Dimagrire camminando.

Si può dimagrire camminando? Proviamo a scoprire come camminare può aiutare a bruciare calorie e perdere il grasso in eccesso magari dalle zone che affliggono in particolare le donne ovvero la pancia e le gambe. Nell'articolo prendiamo in esame i vari aspetti del tema, dal tempo necessario ad ottenere risultati alla tecnica di camminata veloce che massimizza i risultati. Forniremo inoltre consigli per un programma di allenamento sia per chi decide di passeggiare all'area aperta che per coloro che prediligono il tapis roulant. Sei pronto? Allora inizia a camminare.

Dimagrire camminando

Perchè scegliere di camminare?

In alcuni casi infatti, quando ad esempio si hanno dei disturbi alle ossa o alle articolazioni, o quando si è fortemente in sovrappeso, o del tutto fuori allenamento, è assolutamente sconsigliato praticare sport che prevedono forti impatti al suolo ed intensa attività cardiaca come la corsa, motivo per cui se proprio non ci si vuole dedicare a qualche altro tipo di sport, ma si vuole mantenere o ritrovare la forma fisica e la salute può essere molto utile fare lunghe camminate.

Conftonto dispendio energetico tra il camminare ed altre attività

Approfondimento sulle attività aerobiche per bruciare grassi.

Come camminare per dimagrire? La velocità giusta.

Secondo studi recenti condotti da un medico italiano per dimagrire camminando non è necessario avere un passo particolarmente spedito, ma più che altro cercare di mantenere un ritmo quanto più possibile costante.

In base a queste ricerche infatti quando si mantiene un'andatura media circa 4 km all’ora l’organismo tende a bruciare i grassi di riserva (circa un 40 % delle calorie bruciate derivano da questa fonte), mentre quando si va ad una velocità maggiore l’organismo brucia prima i carboidrati presenti nell’organismo, e la percentuale di riserve di grasso che viene intaccata scende all’incirca intorno al 20 %.

Inoltre le reazioni provocate nell’organismo dopo aver corso producono un maggiore senso di appetito, oltre che di stanchezza, mentre camminando questo non avviene, quindi mentre correndo si brucia un più alto quantitativo di calorie, ma si è portati anche a mangiare di più, camminando si brucia un quantitativo leggermente inferiore di calorie, ma si può bruciare una più alta percentuale di grassi ed inoltre non si stimola il senso di fame.

Quanto bisogna camminare per dimagrire?

Per dimagrire camminando l’ideale sarebbe fare delle passeggiate di almeno venti trenta minuti al giorno, infatti è dimostrato che quando si cammina per un tempo continuativo si bruciano più calorie di quando si cammina per lo stesso tempo ma intervallato, ad ogni modo se non si ha la possibilità di camminare ogni giorno tanto di seguito è sempre meglio camminare dieci minuti la mattina e dieci la sera piuttosto che non farlo affatto.

Oltre a far bene alla forma fisica camminare ha dei risvolti molto positivi anche sulla mente, camminando infatti si stimola la produzione di endorfine il che fa migliorare il tono dell’umore.

Si può dimagrire senza modificare l'alimentazione?

In linea puramente teorica il dimagrimento avviene quando si consumano più calorie di quante se ne ingeriscano. Questo significa che nel lungo periodo, se praticherai un programma serio di camminate giornaliere che brucia calorie, pur non modificando il regime alimentare, con il tempo perderai il grasso in eccesso. Inoltre l'attività aerobica accelera il metabolismo e questo non può che arrecare benefici alla forma fisica.

Per dimagrire più velocemente. Naturalmente per dimagrire in un tempo minore è necessario seguire anche una dieta per perdere peso, e magari che oltre a camminare si facciano degli esercizi per la tonificazione muscolare.

Informazioni sulle diverse tipologie di diete.

Vuoi dimagrire pancia e cosce? Allora il discorso si complica. Quello del dimagrimento localizzato in specifiche aree del corpo è un tema molto controverso. La ricerca non ha ancora dato risposte univoche e gli esperti hanno opinioni contrastanti. Sicuramente camminando non si dimagrirà in modo localizzato e gli accumuli di grasso sulla pancia e le cosce scenderanno in conseguenza di un dimagrimento generale e complessivo del corpo. Tuttavia secondo alcuni studi lo stimolo muscolare che le gambe ricevono dalla camminata aumenta la circolazione nella zona ed aiuta quindi a smobilizzare le cellule adipose. Senza dar peso ai forti condizionamenti pubblicitari le uniche strade che sembrano dare risultati in termini di dimagrimento localizzato sono le creme a base di caffeina ed ormoni da applicare su pancia e cosce e trattamenti ad ultrasuoni come la cavitazione estetica.

Se vuoi qualche informazione in più ecco gli approfondimenti sulle creme per dimagrire e sul trattamento di cavitazione, spero ti siano utili.

Una buona abitudine quotidiana. Con l’avvicinarsi dell’estate fare delle passeggiate è ancora più piacevole, evitando le ore più calde; non resta che andare in giro per negozi o magari stesso in spiaggia e dimagrire camminando.

E' più efficace la camminata o la corsa?

Da sempre esiste un acceso dibattito tra coloro che sostengono che sia più sano dimagrire camminando e coloro che invece ritengono che sia molto più efficace correre per dimagrire. In realtà in questa sede non si intende dare un giudizio in merito, la corsa infatti è uno sport che presenta indiscutibili vantaggi, e che, se praticata con intelligenza e costanza, può essere molto efficace per accelerare i tempi del dimagrimento, ma non vi è dubbio che per tutti coloro che non vogliono o non possono correre, fare lunghe passeggiate sia un alternativa altrettanto piacevole ed efficace.

Supervisore: Maria Grazia Cariello

Supervisione:



Torna su
Condividi su Facebook
"Dimagrire camminando"

Diventa Fan