Macchie bianche sulla pelle.

Macchie bianche sulla pelle

La presenza di macchie bianche sulla pelle può essere legata a diversi fattori.

Le forme più diffuse.

Tra le forme più comuni di ipocromie cutanee vi sono:

La pityriasis versicolor. Micosi che provoca una diversa colorazione di alcune zone di epidermide, che si presentano più scure nel periodo invernale e più chiare durante la stagione estiva, colpisce sopratutto schiena e braccia.

La pitiriasi alba. Disturbo dell’epidermide che si manifesta con macchie chiare e secchezza della pelle che appare squamosa e tende a screpolarsi. Si manifesta prevalentemente sul viso.

Non vanno dimenticate poi tutte le depigmentazioni legate all’assunzione di particolari farmaci o intolleranze alimentari.

La vitiligine

Tra le macchie bianche che interessano la pelle, un discorso a parte meritano quelle provocate da una particolare forma denominata "vitiligine", che colpisce una percentuale piuttosto alta della popolazione occidentale, si calcola infatti che solo in Italia questa patologia riguardi oltre un milione di persone.

Zone più colpite.

Le zone più colpite dalla vitiligine sono di solito il viso, le mani ed i piedi, in cui si manifestano aree che assumono una colorazione più chiara rispetto al resto del corpo, macchie bianche che con il tempo tendono ad aumentare sia di intensità che di estensione.

Le cause.

La causa fisiologica della comparsa delle macchie bianche sulla pelle è rappresentata da una carenza, se non totale assenza, di melanina, sostanza necessaria a conferire all’epidermide il suo colore scuro, importantissimo per proteggerla dai raggi solari e dagli altri agenti esterni. Ciò vuol dire che le zone in cui si manifesta la vitiligine diventano ipersensibili e vanno protette con particolare attenzione. Il fattore di protezione per queste zone deve essere decisamente più alto rispetto a quello usato normalmente per il resto del corpo.

Per molti versi la vitiligine resta un disturbo che nasconde ancora molti lati oscuri, sebbene infatti possa attribuirsi senza dubbio alla mancanza di melanina, non sono chiari i motivi per cui si manifesta la carenza di questa sostanza.

Fattoti genetici? Disfunzioni del sistema immunitario?

Secondo i più le cause sono dipendenti soprattutto da fattori genetici, motivo per cui la vitiligine sarebbe un disturbo ereditario, ma va anche detto che questa colpisce una percentuale abbastanza alta di persone che soffrono anche di altri tipi di disturbi come anemia, diabete, disfunzioni alla tiroide, etc.. per cui per certi versi la vitiligine potrebbe essere collegata in qualche modo a disfunzioni del sistema immunitario.

Le cure per la vitiligine.

Il non conoscere con certezza i fattori scatenanti della vitiligine, ovviamente rende difficoltoso anche stabilire una precisa terapia, di sicuro si sa solo che quando si manifestano le macchie bianche sulla pelle è praticamente impossibile che queste riacquistano la loro colorazione naturale in modo spontaneo. In particolare, si ricorre a:

  • Prodotti a base di cortisone. In linea di massima, per combattere la vitiligine si utilizzano creme e prodotti a base di cortisone o di altre sostanze che dovrebbero essere in grado di stabilizzare il sistema immunitario.
  • Fototerapia, esposizione al sole, lampade. Per fare in modo che la pelle riacquisti la sua colorazione naturale si può ricorrere alla fototerapia, alla luce del sole, esponendosi naturalmente con le dovute precauzione, o utilizzando delle speciali lampade, studiate proprio come supporto terapeutico per la cura della vitiligine. Rimedi questi che prevedono tempi più o meno lunghi a seconda dell'importanza della patologia.
  • Microtrapianti. Quando le macchie sono localizzate, è possibile ricorrere a microtrapianti di tessuto esportandolo da zone sane.

L’importanza di un intervento medico tempestivo.

Per contrastare la comparsa di macchie bianche sulla pelle è importante intervenire tempestivamente con una terapia adeguata finché il fenomeno è ancora circoscritto, prima che si espanda, sia che si tratti di micosi che di macchie legate a carenze o intolleranze alimentari. Se le macchie tendono a stabilizzarsi ed espandersi diventa naturalmente più difficile trattarle ed eliminarle.

Nonostante capiti spesso che ci si accorga della presenza di queste macchie durante la stagione estiva, quando probabilmente si è in vacanza, e la pelle inizia a diventare più scura mettendole in evidenza, non bisogna farsi prendere dalla pigrizia e rimandare visita, accertamenti e cure al ritorno dalle stesse, senza mancare di proteggerle adeguatamente dai raggi solari

Ad ogni modo la vitiligine è un inestetismo che richiede il supporto di personale specializzato, motivo per cui bisogna rivolgersi al proprio dermatologo di fiducia per scoprire quale sia il modo migliore per affrontare e contrastare la comparsa di macchie bianche sulla pelle.




Torna su
Condividi su Facebook
"Macchie bianche sulla pelle"

Diventa Fan