Massaggio Shiatsu: come si effettua? Benefici e controindicazioni

Lo Shiatsu è un massaggio da molti ritenuto terapeutico e praticato come cura per dolori muscolari e non solo. Ma come si effettua? Davvero esercitando una leggera pressione con le dita in punti particolari del corpo si possono avere benefici per il fisico e per la mente? Analizziamo tecniche, controindicazioni e costi di questa antica pratica orientale.

    Indice Articolo:
  1. Cos'è?
  2. Come si effettua ed a cosa serve
  3. Benefici fisici ed estetici
  4. Controindicazioni
  5. Costi e tempi
  6. Massaggio faidate

Cos’è il massaggio shiatsu?

Lo shiatsu, dal giapponese “shi”= dito e “atsu”= pressione, è una tecnica manuale in cui il massaggio viene praticato con la sola pressione delle dita senza l’utilizzo di alcuno strumento che si frapponga tra il massaggiatore e chi riceve il trattamento.

Si tratta di pressioni mantenute sul corpo, lungo i cosiddetti meridiani, ovvero i canali attraverso cui, secondo la filosofia orientale, passa l’energia, e su diverse aree del corpo.

Tali pressioni riarmonizzano i flussi di energia attraverso organi, muscoli, articolazioni e ghiandole.

Le origini di questo massaggio e la sua diffusione in Occidente.

Il massaggio shiatsu affonda le sue radici nella cultura cinese del taoismo, anche se l’evoluzione e lo sviluppo di questa tecnica si ebbero solo quando, intorno al VI secolo d. C., alcuni monaci buddisti diffusero in Giappone la Medicina Tradizionale Cinese, in parallelo anche con lo sviluppo dei loro principi religiosi relativi allo Zen.

La diffusione di questa pratica è stata tale che nel 1964 la legislazione giapponese ha ufficialmente riconosciuto la “shiatsu terapia” come cura autonoma che, grazie alla manipolazione esercitata con pollici, dita e palmi delle mani, concorre a mantenere un buono stato di salute e può essere utile per curare alcune malattie.

In Europa lo shiatsu ha cominciato a diffondersi intorno agli anni ‘70. I benefici di questa pratica, anche se non ufficialmente riconosciuti dalla comunità medica, hanno comunque riscosso un grande successo anche in Italia dove sono nate moltissime scuole per diventare massaggiatori shiatsu e, addirittura, alcune ore di pratica shiatsu sono state introdotte nel percorso formativo di alcune scuole di fisioterapia.

Come si effettua e a cosa serve la shiatsu terapia.

La caratteristica principale del massaggio shiatsu è forse quella di essere eseguito senza l’ausilio di alcun tipo di strumento.

Alcune scuole di pensiero, a parte le mani, ammettono l’uso di gomiti e piedi, ma a differenza di altri massaggi di origine orientale, come ad esempio il massaggio ayurvedico, nello shiatsu non viene contemplato neanche l’ausilio di oli o essenze in quanto tutta l’azione benefica si ottiene dalla pressione esercitata dal massaggiatore.

Non volendo agire però direttamente sull’epidermide spesso il massaggiato viene coperto da un velo o da indumenti molto sottili, ed in genere è disteso su un tatami, ovvero su di una stuoia imbottita, ma può anche ritrovarsi a stare seduto su di uno sgabello basso o sdraiato su di un classico lettino. Prima di procedere al massaggio vero e proprio si effettuano esercizi di stiramento per stimolare i flussi energetici.

Per il massaggio vero e proprio, con i pollici e sempre con i polpastrelli, si esercitano delle leggere pressioni su alcune parti specifiche del corpo, i meridiani, attraverso i quali l’energia fluisce e apporta i desiderati benefici.

La tecnica shiatsu è adatta per chiunque, ed è indicata sia per la ricerca di uno stato di benessere generale che per alleviare i sintomi di numerose patologie, anche se in alcuni casi vi possono essere delle controindicazioni. Andiamo con ordine ed analizziamo nel dettaglio i benefici e gli effetti collaterali di questo massaggio.

Stili e correnti dello shiatsu.

Esistono diversi stili di shiatsu, ma le due correnti più diffuse sono quella del maestro Namikoshi e quella del maestro Masunaga:

  • La Namikoshi è l’unica ad essere riconosciuta dal ministero della sanità giapponese in quanto è strettamente terapeutica e si concentra essenzialmente sulla cura dei sintomi e delle patologie, attraverso l’esercizio di una pressione piuttosto energica sui punti nevralgici dei diversi tipi di malattia.

  • Lo shiatsu della scuola di Masunaga invece ha come obiettivo principale il riallineamento generale di corpo e mente in quanto, secondo il maestro, tutte le diverse patologie sono causate proprio dallo squilibrio fisico - emotivo. Invece che sui sintomi quindi, lo stile Masunaga, va ad agire sulle cause apportando un senso di benessere a tutto l’organismo ed in particolare al sistema nervoso e circolatorio. Questo tipo di trattamento può essere eseguito mediante un percorso codificato o con un trattamento personalizzato.

Disturbi muscolo - scheletrici, dell’umore o psico - fisici: i benefici di queste pressioni manuali.

Di seguito elenchiamo tutti i possibili benefici che lo shiatsu può apportare al corpo, alla mente:

Puoi approfondire cos'è il metabolismo e come stimolarlo.

Approfondisci le cause ed i sintomi degli attacchi di ansia.

Lo shiatsu può inoltre alleviare alcuni dolori o disturbi dovuti a patologie quali:

Ritrovare la tonicità ed eliminare la cellulite: l’azione dello shiatsu.

Non è un mistero che la maggior parte delle donne è sempre alla ricerca di un rimedio efficace per combattere la cellulite. Anche nella medicina cinese tale inestetismo viene contrastato e trova la sua risoluzione nel massaggio shiatsu. Quest’ultimo può essere praticato in due modi differenti:

In entrambi i casi le digitopressioni vengono svolte ai fini di una sollecitazione delle vie urinarie. Attraverso la diuresi, infatti, si eliminano i liquidi in eccesso e quindi i cosiddetti ristagni che danno origine alla cellulite.

Occorrono tra le 10 e le 20 sedute affinché si possano riscontrare dei risultati positivi.

Le controindicazioni di questo massaggio.

Sebbene venga consigliato a tutti per la risoluzione positiva di dolori e tensioni annesse a diversi disturbi e patologie, occorre prestare attenzione in alcuni casi particolari.

Il trattamento shiatsu, infatti, non è consigliato a soggetti le cui condizioni di salute sono precarie. Quindi se si è affetti da gravi patologie come tumori, malattie infettive, trombosi e cardiopatie è bene rivolgersi ad un medico e chiedere il suo consiglio sulla possibilità di sottoporsi ad una seduta di shiatsu.

Anche nei casi in cui il soggetto si senta debilitato a causa di febbre, spossatezza o carenza di particolari elementi (come vitamine, ferro, calcio) è opportuno riprendere il buono stato di salute e poi sottoporsi al massaggio. Lo shiatsu è infatti un trattamento particolarmente intensivo che richiede un’ottima condizione fisica.

Costi e durata dei trattamenti.

In linea generale i benefici della tecnica shiatsu possono avvertirsi già dalla prima seduta, ma è bene effettuare un ciclo di almeno dieci sedute, di circa un’ora ciascuna, con cadenza settimanale, per poter trarre tutti i benefici utili alla propria patologia o al proprio benessere generale.

Il costo di un trattamento varia in genere dai 20 ai 50 euro ma spesso si possono trovare pacchetti offerta di più trattamenti a prezzi maggiormente convenienti.

Shiatsu in acqua: nasce il Watsu.

Inventato da Harold Dull, presidente del WABA ovvero del Worldwide Acquatic Bodywork Association, il Watsu unisce le tecniche del massaggio shiatsu all’azione benefica e rilassante dell’acqua.

Questo trattamento, eseguito da un professionista, si svolge in una piscina d’acqua calda, profonda circa 120 cm. La pressione esercitata sui meridiani nel massaggio shiatsu, nel watsu è resa più semplice dall’effetto di distensione che l’acqua calda ha sul corpo. Ma quali sono i benefici che si possono ottenere? Il watsu allevia il dolore causato da disturbi di origine muscolo - scheletrica e migliora le tensioni di origine psichica grazie all’effetto di distensione e di leggerezza che l’acqua ha sul corpo. Inoltre il watsu è di grande aiuto per le donne in gravidanza: i movimenti resi difficili dal nuovo stato vengono alleggeriti dall’acqua per cui grazie ad essa anche la donna in gravidanza può usufruire di tutti i benefici che derivano dal massaggio shiatsu.

Ogni trattamento watsu può durare dai 20 ai 40 minuti con prezzi che oscillano rispettivamente dai 20 ai 40 euro.

 Trattamenti fai-da-te.

Pur essendo necessaria la presenza di operatori qualificati per trattamenti efficaci e di lunga durata, esiste la possibilità di applicare alcuni principi della tecnica shiatsu sul nostro corpo, da soli, a casa, che di certo non ci daranno gli stessi risultati di quelli di un operatore specializzato ma riusciranno comunque a darci qualche piccolo beneficio. Vediamo come:

Come diventare un massaggiatore shiatsu professionista.

Per diventare massaggiatore shiatsu professionista occorre seguire il giusto corso di specializzazione presso le diverse scuole, associazioni culturali o centri di formazione dislocati sul territorio italiano. Ogni corso è solitamente suddiviso in più livelli attraverso i quali si apprendono le tecniche base ed avanzate della disciplina. Le materie da studiare riguardano ovviamente l’anatomia, la fisiologia, gli stili e le tecniche di massaggio con conseguenti esercitazioni pratiche e teoriche. Alla fine di ogni livello è solitamente prevista una verifica che permette il passaggio al livello successivo e alla fine del corso sarà rilasciato un attestato che vi qualificherà come “operatore olistico” o “operatore del benessere”.

Ricordiamo che in Italia la normativa vigente in materia non riconosce agli operatori olistici valenza legale aventi un albo professionale proprio. Ciò significa che sebbene l’attestato sarà riconosciuto a livello nazionale, non sarete liberi di aprire un centro massaggi. Le opportunità di lavoro però sono svariate: centri benessere, spa di alberghi e strutture ricettive, centri fisioterapici e riabilitativi. In queste strutture, infatti, il direttore che sia esso tecnico o sanitario, vi darà la totale autorizzazione ad esercitare la vostra professione.

A questo punto non vi resta che decidere da che parte del lettino volete stare, preferite farvi coccolare e beneficiare del massaggio o regalare benessere agli altri con le vostre mani?

Supervisione: Collaboratori:Dott.sa Elisabetta Tranchese