Integratori fai da te: salini, proteici ed energetici fatti in casa!.

Quali sono le caratteristiche degli integratori fai da te? Sono davvero utili a colmare eventuali carenze? Come si preparano? Analizziamo le differenze tra gli integratori fai da te: quelli salini, energetici e proteici, i benefici e le eventuali controindicazioni. Scopriamo quando è necessario assumere un integratore alimentare chiedendo sempre consiglio al medico o al dietologo!

Integratori fai da te: salini, proteici ed energetici fatti in casa!

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Ricette fai da te
  3. Benefici
  4. Quando assumerli?
  5. Controindicazioni
  6. Approfondimenti

Caratteristiche e classificazione degli integratori fai da te.

Prima di parlare delle loro caratteristiche e delle varie tipologie, sarebbe necessario definire bene di cosa si parla quando ci si riferisce all’espressione comunemente usata di “integratori fai da te”. Il mondo degli integratori alimentari, infatti, è alquanto complesso e la cosa non migliora quando ci si chiede: cosa si intende per integratori fai da te? La risposta a questa domanda non è univoca in quanto la definizione di “fai da te” può essere utilizzata:

  • Per prodotti realizzati in “modo casalingo”, di solito semplici miscele di ingredienti naturali (ad esempio frutta e verdura) da fare in casa senza utilizzare, quindi, derivati sintetici, ossia ricavati artificialmente tramite un processo tecnologico (ad esempio capsule, compresse, ecc…).

  • Per prodotti di derivazione industriale assunti senza nessun tipo di prescrizione e controllo medico.

Approfondiamo il concetto con particolare attenzione ai prodotti che si possono creare in casa capendo bene la loro funzione e a quale uso possono essere destinati.

Ricette fai da te per integratori idrosalini, energetici, proteici e per dimagrire.

In base alle esigenze di ciascun individuo ne esistono di vari tipi:

  • Integratore fai da te idrosalino: consiste in una bevanda fatta con acqua, frutta o agrumi, verdure e sale. Questo tipo di integratore non desta alcuna preoccupazione trattandosi di ingredienti assolutamente sani e naturali che possono essere assunti senza precauzioni. Serve a ristabilire il bilancio idrosalino durante l’attività fisica, anche quando si intraprende uno sport non agonistico ma costante e prolungato come la corsa, il ciclismo o un semplice allenamento in palestra. Utile soprattutto d’estate quando, a causa della sudorazione, possono venir meno alcuni importanti sali minerali come il potassio o il magnesio indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo. In questi casi, per evitare spossatezza, stanchezza e crampi (tipici sintomi della carenza di questi minerali) si può ricorrere ad integratori idrosalini fatti in casa.

Ricette

1 - Metti in una centrifuga 1 kg di frutta di stagione (puoi aggiungere due carote) ed un pizzico di sale.

2 - Mescola 1 l di acqua minerale, 1 bicchiere di succo di arancia (ma anche limone e pompelmo) 1 pizzico di sale e 1 cucchiaio di zucchero di canna.

  • Integratore fai da te energetico: come quello idrosalino, questo integratore fornisce sali minerali e vitamine grazie ad una certa quantità di succo di agrumi e di frutta ma la differenza sta nell’aggiunta dello zucchero che riesce a fornire un certo apporto di energia. Per preparare un integratore fai da te energetico vengono utilizzati zuccheri semplici assimilati dall’organismo in tempi rapidi (come glucosio, fruttosio), mentre in commercio sono presenti anche integratori con amminoacidi (elementi base per la formazione delle proteine) che si trovano sotto forma di drinks, barrette e gel.

Ricette

1 - Metti in una centrifuga 1 banana, 500 gr di mandorle sgusciate,1 vasetto di yogurt magro, 300 g di latte di mandorle.

2 - Mescola 1 bicchiere di succo d'arancia, 1/2 di succo di limone, 1 l di acqua, aggiungi un dolcificante naturale (zucchero di canna, fruttosio) a piacere.

  • Integratore fai da te proteico: gli ingredienti di questo integratore possono variare leggermente ma, in genere, si tratta di mescolare alimenti contenenti proteine come uova, latte e yogurt con frutta fresca e, talvolta, cereali o frutta secca. Al contrario degli integratori idrosalini, l’apporto calorico di quelli proteici è molto elevato così come il contenuto di colesterolo.

Ricetta

1 - Metti in un frullatore 100 g di latte scremato, 1 vasetto di yogurt, 1 uovo, 1 banana, 1 cucchiaio di crusca di avena.

  • Integratore fai da te per dimagrire: si tratta di bevande o tisane a base di erbe o alghe alle quali viene attribuito un potere dimagrante (come ad esempio l’alga Fucus ricca di iodio e maggiormente diffusa in acque fredde) che contengono principi attivi in grado di stimolare la ghiandola tiroidea preposta al controllo del metabolismo. Tuttavia, aumentare la velocità del metabolismo in questo modo può comportare la comparsa di controindicazioni che vedremo più avanti, perchè, se da un lato le erbe possiedono numerose proprietà, dall’altro la loro assunzione può provocare la comparsa di effetti avversi.

Ricetta

1 - Lascia in infusione in una tazza di acqua bollente 30 g di fucus, 20 g di bardana, 50 gr di ribes nero, 30 g di vite rosa, per circa 20 minuti. Filtrare e berne 4/5 tazze al giorno.

Benefici ed effetti dei vari tipi di integratori fatti in casa.

Avendo il vantaggio di essere del tutto naturali, gli integratori fatti in casa comportano benefici ed effetti positivi a livello fisico ed estetico. Infatti, poichè sono realizzati con prodotti freschi come frutta e verdura, contengono sia diverse vitamine come la A, C ed E apportate dal succo di agrumi e di frutta, sia sali minerali come il calcio, magnesio, zinco, rame presenti soprattutto negli ortaggi e nelle verdure.

Questi elementi, pertanto:

  • Rinforzano i capelli: Si possono realizzare frullati con diversi tipi di frutta e verdura freschi allo scopo di rifornire l’organismo di vitamine importanti per il benessere del cuoio capelluto, come la vitamina A, e di sali minerali come lo zinco e il silicio. Talvolta possono essere aggiunte sostanze che aumentano la microcircolazione sanguigna come il peperoncino.

  • Reintegrano i sali minerali: Chi non riesce a mantenere uno stato di idratazione adeguato perchè, magari, non beve abbastanza acqua nell’arco della giornata, può aiutarsi preparando integratori salini da sorseggiare di tanto in tanto. Anche in caso di stress fisico può essere utile consumare un integratore fai da te salino in modo da riattivare il bilancio dei sali minerali nell’organismo e tutte le funzioni ad esso correlato.

  • Aumentano la massa muscolare: Le proteine sono fondamentali per i fautori del body building ma, per assumerne la giusta quantità, vi è bisogno di un regime alimentare adeguato e soprattutto personalizzato. Inutile, dunque, ricorrere ad integratori fai da te proteici perchè si rischia di aumentare la quantità di colesterolo e grassi saturi in circolo a causa dell’uso sproporzionato di uova e latte usati per realizzarli.

Quando si possono assumere gli integratori?

Anche se spesso sono utilizzati in modo improrio o quando non c’è una reale esigenza in quanto una dieta corretta rifornisce il nostro corpo di tutti i nutrienti di cui ha bisogno, in particolari condizioni come la pratica di una costante attività fisica, o in caso di carenze di vitamine, può essere opportuno ricorrere all’utilizzo di integratori.

In ogni caso, l’utilizzo degli integratori deve essere accompagnato da 2 semplici regole:

  • Solo quando è necessario: sebbene l’utilizzo di integratori alimentari non sia per definizione nocivo, è importante sottolineare che questi prodotti andrebbero assunti solo in caso di necessità, cioè, solo in presenza di un'accertata carenza dovuta, ad esempio, ad un regime alimentare squilibrato. In tal caso, si può intervenire con l’integratore appropriato per evitare che la carenza provochi disturbi all’organismo.

  • Solo previo parere e previa prescrizione dell'esperto: come abbiamo visto, tra i vari integratori esistono delle differenze più o meno sottili, per cui il loro utilizzo andrebbe sempre legato ad una attenta valutazione fatta da un esperto, come un dermatologo per quanto riguarda la caduta dei capelli o un medico sportivo per quanto riguarda gli integratori sportivi.

In quali casi si consiglia di assumere gli integratori fai da te?

  • Negli sport di resistenza: come ciclismo o sci di fondo, in cui lo sforzo fisico è prolungato nel tempo, qui sono utili gli integratori energetici che consentono di mantenere alte le prestazioni dell’atleta perchè contengono zuccheri che l’organismo è in grado di utilizzare in modo immediato.

  • Durante la corsa o una camminata: a passo svelto, soprattutto d’estate, l’idratazione dell’organismo dovrebbe essere mantenuta ad un livello ottimale assumendo acqua e sali minerali, per cui, in questo caso l’integratore ideale è quello idrosalino.

  • Vomito e diarrea: quando durano più di un giorno possono essere mitigati dagli integratori energetici e/o salini. Infatti, durante queste manifestazioni gastroenteriche, per evitare la disidratazione, principalmente nei bambini, è importante bere e assumere vitamine e sali minerali con lo scopo di aiutare il ripristino dalla flora intestinale e la ripresa dell’organismo in generale.

Attenzione: dosaggio e controindicazioni!

Le reazioni agli integratori non sono le stesse per tutti i soggetti, per cui il dosaggio ed il tipo di somministrazione andrebbe sempre attentamente calibrato in base alle caratteristiche specifiche del soggetto e delle sue esigenze:

  • Gli integratori fai da te salini: consistono in una quantità di acqua di circa 500-750 ml e possono essere consumati durante l’attività fisica e dopo l’allenamento, anche una volta al giorno.

Puoi approfondire quando è necessaria un'integrazione di sali minerali.

  • Gli integratori fai da te energetici: hanno un volume maggiore, fino a 1,5 litri. Poichè sani ed innocui, questo tipo di integratori può essere utilizzato ogni volta si pratichi sport: se l’allenamento viene praticato tutti i giorni l’integratore può essere consumato una volta al giorno.

Approfondisci le tipologie di integratori energetici.

  • Gli integratori fai da te proteici: assolutamente sconsigliati! La quantità di proteine non deve eccedere la percentuale già introdotta con gli alimenti!

Approfondisci benefici e controindicazioni degli integratori proteici.

Controindicazioni.

Normalmente, gli integratori possono essere assunti liberamente e senza prescrizione medica. Infatti, molti degli integratori in commercio e vendibili in negozi di sport e supermercati hanno una composizione talmente blanda che è difficile che possano avere effetti collaterali gravi. Per cui, tali integratori possono essere usati come integratori fai da te purchè si rispettino necessariamente i tempi e i modi di assunzione indicati sulle relative confezioni. Come tutti gli integratori, anche quelli fai da te non sono privi di controindicazioni:

  • In caso di insufficienza o patologie renali: sono da evitare gli integratori salini e proteici in quanto affaticano la funzione renale già compromessa.

  • In caso di aumento di massa grassa: l’assunzione di integratori fai da te energetici e proteici deve essere accompagnata da un’adeguata attività fisica.

  • In caso di un’eccessiva assunzione di integratori fai da te proteici al giorno: si rischia di sovraccaricare i reni e di provocare una serie di alterazioni metaboliche.

  • In caso di assunzione di integratori fai da te con erbe: si possono avere reazioni avverse. Le erbe usate per realizzare questi integratori contengono i cosiddetti “fitocomposti”, ossia molecole chimiche naturali come vitamine, enzimi o principi attivi che agiscono in modo diverso nell’organismo. Le alghe, ad esempio, agiscono stimolando la tiroide, la ghiandola che, come già detto, regola il metabolismo generale. Quest’ultima, quando viene stimolata dalle alghe in modo continuativo e per un periodo di tempo che varia da persona a persona, può alterarsi nella sua fisiologia portando ad una carenza di produzione di ormoni. In tali condizioni, il metabolismo potrebbe dapprima risultare accelerato (da qui l’effetto dimagrante attribuito alle alghe) e, successivamente, essere soggetto al rischio di contrarre varie patologie ottenendo gli effetti opposti!

E voi cari lettori, cosa ne pensate degli integratori fai da te? Li avete mai preparati ed utilizzati?Esprimeteci la vostra opinione!

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Integratori fai da te: salini, proteici ed energetici fatti in casa!"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...