Doccia abbronzante: come funziona? Tipi, vantaggi e rischi.

La doccia abbronzante è un trattamento di bellezza effettuato in una struttura dotata di lampade UV, che permette di ottenere un’abbronzatura uniforme su tutto il corpo. Analizziamo le diverse tipologie e vediamo quali sono i vantaggi del suo utilizzo, gli eventuali rischi e controindicazioni.

Doccia abbronzante: come funziona? Tipi, vantaggi e rischi

    Indice Articolo:

  1. Caratteristriche
  2. Tipologie
  3. Benefici
  4. Rischi
  5. Controindicazioni
  6. Approfondimenti

Cos’è la doccia abbronzante?

La doccia abbronzante, o solare, è un trattamento estetico effettuato in una cabina dotata di lampade UV, che permette di estendere l’abbronzatura artificiale a tutto il corpo. Rispetto al lettino solare, essa permette di rimanere in piedi in uno spazio decisamente maggiore dove è anche consentito muoversi. Il risultato è una situazione che risulti meno soffocante rispetto al lettino; nonostante ciò rimane non adatta ai claustrofobici.

Come funziona questo trattamento.

La struttura della doccia solare richiama una scatola sulle cui pareti vi sono dei tubi distribuiti in successione e che posseggono le lampade UV, alle quali spetta il “lavoro” di irradiazione, e che permettono un’abbronzatura uniforme. Ci si mette in questa doccia per un tempo che varia dai 10 ai 15 minuti, aspettando che le lampade facciano il proprio effetto.

Le diverse tipologie di docce solari.

La doccia solare si suddivide in due principali tipologie:

  • docce ad alta pressione. Le docce ad alta pressione presentano dei tubi al neon di una lunghezza massima di 2 metri. Emettono principalmente raggi UVA i quali presentano una maggiore capacità di penetrazione della pelle, dando come risultato un’abbronzatura intensa, ma anche pericolo di arrossamento e ustioni.

  • Docce a bassa pressione. Le docce a bassa pressione hanno dei bulbi montati dentro una parabola riflettente. Emettono una quantità più elevata di raggi UVB consentendo di ottenere un’abbronzatura meno intensa ma più a lungo, in quanto riescono a stimolare la produzione di melanina.

Proprio per questi motivi si consiglia di effettuare le prime due sedute con una lampada a bassa pressione e le successive con quella ad alta pressione, in modo tale da ottenere un’abbronzatura intensa, ma che sia abbastanza prolungata.

Vantaggi di questo trattamento abbronzante.

La doccia solare ha i seguenti vantaggi:

  • Dà alla pelle un colorito ambrato anche senza prendere il sole.

  • Rispetto al lettino, dona un’abbronzatura perfetta in tutti i punti.

  • Ha un sistema di ventilazione che favorisce il passaggio di aria nella cabina.

  • E’ igienica, poiché solo mani e piedi sono a contatto diretto con la macchina.

Dopo aver analizzato i vantaggi della doccia solare, per completezza di informazione vediamo insieme i rischi per salute e le principali controindicazioni.

Quali sono i rischi per la salute?

I dermatologi affermano che un’esposizione troppo ripetuta ai raggi UVB e UVA delle lampade e docce solari possano dare i seguenti problemi gravi per la salute.

Tra essi:

  • aumento dell’invecchiamento cellulare per la rottura dei ponti collagene della pelle;

  • aumento dello stress ossidativo;

  • insorgenza di tumori cutanei, il carcinoma basocellulare (o basalioma) e il carcinoma squamoso (o spinocellulare), forme raramente letali;

  • insorgenza del melanoma, una forma di tumore cutaneo piuttosto grave.

Oltre a questi effetti collaterali, ne possiamo elencare anche altri meno preoccupanti (ma comunque fastidiosi!):

  • eritemi, insorgono nelle pelli delicate che assorbono maggiormente i raggi UV determinando vere e proprie scottature;

  • insorgenza di rughe, a causa dell’invecchiamento delle cellule della cute;

  • riduzione delle difese immunitarie locali dell’epidermide, in quanto, come già detto, è sottoposto allo stress ossidativo

  • insorgenza di herpes labiale con l’esposizione eccessiva ai raggi UV.

Le controindicazioni: quando è meglio evitare le docce abbronzanti.

E’ fortemente sconsigliato effettuare l’esposizione ai raggi UV con lampade o docce solari a chi possiede le seguenti caratteristiche:

  • Fototipo 1 o 2. Generalmente appartengono a questa categoria coloro che posseggono capelli biondi o rossi e carnagione molto bianca. I rischi di avere scottature ed eritemi sono molto prevedibili.

  • Donne in gravidanza. Per i cambiamenti ormonali di questo periodo la pelle è più sensibile e si possono evidenziare maggiormente gli eritemi. Inoltre, si può verificare il cosiddetto cloasma gravidico (macchie scure sul volto). Ovviamente, il rischio di insorgenza di melanoma è un fattore che vieta l’utilizzo delle docce e lampade alle donne in attesa.

  • Donne che utilizzano metodi anticoncezionali. Come nel caso precedente, i cambiamenti ormonali indotti dall’utilizzo di questi metodi (come, ad esempio, la pillola contraccettiva) predispongono maggiormente alle scottature.

  • Età minore ai 18 anni. Nel 2011 il Ministero della Salute ha vietato l’utilizzo ai minorenni e alla donne in gravidanza.

Consigli utili per una tintarella artificiale in sicurezza!

Vediamo quali sono i consigli del dermatologo per limitare i danni dovuti ad un abuso dell’utilizzo di docce e lettini solari.

  • Prima di sottoporsi alla seduta abbronzante utilizzare un filtro solare di 30-50 (anche con un colorito scuro). I prodotti con filtro solare dovrebbero essere a base idratante per evitare di avere una pelle spenta e con macchie.

  • Utilizzare gli occhialini per proteggere gli occhi.

  • Dedicarsi all’abbronzatura artificiale una volta a settimana solo per 4 volte di seguito. Sicuramente questo ci permetterà di avere un colorito ambrato, ma allo stesso tempo di preservare la salute della nostra pelle.

  • Dopo la seduta, una volta arrivati a casa, si consiglia di utilizzare creme idratanti ed emollienti, per consentire di attenuare lo “stress” da radiazioni e avere un’abbronzatura più omogenea e duratura.

Dopo aver letto l’articolo abbiamo appreso che ci sono sicuramente dei vantaggi e degli svantaggi legati all’uso delle docce solari; sta a noi capire quando e come limitarci, evitando di incorrere verso danni inutili per la salute.

In ogni caso è sempre bene consultare il dermatologo e rivolgersi a centri estetici seri ed affidabili.

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Maria Innocente (Scienze della nutrizione) - Dott.sa Francesca Vassallo

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Doccia abbronzante: come funziona? Tipi, vantaggi e rischi"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...