario iniziare ad usarli appena si nota la comparsa delle prime striature, perché la l’elasticità della pelle, soggetta al cambiamento veloce, viene messa ancora una volta a dura prova.

Mastoplastica:

Molte donne ricorrono alla chirurgia estetica per aumentare il volume del seno. Ma va ricordato che se la pelle prima dell’intervento non viene adeguatamente idratata ed elasticizzata, si rischia la formazione di smagliature. Anche in questo caso è giusto usare prodotti che aiutano l’elasticità dei tessuti.

Smagliature al seno negli uomini.

Per quanto infrequenti, anche gli uomini sono soggetti a smagliature sul seno, ovviamente saranno indicate come smagliature al petto o al torace. La loro formazione avviene nell’adolescenza con l’allungarsi e l’allargarsi dei tessuti, ma anche in seguito gli uomini possono incorrere in questo problema. Praticando sport, soprattutto culturismo, c’è maggior possibilità di formare smagliature perché l’aumento della massa muscolare nella zona pettorale, fa si che i tessuti si tendano.

I rimedi contro tale inestetismo.

Le smagliature al seno, sono si un inestetismo, ma un inestetismo che soprattutto nelle donne può avere risvolti anche in altri ambiti arrivando a turbare l’equilibrio psicologico. Fortunatamente però esistono diversi metodi naturali e metodi “artificiali” per alleviare queste lesioni cutanee. Il miglior metodo resta sempre la prevenzione.Proviamo ad esaminare insieme come è possibile prevenire le smagliature al seno e poi una volta formatesi come è possibile curarle.

La prevenzione: cosa fare per evitare le smagliature.

Il miglior metodo per prevenirle l’inestetismo è mantenere la pelle del seno il più idratata possibile, in modo da poter affrontare eventuali cambiamenti. Una qualsiasi crema idratante che contiene olio di mandorle, facilmente reperibile in qualsiasi profumeria o supermercato, va utilizzata quotidianamente soprattutto dopo una doccia, perché i pori saranno aperti e quindi la crema sarà assorbita meglio, coadiuvata da un buon massaggio. Naturalmente per prevenire la formazione delle smagliature è necessario seguire una dieta sana che apporti all’epidermide tutti i nutrienti necessari per mantenersi elastica, e fare dell’attività fisica. Fare qualche esercizio per i pettorali ad esempio può servire a mantenere questa zona più tonica e quindi anche a prevenire la formazione di smagliature al seno.
Puoi approfondire gli esercizi per il seno da fare costantemente in casa per avere un seno sodo e prevenire le smagliature.

Rimedi naturali:

Per rimedi naturali intendiamo tutti quei rimedi che possiamo creare in casa o comprare in un’erboristeria. Per le smagliature al seno che sono alla fase iniziale, ovvero rosse o violacee, è consigliato usare un olio di mandorle dolci, che aiuta l’idratazione della pelle che, con il passar del tempo può tornare alla normalità. Altro tipo di olio che può essere usato è un olio ricco di vitamina E, che aiuta la rigenerazione dei tessuti. Molto spesso si possono creare dei preparati fatti in casa, ricchi di grandi proprietà emollienti.

Come preparare e usare un rimedio “fai da te”.

div

Ingredienti Preparazione
  • 5 cucchiai di olio di mandorle dolci
  • 7 gocce di olio essenziale alla rosa di mosqueta
  • 7 gocce di olio essenziale alla calendula
  • 5 cucchiai di burro di karitè
  • 5 cucchiai di olio di oliva.
  • 5 capsule di vitamina E
  • 3 capsule di vitamina C
  • Per preparare il composto basta prendere una terrina in vetro e metterla a bagno maria per sciogliere il burro.
  • Una volta sciolto il burro aggiungere tutti gli altri ingredienti e mescolare bene, fino ad ottenere un composto omogeneo.
  • Conservare in frigo.

Per l’utilizzo del trattamento basta prenderne un po’ con le mani e applicarlo sul seno massaggiando con movimenti circolari, fino all’assorbimento totale del prodotto.
E’ consigliabile applicare il preparato la sera prima di andare a letto coprendo la parte con un una velina.
Il giorno successivo, il prodotto sarà completamente assorbito e con una doccia sarà possibile eliminare eventuali residui.
Tale trattamento per le smagliature al seno può essere utilizzato anche per le smagliature ad altre parti del corpo.

Trattamenti estetici e chirurgici.

Spesso i tempi troppo lunghi dei rimedi naturali, fanno scegliere rimedi più veloci che possano intervenire anche dove la smagliatura è già formata ed è diventata bianca, ovvero definitiva.
Oltre a creme specifiche che hanno un’azione più mirata, si può ricorrere a rimedi più invasivi, quali trattamenti di medicina estetica che richiedono dei consulti specialistici e soprattutto molta competenza da parte di chi li pratica.

Laser:

Il trattamento per le smagliature al seno con il laser, viene praticato in appositi studi medici, con apparecchi all’avanguardia. E' efficace per ogni tipo di smagliatura, anche per quelle formate da parecchi anni e profonde. Il laser brucia parte del tessuto ormai smagliato, favorendo la generazione di nuovi tessuti e aumentando la presenza di collagene nonché l’elasticità dei tessuti. Il trattamento generalmente dura 10 sedute, dopo le quali si dovrà valutare quali sono stati i risultati e se nel caso reintervenire. Prima dell’inizio del trattamento il medico cosparge la zona interessata con un gel, che protegge la pelle, e inoltre è importante indossare gli occhialini protettivi perchè la luce del laser può essere dannosa alla cornea.Dopo ogni seduta si avrà la formazione di crosticine, che con una crema data dallo specialista cadranno. Non ci sono particolari controindicazioni per questo trattamento salvo
evitare nei primi tempi l’esposizione al sole in quanto la pelle, particolarmente sensibile potrebbe scottarsi facilmente.
I costi del trattamento laser sono piuttosto elevati, ogni seduta costa dai 500 euro agli 800 euro.

Filler:

Le smagliature al seno possono essere attenuate con i filler che sono infiltrazioni di alcune sostanze di origine biologica o sintetica che servono a riempire le depressioni.
I filler biologici possono essere a base di collagene, che da nuovo supporto ai tessuti e riempie la smagliatura, uniformandola al resto della pelle con un notevole risultato.
Anche infiltrazioni di Acido ialuronico unito alla vitamina c hanno la capacità di rigenerare i tessuti, favorendo entrambi la formazione di nuove cellule. Sono usati nella cura delle smagliature al seno attraverso delle iniezioni fatte nelle varie smagliature e non sono dannosi per il seno stesso.
Altro tipo di acido che si usa per la cura delle smagliature al seno è l’acido glicolico; la sua applicazione si effettua in un ambulatorio, dove un medico estetico con un pennellino applica l’acido direttamente sulla smagliatura del seno. Il tempo di posa è relativo alla situazione della smagliatura e del paziente. Non ha effetti collaterali, ma non ci si deve esporre al sole per i giorni successivi all’applicazione.
Purtroppo i filler biologici non sono un rimedio definitivo, perchè essendo quelle utilizzate, molecole naturali vengono assorbite dalla pelle in circa 6 mesi.

Peeling:

Il peeling chimico utilizza sostanze acide, quali l’acido acido glicolico o Salicilico che hanno lo scopo di esfoliare la pelle in modo da togliere lo strato danneggiato e favorire la formazione di tessuti nuovi. Si distingue in peeling leggero e profondo. Essendo il seno una zona molto delicata è opportuno valutare se realmente conviene praticare questo tipo di trattamento. Esso ha degli effetti indesiderati come rossore, bruciore e infiammazione della cute con la conseguenza di una forte esfoliazione, ma il tutto dura solo per i successivi 3-4 giorni. Le sedute variano a seconda del caso, solo il medico può fare una precisa valutazione. Ogni seduta costa tra i 200-300 euro.

Dermoabrasione:

La dermoabrasione ha lo scopo di levigare la cute lesionata, con un apparecchio che contiene dei cristalli. È un metodo che prevede l’anestesia locale del seno, e dopo il trattamento la zona sarà coperta con delle garze, fino alla scomparsa delle crosticine, che avviene dopo circa una settimana. Il costo è dai 1000 euro per le zone ridotte e dai 3000 euro per zone più ampie. Se le smagliature non sono profonde bastano pochi incontri.

Trattamento chirurgico:

Chirurgicamente si può intervenire sulle smagliature del seno con una tecnica chiamata Trilix. È un intervento chirurgico a tutti gli effetti, che prevede l’asportazione di micro parti della smagliatura, in modo da non lasciare nessuna cicatrice. Si effettua con un apparecchio apposito che asporta zone di pelle non superiore ad un millimetro di diametro grazie alla sua alta velocità. Il trattamento dura una decina di sedute ed ha un costo di 500 euro a seduta. è usato per tutte le smagliature, ma conviene usarlo per quelle già formate da tempo e che sicuramente non andranno via con metodi meno invasivi.

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Smagliature seno"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...