Dimagrire in una settimana.

Sebbene sembri uno spot di uno dei tanti prodotti pubblicizzati in vista dell’estate, dimagrire in una settimana non è un'assurdità, ma una possibilità reale e concreta per tutti coloro che seguono una dieta ipocalorica.

Dimagrire in una settimana

I tempi e la qualità del dimagrimento.

Va chiarito in modo esplicito che dimagrire in una settimana è ben diverso dal raggiungere il peso forma desiderato in tempi altrettanto brevi; in sette giorni infatti ci dovrebbe essere un dimagrimento massimo di 1-2 kg, quantità che può variare sensibilmente anche in relazione all’entità del sovrappeso. Infatti un soggetto in sovrappeso di circa 20 chili perderà molto più rapidamente i primi tre-quattro chili rispetto ad un soggetto che deve perdere in totale cinque chili, per cui il tempo del dimagrimento sarà più lungo, soprattutto all’inizio.

I rischi delle diete squilibrate.

La maggior parte delle diete last minute che promettono dimagrimenti consistenti in poco tempo, possono risultare molto dannose, sia per la salute che per la forma fisica. Seguendo infatti questi regimi alimentari, del tutto squilibrati, oltre a provocare carenze di nutrienti fondamentali, come ad esempio carboidrati o vitamine, si rischia anche di innescare un processo catabolico che porta l’organismo a cibarsi dei suoi stessi muscoli, il che, associato alle ridotte quantità di cibo assunto, contribuisce a rallentare il metabolismo, motivo per cui una volta che si ricomincia a mangiare normalmente l’organismo brucia molto meno in fretta di prima le calorie assunte, la qualcosa facilita la ripresa dei chili persi.

Quando un soggetto in leggero sovrappeso perde in una settimana più di due chilogrammi di solito significa che oltre ai liquidi in eccesso si è andata ad intaccare anche la massa muscolare, inoltre per perdere una tale quantità di peso in un arco di tempo cosi ristretto significa sicuramente che il soggetto non sta seguendo un regime alimentare equilibrato.

Carenze di carboidrati e proteine.

Le diete che permettono cali di peso cosi rapidi di solito prevedono la completa eliminazione di tutti i tipi di carboidrati, fonte energetica importantissima per l’organismo, a cui in alcuni casi, quando ad esempio si seguono dieta a base prevalentemente di frutta e verdura, viene associata anche una scarsa assunzione di proteine, il che vuol dire sottoporre l’organismo a gravi carenze nutritive che possono provocare danni anche permanenti.

Ma anche quando si seguono diete iperproteiche come ad esempio la dieta chetogenica o la dieta Atkins, possono innescarsi processi molto pericolosi per la salute.

Attività fisica.

In genere, ad ogni dieta dimagrante viene associata la pratica di un'attività fisica, attività che se può essere considerata del tutto positivamente quando viene abbinata ad una dieta equilibrata, diventa del tutto inopportuna se praticata quando si segue una dieta carente dei principi nutritivi fondamentali. Quando si decide di perdere peso è importante quindi calibrare sia la dieta che l’attività sportiva sulle proprie caratteristiche e necessità, cercando di rispettare i tempi dell’organismo.

I consigli utili.

Una volta fatte queste premesse ecco alcuni consigli utili per dimagrire in modo sano in una settimana:

L’alimentazione.

  • Eliminate dalla vostra dieta ogni tipo di alimento ipercalorico. come dolci, fritti, alcoolici etc...

  • Durante questa settimana preferite alimenti cotti alla piastra o bolliti da condire con olio a crudo o aceto di mele.

  • Cercate di limitare il consumo di carboidrati, ma non eliminateli totalmente. L’ideale è preferire riso, pasta o pane integrali da consumare soprattutto nella prima parte della giornata, quindi a colazione e pranzo, mentre la sera limitatevi ad un secondo accompagnato da una verdura.

  • Fate ogni giorno tre pasti principali e due spuntini, e quando mangiate cercate di concentrarvi su quello che state facendo, masticando lentamente in modo da aumentare il senso di sazietà.

  • Per gli spuntini preferite la frutta, meglio evitare quella molto zuccherina come uva, fichi e banane, l’ideale sono invece mele, arance o melone.

L’attività fisica.

  • Cercate di muovermi il più possibile, l’ideale sarebbe andare in palestra almeno 3 volte la settimana, ma se non siete allenati meglio iniziare gradualmente.

  • Cercate di camminare almeno 20- 40 minuti al giorno, se non avete tempo potete anche fare un po’ di cyclette guardando la tv.

  • Evitate di utilizzare l’ascensore e se possibile parcheggiate la macchina un po’ più lontano dall’ufficio.

In conclusione quindi bisogna sempre tenere presente che anche per ottenere risultati in tempi brevi ci vuole intelligenza e consapevolezza, e che il dimagrimento non implica per forza un importante calo di peso, infatti si può dimagrire anche semplicemente convertendo massa grassa in massa muscolare, per cui è importante rispettare sempre il proprio corpo e scegliere una dieta equilibrate che dia all’organismo tutti i nutrienti fondamentali, e che si basi soprattutto sulla qualità degli alimenti più che sulla quantità.

Se proprio si ha la necessità di seguire una dieta più ferrea si può prendere spunto dalla scarsdale che pur non essendo equilibratissima è un compromesso accettabile in casi estremi.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Dimagrire in una settimana"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...