Integratori antiossidanti naturali e farmaceutici: cosa sono ed a cosa servono?.

Gli integratori di antiossidanti rappresentano una fonte aggiuntiva che può essere utile in caso di carenze o di aumentato fabbisogno di queste sostanze. Ma che differenze ci sono tra gli integratori naturali, e quelli farmaceutici? Scopriamo a cosa servono, ed analizziamone le caratteristiche tenendo presente che gli i vantaggi ed anche gli eventuali effetti collaterali.

Integratori antiossidanti naturali e farmaceutici: cosa sono ed a cosa servono?

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Quali sono?
    1. Vitamine e minerali
    2. Acidi grassi essenziali
    3. Altri antiossidanti
  3. Quando assumerli?
  4. Effetti collaterali  
  5. Approfondimenti

Cosa sono gli integratori di antiossidanti?

Un integratore di antiossidanti è una sostanza che viene utilizzata per assumere, nel corso della giornata, una quantità adeguata o maggiore di queste sostanze, importantissime per garantire sia la salute che la bellezza dell’intero organismo.

Esistono due grandi categorie di integratori di antiossidanti:

  • quelli naturali, ovvero alimenti che naturalmente contengono le sostanze antiossidanti,

  • quelli farmaceutici, che solitamente sono preparati erboristici o sintetici, che si utilizzano in caso di carenze alimentari o di situazioni in cui gli alimenti non bastano a coprire il fabbisogno di antiossidanti giornaliero. E come vedremo anche in questa macrocategoria è possibile identificare due sottocategorie, gli integratori alimentari naturali e quelli invece creati in laboratorio.

Iniziamo con il fare una breve panoramica degli integratori naturali, ovvero gli alimenti, sia di origine vegetale che di origine animale, che si possono assumere per cercare di coprire in modo facile e naturale il fabbisogno quotidiano di antiossidanti, riportando le diverse sostanze che contengono.

Tra gli alimenti più ricchi di antiossidanti abbiamo:

  • Frutta: la frutta contiene moltissimi antiossidanti, in particolare in frutti quali guava, mirtilli, bacche di acai, mango, prugne, uva, papaya, arance, fragole, kiwi e melograno troviamo altissime concentrazioni di queste sostanze. Contengono polifenoli, flavonoidi, minerali e vitamine.

  • Verdura: tra le verdure troviamo moltissimi antiossidanti in particolare nel cavolo nero, nell'avocado, nei peperoni, nei pomodori, nelle carote e nelle barbabietole. Come la frutta sono fonti di flavonoidi, minerali, vitamine e polifenoli.

  • Pesce: il pesce è un'ottima fonte di acidi grassi essenziali, in particolare quelli della serie omega 3. Tra i pesci che più contengono tali antiossidanti abbiamo il salmone, il pesce azzurro come sardine, alici, acciughe, lo sgombro e la sogliola.

  • Semi oleosi: rappresentano un'ottima fonte di acidi grassi della serie omega 3 e 6 e molti minerali tra cui lo zinco. Tra questi possiamo citare i semi di lino, i semi di sesamo, i semi di girasole e i semi di zucca.

  • Cioccolato: quello fondente rappresenta un'ottima fonte di antiossidanti, in particolare di polifenoli.

  • The verde: rappresenta una delle maggiori fonti di antiossidanti naturali. Il the verde è ricco di bioflavonoidi, tannini e polifenoli e pertanto se ne consiglia l'assunzione giornaliera.

Approfondisci caratteristiche e tipologie degli integratori naturali.

Gli integratori farmaceutici naturali e di sintesi.

Per integratori farmaceutici si intendono tutti quei prodotti che vengono realizzati dall’industria farmaceutica e che, solitamente, si definiscono anche alimentari in quanto vengono assunti per via orale, come se fossero un alimento.

Come accennato sopra anche gli integratori farmaceutici possono essere di due diverse tipologie:

  • naturali, quando la loro produzione prevede l’impiego di materie prime naturali come le piante o gli alimenti, e da cui si estraggono i principi attivi che verranno poi inseriti negli integratori,

  • di sintesi, quando i principi attivi non sono estratti da sostanze naturali ma vengono sintetizzati chimicamente in laboratorio e pertanto risultano essere “sintetici”.

Cosa devono contenere gli integratori antiossidanti?

Non tutti gli integratori sono meritevoli di interesse, poichè per avere un buon effetto un integratore deve avere determinate caratteristiche che ne accertino il contenuto di principi attivi e quindi la comprovata efficacia.

In particolare un integratore farmaceutico deve:

  • Contenere una concentrazione di antiossidanti tale da garantire a colui che li assume l'efficacia pubblicizzata. È sempre bene pertanto controllare le etichette e vedere quanta percentuale di sostanza antiossidante è contenuta.

  • Avere un buon rapporto qualità/prezzo ovvero il costo deve essere rapportato alla quantità di antiossidante contenuto e alle materie prime utilizzate.

  • Contenere antiossidanti che abbiano azione sinergica, cioè che agiscano insieme per favorire il benessere dell'organismo, e che siano complementari tra loro, cioè che l'uno non annulli o diminuisca l'azione dell'altro.

  • Essere prodotto con tecniche di estrazione del principio attivo che comportino la minor perdita possibile di sostanza antiossidante.

  • Avere alle spalle diversi trial clinici, cioè diversi test che ne comprovano l'efficacia sugli esseri umani.

 Integratori contro i radicali liberi: “ingredienti” ed utilizzi.

Come abbiamo detto gli integratori farmaceutici di antiossidanti sono preparazioni, naturali o sintetiche, che contengono le sostanze di interesse estratte dalla pianta che li contiene o prodotte chimicamente in laboratorio.

Ne esistono di diverse tipologie e forme in commercio, ma le categorie principali sono integratori di vitamine e minerali, di acidi grassi essenziali, di flavonoidi e polifenoli e di altri antiossidanti.

Si acquistano presso farmacie ed erboristerie.

Vediamo nel dettaglio qual sono i più diffusi ed il loro impiego.

 Vitamine e minerali.

Gli integratori di vitamine e minerali sono quasi tutti di sintesi, ovvero i componenti vengono prodotti chimicamente e non estratti da piante presenti in natura, sebbene in taluni casi siano anche di origine naturale. Tra quelli più presenti in commercio abbiamo:

  • Vitamina A: utile per il benessere degli occhi, per la pelle e per l'abbronzatura, è presente in commercio sottoforma di integratore singolo, cioè solo di vitamina A, o sottoforma di complessi multivitaminici. Nel primo caso è possibile trovare sia un integratore di vitamina A già pronta sia un integratore contenente carotenoidi cioè i precursori della vitamina A. si trova solitamente sottoforma di capsule morbide, ed i costi sono di circa 15 euro per 100 compresse.

  • Vitamina E: rappresenta uno dei più potenti antiossidanti anti - age, che contrasta i segni del tempo e dell'invecchiamento precoce. Si trova solitamente sottoforma di perle gelatinose contenenti solo vitamina E, o in complessi multivitaminici. I costi per le confezioni da 60 - 100 capsule variano da un minimo di 6 euro a un massimo di 22 euro.

  • Vitamina C: un integratore di acido ascorbico (altro nome della vitamina C) è molto utile per rafforzare il sistema immunitario e proteggersi da diverse malattie. Si trova in commercio sotto diverse forme, a lento rilascio o a rilascio rapido, in compresse, da ingoiare o masticabili o effervescenti, in polvere, in bustine effervescenti, con costi variabili tra 5 e 25 euro. Essendo una vitamina idrosolubile viene eliminata dall'organismo molto rapidamente e pertanto di solito gli integratori si assumono più volte al giorno per raggiungere il corretto fabbisogno.

  • Selenio: particolarmente utile in associazione alla vitamina E come antiossidante anti - age, il selenio si trova in commercio sottoforma di capsule, con prezzi variabili dai 6 ai 15 euro.

  • Zinco: utile per la cicatrizzazione dei tessuti, per la salute dei capelli e delle unghia, per il benessere del fegato e per rafforzare il sistema immunitario. Si trova in diverse forme come compresse, tavolette masticabili, con prezzi variabili tra 10 e 20 euro.

Acidi grassi essenziali.

Gli acidi grassi essenziali, così chiamati poichè il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli e vanno assunti con la dieta, sono degli ottimi antiossidanti e proteggono da diverse patologie, in particolare da quelle cardiovascolari e neurodegenerative. In commercio troviamo integratori che contengono sia gli omega 3 che gli omega 6 poichè tali sostanze vanno assunte in un determinato rapporto omega 3/omega 6 che è compreso tra 1:2 e 1:6.

Approfondisci  i benefici degli omega 3.

Possono essere di origine naturale, cioè estratti dalla fonte naturale di acidi grassi essenziali che sono il pesce o i semi oleosi, oppure di origine sintetica, ma in generale è bene scegliere un integratore che:

  • Rispetti il rapporto tra omega 3 e omega 6.

  • Contenga vitamina E che favorisce sia l'assorbimento degli acidi grassi essenziali sia la corretta conservazione del prodotto grazie alle sue caratteristiche antiossidanti.

  • Rispetti il tipo di acidi grassi essenziali contenuti e nel dettaglio riporti la dicitura "acido linoleico" per quanto riguarda gli omega 6 e di "DHA" ed "EPA" (le forme metabolicamente attive dell'acido alfa linolenico) per quanto riguarda gli omega 3.

Puoi approfondire le proprietà dell'acido linoleico.

In commercio esistono integratori solo di omega 3, solitamente derivati dall'olio di pesce, solo di omega 6, solitamente derivati dall'olio di borragine, oppure integratori che contengono sia omega 3 che omega 6. Sono presenti in commercio sottoforma di capsule molli o perle gelatinose, e si consiglia di assumerne circa 1 - 2 capsule o perle al giorno. I costi variano dai 10 ai 20 euro.

Altri antiossidanti

Oltre a vitamine, minerali ed acidi grassi essenziali vi sono altre sostanze antiossidanti molto importanti per il benessere dell'organismo e che si possono trovare sottoforma di integratori. Tra quelli più utili abbiamo:

  • Flavonoidi: rappresentano uno degli antiossidanti più importanti per il benessere dei vasi sanguigni e della circolazione in generale. Vengono venduti degli integratori che contengono un mix di flavonoidi tra cui antocianine, catechine, flavoni, ed altri. Solitamente sono integratori erboristici, i cui principi attivi vengono estratti da frutta e verdura, in particolare da bacche, the verde, barbabietole e uva. Si assumono sottoforma di compresse o tavolette, hanno costi variabili dai 10 ai 20 euro e si consiglia l'assunzione due volte al giorno.

  • Polifenoli: rappresentano un'ampia classe di antiossidanti che contiene fenoli semplici, bioflavonoidi e tannini e pertanto in commercio possono trovarsi diversi integratori contenenti diversi antiossidanti polifenolici. Si estraggono solitamente dalle piante, per esempio dalle olive, le bacche o il maqui, contenenti moltissimi polifenoli diversi. Si assumono sottoforma di capsule e hanno costi e posologie variabili in base alla tipologia di integratore scelto.

Approfondisci  quali sono gli alimenti ricchi di polifenoli.

  • Coenzima Q10: è un antiossidante, solitamente prodotto dal nostro organismo, utile per il benessere della pelle poichè molto potente nel contrastare i radicali liberi. Gli integratori contengono coenzima Q10 di sintesi, sono in commercio sottoforma di capsule o perle gelatinose, e hanno un costo variabile tra 10 e 35 euro. La dose giornaliera è di circa 2 capsule al giorno per raggiungere una copertura di 200 mg giornalieri.

Puoi approfondire benefici e controindicazioni del coenzima Q10.

  • Complessi anti age: sono integratori contenenti un mix di antiossidanti anti invecchiamento che aiutano a prevenire l'invecchiamento precoce delle cellule e le sue manifestazioni sintomatiche. Solitamente sono degli integratori completi, essendo sia multivitaminici che ricchi di antiossidanti, e si trovano in commercio sottoforma di compresse o capsule i cui costi e posologie variano in base alla marca ed al contenuto dell'integratore.

A cosa servono? Quando sono utili questi integratori.

In alcuni casi assumere un integratore di antiossidanti potrebbe essere utile per il benessere dell'organismo. Per esempio gli integratori di antiossidanti sono utili in caso di:

  • Carenze: in caso di gravi carenze alimentari per denutrizione, malnutrizione o dieta povera di frutta e verdura, risultano molto utili gli integratori di antiossidanti completi, quelli cioè che contengono vitamine, minerali, flavonoidi, polifenoli. Sono anche utili gli integratori di acidi grassi essenziali per riuscire a coprire il fabbisogno giornaliero.

  • Gravidanza: in casi di aumentato fabbisogno, come per esempio in gravidanza, se non si riesce a raggiungere la quantità giornaliera consigliata con l'alimentazione, si può ricorrere ad un integratore di antiossidanti. Sarà il medico a decidere quali integratori assumere e in che quantità.

  • Menopausa: per prevenire l'invecchiamento cellulare e contrastare i sintomi della menopausa, è possibile in questo periodo ricorrere agli integratori di antiossidanti. Si consigliano in particolare i complessi multivitaminici contenenti anche minerali, gli integratori di acidi grassi essenziali, quelli contenenti flavonoidi per il benessere dei vasi sanguigni, quelli contenenti isoflavoni (in particolare derivati dalla soia) per contrastare i sintomi della menopausa e quelli contenenti coenzima Q10 per la pelle e l'invecchiamento in generale.

  • Sport: ai soggetti sportivi può essere utile un'integrazione con antiossidanti poichè lo sport se praticato in maniera agonistica o comunque giornaliera, tende ad aumentare la produzione di radicali liberi (ma anche a potenziare l'azione dei sistemi antiossidanti dell'organismo). In alcuni casi quindi assumere un integratore multivitaminico con minerali potrebbe aiutare lo sportivo nelle sue performance.

  • Capelli: in caso di capelli deboli, tendenti a sfibrarsi ed a rompersi un integratore di antiossidanti a base di minerali quali lo zinco, flavonoidi per favorire il microcircolo e vitamine, potrebbe essere utile per ripristinare l'equilibrio del cuoio capelluto e risolvere il problema.

  • Prevenzione: in alcuni casi un'integrazione con antiossidanti può essere utile per la prevenzione di alcune patologie. Ad esempio un integratore contenente beta carotene, vitamina A, vitamina E, vitamina C e luteina può essere utile per la salute degli occhi e della retina, mentre uno a base di omega 3 ed omega 6 potrebbe aiutare a prevenire patologie quali ictus, infarto e ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.

Quando sono dannosi: i possibili effetti collaterali.

Se da un lato l'utilizzo degli integratori di antiossidanti viene visto come un qualcosa di estremamente benefico per l'organismo, alcune opinioni sono contro il loro utilizzo sconsiderato. In particolare gli esperti suggeriscono di porre l'attenzione sul fatto che tali sostanze possono essere inutili o perfino dannose per l'organismo. In particolare si è visto che:

  • Gli integratori a base di glutatione, un potente antiossidante prodotto dal nostro organismo, sono quasi inutili poichè il glutatione assunto per via orale sembra non apportare nessun beneficio a causa del suo scarso assorbimento.

  • Gli integratori a base di vitamine liposolubili (A ed E) possono provocare iperaccumulo della vitamina nel tessuto adiposo e portare a problemi quali tossicità (nel caso della vitamina A) ed aumento del rischio di cancro (nel caso della vitamina E).

  • L'utilizzo di integratori a base di zinco potrebbe causare l'insorgenza di infezioni del tratto urinario, brividi di freddo, febbre e dolore toracico.

  • L'eccesso di omega 6, in particolare se assunti insieme alla vitamina E, potrebbe causare un aumento del rischio di cancro a causa di un complesso che si forma e che provoca danni al DNA.

Supervisione: Maria Grazia Cariello Collaboratori:Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista)

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Integratori antiossidanti naturali e farmaceutici: cosa sono ed a cosa servono?"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...