Dieta per diabetici: alimenti e menù per diabete di tipo 1 e di tipo 2

Il controllo dell’alimentazione ha un ruolo fondamentale nella cura del diabete, anche se in molti casi la dietoterapia va integrata con l’assunzione di insulina. Vediamo quali sono gli alimenti da evitare, quelli da preferire e quale potrebbe essere un menù tipo per chi ha diabete di tipo 1 e chi di tipo 2.

    Indice Articolo:
  1. Perchè è necessaria?
  2. Alimenti da evitare
  3. Cibi consentiti
  4. Menù di esempio

Perchè è necessaria la dieta per curare il diabete?

Il diabete è una malattia del metabolismo che non riesce ad assimilare nel modo corretto i macro ed i micronutrienti, da ciò si può già intuire quanto il seguire un'alimentazione corretta sia un presupposto indispensabile per curare nel modo giusto questa patologia.

Il ruolo della dieta nel mantenimento di un buon equilibrio metabolico è essenziale sia che si diabete di tipo 1 che di diabete di tipo 2. essa, però, va adattata alle condizioni metaboliche di ciascun malato e mira a riportare il peso entro i limiti normali e ad evitare le possibili conseguenze della malattia (circolatorie, renali, ecc.).

Cos’è il diabete?

Esistono diverse tipologie di diabete che si differenziano in base a quelle che possono essere considerate le cause scatenanti (malattie del pancreas, farmaci, infezioni) ed in base alle modalità di manifestazione.Il diabete è una malattia genetica che può manifestarsi in due forme:

  • diabete di tipo 1, che colpisce di solito in età adolescenziale in concomitanza con eventi esogeni (come un'infezione virale), che mette in moto la predisposizione genetica;
  • il diabete di tipo 2, diagnosticabile soprattutto in soggetti adulti. Si manifesta con disturbi circolatori ed altri piccoli fastidi come l’aumento di peso, ma ci vogliono circa 10 anni affinché le cellule siano talmente danneggiate da rendere evidente la patologia.

Alimenti da evitare per i diabetici.

La manifestazione più tipica del diabete è l’iperglicemia a digiuno, controllata dall’insulina, un ormone secreto dal pancreas, ovvero l’aumento della concentrazione del glucosio nel sangue. Per tale motivo si ritiene che il diabetico dovrebbe escludere totalmente dalla propria dieta tutti quegli alimenti che contengono un'alta percentuale di glucosio come dolci e carboidrati.

Mentre i dolci sono sempre considerati alimenti che il diabetico deve consumare con estrema cautela, con il tempo è leggermente cambiato la considerazione circa il ruolo dei carboidrati, infatti, se in passato si riteneva che questi fossero tutti nocivi oggi si è scoperto che i carboidrati a basso indice glicemico possono tranquillamente far parte della dieta del diabetico

Vanno invece tassativamente eliminati tutti gli alimenti ricchi di grassi.

Sono, dunque da evitare:

Alimenti consentiti: cosa può mangiare un diabetico.

Possono essere assunti liberamente :

In ogni caso, essendo il diabete una patologia, è quanto mai opportuno rivolgersi ad un medico o un dietologo che indichino al paziente la terapia da associare alla dieta.

Esempio di Dieta per il Diabete: menù per una settimana.

La dieta per il diabetico è molto simile sia per i malati di diabete di tipi 1 che per quelli di tipo 2. Tuttavia per i diabetici di tipo 1 è consigliabile ridurre molto i carboidrati semplici, mentre per i pazienti affetti da diabete di tipo 2 la dieta dovrà essere tale da portare ad un calo di peso corporeo.

Colazione (tutti i giorni): 150 ml di latte scremato; un caffè; 2 fette di pane tostato o fette biscottate.
Spuntino (tutti i giorni): a metà mattina e metà pomeriggio un frutto di stagione (tranne quelli elencati al punto precedente).

Primo giorno:

Pranzo: Pasta integrale, circa 80 grammi, cucinata con verdure; pesce magro, circa 100 grammi.

Cena: Formaggio magro, circa 60 grammi; verdure a scelta cucinate senza grassi.

Secondo giorno:

Pranzo: Bresaola o prosciutto crudo, sgrassato (circa 100grammi); verdure a scelta cucinate senza grassi.

Cena: Riso integrale bollito (circa 80 grammi); verdure a scelta sempre bollite e comunque senza grassi.

Terzo giorno:

Pranzo: Petto di pollo alla griglia o bollito; insalata mista o altra verdura cruda.

Cena: Formaggio magro, circa 60 grammi; minestrone di verdure.

Quarto giorno:

Pranzo: 1 uovo bollito o cucinato senza grassi; insalata o altra verdura fresca.

Cena: Pasta integrale (30 grammi circa) con minestrone di verdure.

Quinto giorno:

Pranzo: Pesce magro cucinato senza grassi (circa 100 grammi); verdure a scelta cucinate senza grassi.

Cena: Riso integrale bollito (circa 80 grammi) con verdure a scelta bollite o cucinate senza grassi.

Sesto giorno:

Pranzo: Pasta integrale (circa 80 grammi) con sugo al pomodoro, senza olio né grassi; insalata.

Cena: Ricotta magra (circa 60 grammi); verdure cucinate senza grassi.

Settimo giorno:

Pranzo: Pollo senza pelle e cucinato senza grassi (circa 100 grammi); verdure a scelta; pane integrale (50 grammi).

Cena: Riso bollito (70 grammi circa); carne magra cucinata senza grassi, insalata mista.

Supervisore: Maria Grazia Cariello