Massaggio californiano.

La filosofia del Massaggio californiano nasce, come facilmente intuibile dal nome stesso intorno agli 70’ nei dintorni di S. Francisco. L’ aver usato il termine filosofia associato alla pratica di questo massaggio sta a sottolineare come questa tecnica, sviluppatasi in un contesto new age, e che riprende il concetto orientale di massaggio, faccia leva non solo sull’aspetto prettamente fisiologico e materiale del massaggio, ma soprattutto sui suoi effetti spirituali e di riequilibrio tra mente e corpo. Il nostro percorso ci avvicina alla sua filosofia: l’incontro tra mente e corpo è il principio base grazie al quale con una maggiore comunicazione si può arrivare ad uno stato di armonia e di benessere psicofisico. Scopriremo come si svolge il rito del massaggio Californiano, tutti i benefici che apporta al corpo e in quali situazioni viene usato come terapia alternativa. Prima di vedere tempi e modi di questo massaggio vediamo quali sono i suoi benefici.

Massaggio californiano

    Indice Articolo:

  1. Filosofia di base
  2. Tecnica del massaggio californiano
  3. Cosa fare prima del massaggio
  4. Il trattamento sensitivo
  5. Benefici per mente e corpo
  6. Dove farlo e quali sono i prezzi?
  7. Un po di storia
  8. Confronto con altri tipi di massaggio
  9. Approfondimenti

Benefici fisici e psicologici del massaggio californiano.

Benefici fisici Benefici psichici
Stimola il corretto funzionamento del sistema linfatico e circolatorio Riequilibra il sistema nervoso ed aiuta il soggetto a ristabilire un contatto positivo con il proprio corpo
Favorisce la digestione e l’eliminazione delle tossine Ridimensiona ansie e tensioni.
Riduce le tensioni muscolari e grazie all’olio usato contribuisce anche a rendere la pelle più elastica ed idratata. Aumenta la propria autostima e la fiducia in se stessi.
Favorisce la perdita di peso e combatte la cellulite. Aiuta a combattere attacchi di panico.

Definizione e filosofia.

Il massaggio californiano si può definire un massaggio in cui il corpo e i sentimenti raggiungo ed ottengono la massima espressione. L’importanza di questa forte dualità del massaggio californiano spiega perché questa tecnica sia conosciuta anche con il nome di massaggio psicosomatico, e massaggio sensitivo. È un massaggio che inizialmente si praticava combinato a delle terapie di gruppo; solo col passar degli anni si è trasformato in una vera e propria esperienza sensoriale. Nonostante il contatto sia sublimato all’ennesima potenza: non va mai frainteso con la sfera sessuale, che rimane estranea a tutto ciò. La filosofia che lo accompagna è quella di far comunicare mente e corpo e portarli ad un livello superiore. L’unico scopo del massaggio californiano è il benessere totale della persona.

Come si svolge il massaggio californiano.

Ora vediamo come viene svolto un massaggio californiano: un percorso che inizia già prima di stendersi sul lettino:

Cosa fare prima del massaggio.

Come dicevamo poco sopra, è un esperienza che va vissuta in pieno e quindi sarebbe sbagliato non praticarla con la dovuta accortezza. Prima di entrare nello studio del massaggiatore, è opportuno fare un bagno caldo per circa 20 minuti, in modo da pulire la pelle dalla possibile presenze di residui di creme o oli che potrebbero contrastare con quelli che si andranno ad usare per il massaggio. Inoltre l’acqua calda agisce come rilassante sui muscoli, preparandoli alla fase successiva con una maggiore elasticità. Per chi non può fare un bagno caldo, ci si può adattare anche facendo una doccia.

Come si realizza il trattamento.

È opportuno fare il massaggio completamente nudi, visto che si agisce sul corpo in modo integrale: il massaggiatore – persona esperta e professionale- coprirà la zona in cui non lavora con un asciugamano o un telo tiepido. Per coloro che temono di non potersi rilassare se completamenti nudi, è consigliato indossare solo gli slip – meglio se tanga- non stretti, in molti centri hanno un kit di servizio che comprende un mini slip in garza monouso.
Il trattamento inizia distendendosi a pancia e volto rivolti verso il lettino. Il massaggiatore inizierà con dei movimenti leggeri partendo dal collo fino ad arrivare ai piedi, in modo da creare un primo contatto con la persona e cercare di entrare in sintonia con il corpo. Non appena la persona si sarà rilassata e quindi, avrà instaurato un rapporto di fiducia con il massaggiatore – visibile con il rallentamento della respirazione e del ritmo cardiaco - allora quest’ultimo, dopo aver cosparso il corpo con degli oli essenziali, praticherà dei movimenti più forti che andranno a toccare tutti i muscoli e le terminazioni nervose. I movimenti effettuati sono di vari tipi: dallo sfregamento all’impasto, ai colpetti al movimento del becco d’anatra, tutti orchestrati come se fosse una coreografia di danza da eseguire. Lo stesso procedimento sarà praticato anche alla parte anteriore del corpo, dopo aver fatto voltare la persona a pancia in su. Inoltre il massaggio è accompagnato da musiche rilassanti di stile new age, che attraverso l’ascolto dovrebbero mettere in contatto la mente e il corpo.
Essenziale per il Californiano è l’energia che si cerca di trasmettere dai movimenti del massaggiatore al corpo e allo spirito della persona che si sta sottoponendo a questo trattamento.

Quali sono i benefici fisici del massaggio sensitivo?

Naturalmente eseguendo questi movimenti, che vanno letteralmente dalla testa ai piedi, il massaggiatore stimolerà anche i punti nevralgici e muscolari più importanti dell’apparato corporeo, dando origine cosi anche a benefici fisiologici molto importanti.Il massaggio Californiano quindi è rivolto a tutti coloro che vogliono mantenere armonia e benessere di mente e corpo, ma può essere anche un valido supporto in caso di disturbi particolare.

Le patologie curate con questo tipo di trattamento sono:

Depressione: agisce sul sistema nervoso eliminando lo stress e infonde benessere a tutto il corpo ed un maggiore senso di armonia. La sua azione antistress è ormai famosa e quindi viene consigliato a chi soffre di attacchi di panico e depressione grazie ai movimenti rilassanti che influiscono sul sistema nervoso.

Anoressia-bulimia: il massaggio ha un effetto benefico sulla persona perché dà una maggiore consapevolezza del proprio corpo e del proprio spirito. Agisce quindi sull’autostima che aumenta e rende le persone più sicure di affrontare le difficoltà che la vita presenta giornalmente e inoltre migliora anche la capacità di ascolto, effetto importante per una maggiore integrazione del soggetto nella società.

Insonnia: questa patologia spesso è causata dallo stress, quindi eliminando le tensioni nervose, agendo sullo stato psichico della persona può risolvere notevolmente il problema.

Asma-bronchiti: vi sembrerà strano, ma il massaggio californiano influisce positivamente su queste patologie; la sua azione combinata agli oli essenziali di salvia, ha un’azione emolliente e migliora l’afflusso di ossigeno nei polmoni.

Ipertensione: come già accennato aiuta anche la circolazione sanguigna. Migliorando il flusso di sangue e di conseguenza l’apporto di ossigeno nel sangue, si avrà una riequilibrio della pressione sanguigna.
Digestione: un miglioramento delle condizioni gastro-intestinali è registrato per coloro che si sottopongono al massaggio californiano ; grazie alla distensione di tutte le tensioni interne, dei muscoli e l’eliminazione delle tossine si riscontra una maggiore facilità nella digestione e si accusa meno il senso di costipazione.

Migliora la qualità della pelle: grazie ai movimenti delle mani del massaggiatore, sono eliminate le cellule di pelle morta e viene favorita la formazione di tessuti nuovi e più vigorosi. Inoltre la circolazione del sangue trova il suo giusto equilibrio, ciò favorisce sia l’eliminazione delle tossine presenti nel nostro corpo che una regolazione della pressione sanguigna.

Per il massaggio californiano non ci sono particolari controindicazioni, chi di noi non vorrebbe usufruirne per ottenere tutti questi benefici?

Tempi costi e luoghi del massaggio californiano.

Oggi sono molti i centri estetici all’avanguardia in cui è possibile effettuare massaggi californiani.

Sebbene i prezzi siano variabili in genere il costo è abbastanza elevato e si aggira sui 120 euro per 90 minuti, anche se molti centri propongono anche pacchetti di più sedute con uno sconto.

  • Per ottenere l’attestato di massaggiatore californiano è possibile frequentare dei corsi- a volte intensivi con la durata di pochi giorni- in cui vengono spiegate tutte le tecniche e i vari modi di agire. I costi per questi corsi partono dai 300 euro, alla fine del percorso di studi viene rilasciata una tessera annuale, che va rinnovata, e poi un certificato.

Le origini del massaggio sensitivo.

Come abbiamo detto all’inizio il massaggio californiano nasce dopo la guerra del Vietnam, in California, ed era praticato nell’ambito delle terapie di gruppo. Questo trattamento infatti nasce dall’esigenza di trovare un rimedio alle pene psicofisiche dei militari che presentavano al rientro nella loro patria. Un bisogno di sicurezza, di armonia, di serenità e di benessere era cercato da tutti per dimenticare un periodo terribile. Un gruppo terapeutico statunitense si rese conto che il contatto fisico era l’approccio giusto per dare ciò che il mercato chiedeva. La pace dei sensi.

Il Californiano e gli altri tipi di massaggi.

La tecnica e le teorie usate nel massaggio californiano non nascono da sole, ma richiamano altri tipi di massaggi teorizzati secondo principi orientali.
Analizziamone le similitudini:

Massaggio ayurvedico
  • Ambientazione in cui si svolgono.
  • Entrambi sono usati come rimedi contro alcuni problemi fisici e psichici.
  • Ricerca del benessere spirituale dell’indivduo.
Massaggio tantrico
  • Stato di totale abbandono in cui cade la persona.
  • Entrambi danno un grane valore ai sensi e alle sensazioni che attraverso il tocco delle mani si vanno ad imprimere con il massaggio
Reiki
  • Il suo principio base è che tutto può curarsi con l’energia che emana l’universo, ed è questa l’eredità che il massaggio californiano ha da questa disciplina. L’energia può generare benessere sia fisico che psichico.
Olistica
  • Da questa scienza il massaggio californiano prende l’idea del corpo come totalità, non si agisce più sulle singole parti ma su tutto il complesso per portare benefici a tutto l’organismo.

I Massaggi alleviano lo stress e la tensione sia fisica che mentale, hanno tutti lo scopo di rilassare e solo piccole sfumature definiscono le diverse tipologie.

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Massaggio californiano"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...