Dieta disintossicante (detox): dimagrante o per purificare l'organismo.

La dieta disintossicante o detox è un regime alimentare volto a favorire l'eliminazione dal nostro organismo di scorie e tossine che si sono accumulate in seguito ad un periodo di eccessi alimentare. Può essere seguita per un periodo che va da un minimo di un giorno ad un massimo di sette giorni. Vediamo come funziona questa dieta e quali sono i benefici per il benessere e la forma fisica.

Dieta disintossicante (detox): dimagrante o per purificare l'organismo

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Benefici
  3. Tipologie
  4. Alimenti da preferire
  5. Alimenti da evitare
  6. Menù di esempio
  7. Approfondimenti

Che cos’è la dieta detox?

La dieta disintossicante o detox è una delle diete più alla moda che proviene dagli Stati Uniti con la quale si mira a disintossicare l'organismo dagli eccessi alimentari favorendo l'eliminazione di scorie e tossine e ripristinare quindi lo stato di benessere. Viene utilizzata prevalentemente come "rimedio d'urto" da attuare dopo un periodo in cui ci si è un po' lasciati andare con l'alimentazione, come per esempio durante le feste natalizie o dopo le vacanze estive, ma può essere seguita anche prima di questi periodi per affrontarli al meglio ed evitare di sovraccaricare l'organismo e prendere troppi chili. E’ adatta in linea di massima a tutti, anche a coloro che soffrono di celiachia o che sono vegetariani, basta modificare gli alimenti in base alle esigenze del singolo individuo. È poco adatta invece a chi soffre di intolleranza al nichel a meno che non venga stilata da un professionista della nutrizione specializzato nel trattamento di questo tipo di intolleranza.

Approfondisci come si articola la dieta depurativa.

Quali sono i benefici di questo regime alimentare per l’organismo?

Seguire per qualche giorno una dieta disintossicante e depurativa ha numerosi benefici per l'organismo in generale. Nello specifico una dieta detox è utile per:

  • Disintossicare il fegato e contrastare fenomeni come il fegato grasso (chiamato in termini medici steatosi epatica, si verifica quando si hanno accumuli di grasso nel fegato). Il fegato è un organo che risente molto dell'eccesso di scorie e tossine nell'organismo, essendo esso coinvolto in numerosi processi metabolici, e pertanto una dieta detossificante aiuta a rigenerare la funzionalità fisiologica epatica.

  • Migliorare la sindrome del colon irritabile, ovvero una condizione che risente sia dello stress che degli abusi alimentari. Una dieta depurante migliora l'equilibrio della microflora intestinale (i batteri fisiologicamente presenti nel nostro intestino) ed aiuta quindi a contrastare la sintomatologia legata all'intestino irritabile.

  • Drenare i liquidi in eccesso aiutando così sia a ridurre il gonfiore (l'effetto sgonfiante si esplica in particolare a livello di gambe e addome) sia a ridurre gli inestetismi della cellulite.

  • Migliorare la sintomatologia delle allergie o delle intolleranze alimentari, grazie all'esclusione di alcuni cibi dalla dieta, al consumo di alimenti antiossidanti e drenanti, ed all'eliminazione di scorie e tossine.

  • Ridurre l'acne e la formazione di brufoli, condizioni cutanee spesso influenzate da un'alimentazione ricca di grassi e alimenti raffinati e pieni di zuccheri. Con una dieta disintossicante anche la pelle, grazie all'assunzione di alimenti antiossidanti, migliora il suo stato di benessere, riducendo la produzione di grasso e lo stato infiammatorio, due fenomeni che sono alla base della patologia acneica. Una dieta detox inoltre potrebbe essere utile anche in caso di altre patologie cutanee quali l'orticaria, che talvolta si scatena a causa dell'accumulo di scorie e tossine e dello stress.

  • Contrastare la sintomatologia della gastrite, accentuata da una dieta ricca di alimenti raffinati, grassi, zuccheri e alcol. Una dieta detox riduce lo stato infiammatorio della mucosa gastrica riducendo di conseguenza i sintomi.

  • Aiutare il dimagrimento: nonostante la dieta disintossicante non venga considerata una dieta dimagrante vera e propria, essa agisce indirettamente anche sul sovrappeso, aiutando coloro che stanno seguendo un percorso di dimagrimento a perdere peso più in fretta. Questo è legato al fatto che in questa tipologia di dieta vengono esclusi tutti quegli alimenti che portano ad ingrassare e che sono ipercalorici e vengono inseriti invece alimenti sani quali frutta e verdura.

Le diverse tipologie di dieta disintossicante.

La dieta disintossicante è una tipologia di alimentazione che non può essere seguita per lunghi periodi di tempo poichè porterebbe il soggetto a soffrire di gravi carenze nutrizionali. La durata di tale dieta, che solitamente ha un apporto calorico compreso tra le 1000 e le 1200 kcal, va pertanto da un minimo di un giorno ad un massimo di 5 - 7 giorni. In base a questo possiamo distinguere tre diverse tipologie principali di dieta detox:

  • Dieta di un giorno o digiuno terapeutico: non è una dieta detox vera e propria in quanto dura solo un giorno, ma serve comunque a depurare il nostro organismo mediante il cosiddetto digiuno terapeutico. Si tratta di digiunare, o al limite di bere soltanto centrifugati di verdure o di frutta (preferibilmente agrumi), per 24 ore, trascorse le quali si torna ad un'alimentazione regolare. La dieta detox di un giorno può essere fatta un giorno a settimana (per esempio se si è esagerato con il cibo durante il weekend) oppure al bisogno.

  • Dieta dei tre giorni: consiste nel fare tre giorni di dieta detox a settimana per un mese per aiutare l'organismo ad eliminare le tossine in eccesso dopo un periodo di alimentazione sregolata. In questi tre giorni si può comporre il proprio menù con alimenti ritenuti disintossicanti quali frutta antiossidante, verdura drenante, cereali integrali, legumi e così via.

  • Dieta dei 7 giorni: può essere considerata una continuazione della dieta dei tre giorni ma con qualche modifica. Di fatto mentre nella precedente dieta si consumano sin da subito tutti gli alimenti, in questo caso per il primo giorno è previsto il consumo di sola acqua (almeno 1,5 litri al giorno per favorire la pulizia del colon), di tisane preferibilmente a base di erbe drenanti e depurative (come il tarassaco), di te verde (da dolcificare eventualmente con sciroppo d'acero), il secondo giorno si assumono frutta (ad esclusione delle banane) e verdura (sottoforma di insalata non condita, verdura cotta, minestrone, o centrifugati), il terzo giorno si aggiungono dei germogli (ad esempio germogli di soia), il quarto giorno si reintroducono i cereali integrali, il quinto giorno le proteine vegetali (ad esempio quelle derivanti dai legumi o da prodotti a base di soia come il tofu) e sesto e settimo giorno le proteine animali derivanti dal pesce e dalle carni bianche. Quest'ultima tipologia di dieta è quella più restrittiva e nei primi giorni può portare all'insorgenza di sintomi quali debolezza, giramenti di testa e mal di testa, sintomi che scompaiono comunque non appena si reintroducono tutti gli alimenti.

Vediamo adesso quali sono gli alimenti che vanno introdotti in una dieta detossificante per garantire gli effetti benefici di tale regime alimentare, e vediamo anche quali alimenti non devono essere assolutamente consumati da chi sta seguendo questa dieta.

Alimenti da preferire.

Nell'ambito di una dieta disintossicante sono da preferire i seguenti alimenti:

  • Frutta: possono essere consumati quasi tutti i tipi di frutta, e sono da prediligere i frutti drenanti quali ananas e anguria, quelli ricchi di antiossidanti quali albicocche, mirtilli, lamponi e ribes, e quelli ricchi di vitamina C come kiwi, fragole, arance, pompelmi e mandarini.

  • Verdura: possono essere consumati tutti i tipi di verdura, ma sono da prediligere verdure dall'azione drenante e depurativa quali finocchi, carciofi, sedano, verdure a foglia verde, broccoli e spinaci.

  • Cereali integrali: tra le fonti di carboidrati è bene scegliere i cereali integrali quali riso integrale, orzo, farro, quinoa, kamut, avena, pasta integrale, fette biscottate integrali o di farro, orzo soffiato, pane di kamut o integrale.

  • Proteine vegetali: tra le fonti di proteine vegetali è possibile consumare legumi quali fagioli, piselli, lenticchie, fave e soia, e tutti i prodotti derivanti dalla soia quali hamburger di soia e tofu.

  • Proteine animali: tra le proteine animali è consigliabile prediligere quelle provenienti dal pesce in particolare è bene consumare pesce azzurro quali sarde e alici, merluzzo, salmone e tonno. È possibile consumare anche altre proteine animali, quali quelle derivanti dal pollo, tuttavia è bene accertarsi che la carne di pollo provenga da allevamenti biologici.

  • Condimenti: possono essere utilizzati olio extravergine di oliva, limone, aceto, erbe aromatiche, aglio, cipolla.

  • Bevande: possono essere consumate bevande di riso e di soia, tisane a base di erbe drenanti quali tarassaco, bardana, cardo mariano e finocchio, te verde, e acqua a volontà.

Alimenti da evitare.

Per massimizzare l'effetto disintossicante di una dieta detox è necessario evitare di consumare questi alimenti:

  • Proteine animali: tra le proteine animali sono da evitare la carne rossa e le frattaglie, e da limitare le carni bianche quali pollo, tacchino e maiale. Sono da limitare anche le uova mentre vanno evitati del tutto i salumi.

  • Cereali: sono da evitare tutti i cereali raffinati quali riso bianco, pasta bianca, pane bianco, e tutti i prodotti derivati dai cereali non integrali quali fette biscottate e biscotti. Sono anche da evitare tutti i prodotti come crackers e grissini e tutti i prodotti contenenti lieviti.

  • Latticini e formaggi: sono da evitare tutti i latticini ed i formaggi, eccetto lo yogurt bianco al naturale.

  • Condimenti: sono da evitare tutti i condimenti di origine animali quali strutto, burro, panna, i grassi vegetali come la margarina, i condimenti pronti, il sale, gli oli vegetali (ad eccezione dell'olio extravergine di oliva).

  • Frutta: alcuni tipi di frutta quali banane, fichi, uva, loti, datteri, vanno evitati in quanto troppo ricchi di zucchero e troppo calorici.

  • Bevande: sono da evitare le bevande a base di caffeina, le bibite gassate e zuccherate, gli alcolici ed i super alcolici.

  • Altri alimenti: vanno evitati gli alimenti pronti e confezionati, i prodotti da forno e di pasticceria, gli alimenti fritti, gli alimenti a base di glutammato di sodio, quelli salati e affumicati, quelli in scatola (ad eccezione dei legumi in scatola e del tonno al naturale), dolci, cioccolato.

Proponiamo adesso alcuni consigli per comporre il proprio menù quotidiano disintossicante, tenendo sempre presente che tale regime alimentare non va seguito per più di 3 - 4 giorni, arrivando ad un massimo di 7 giorni. Questi menù devono essere presi come consigli e spunti ma è sempre bene evitare di impostare una dieta fai da te, si consiglia pertanto di rivolgersi ad un esperto nel campo della nutrizione.

Menù 1: dieta dei tre giorni.

Proponiamo di seguito un menù giornaliero con delle opzioni da scegliere per seguire una dieta detox della durata di tre giorni. Tale dieta prevede cinque pasti giornalieri suddivisi in tre pasti principali e due spuntini.

Colazione a scelta tra:

Centrifugato di kiwi e mela (da farsi con 1 kiwi ed 1 mela), due gallette di avena, una tazza di te verde.

Due fette di ananas, un bicchiere di latte di riso, due fette biscottate di farro.

Orzo soffiato, un vasetto di yogurt bianco al naturale, una tazza di te verde.

Spuntino di metà mattina e metà pomeriggio a scelta tra:

Frutta fresca, macedonia, spremuta, centrifugato. Vanno bene tutti i tipi di frutta ad eccezione di fichi, banane, datteri, uva, loti. Sono da prediligere frutti quali ananas, anguria, mirtilli, fragole, kiwi.

Un centrifugato di verdure (ad esempio carote e sedano).

Pranzo a scelta tra:

60 g di riso integrale e 200 g di passato di verdure

70 g di mix di cereali (orzo, farro e avena) e legumi a scelta (200 g se in scatola, 30 g peso secco)

60 g di quinoa con pomodoro fresco e cipolla, un contorno di zucchine e melanzane grigliate da condire con olio extravergine di oliva e 2 - 3 gambi di sedano.

Cena a scelta tra:

Hamburger di soia (circa 150 g), tre fette di pane integrale, un contorno di fagiolini, carote e spinaci lessati.

Una porzione di pesce da circa 200 g (preferibilmente pesce azzurro, merluzzo o salmone), un contorno di insalata mista a piacere a cui aggiungere 2 - 3 gambi di sedano e mezzo finocchio, due fette di pane integrale.

120 g di pollo proveniente da allevamento biologico, da cucinarsi ai ferri, a cui aggiungere un contorno di patate lesse a cui aggiungere 2 - 3 cuori di carciofo.

Menù 2: dieta dei sette giorni.

Proponiamo adesso un menù disintossicante settimanale in cui i primi tre giorni vengono eliminati tutti gli alimenti ad esclusione di frutta e verdura, mentre dal quarto giorno in poi la dieta è più completa e simile a quella dei tre giorni.

Giorno 1: consumare durante l'arco della giornata tisane drenanti a base di finocchio, carciofo o tarassaco, te verde, acqua e limone e dolcificare il tutto con dello sciroppo d'acero.

Giorno 2: consumare cinque pasti nell'arco della giornata (colazione, spuntino, pranzo, cena, spuntino) a base di sola frutta a scelta (tranne banane) e verdura a scelta (cruda o cotta o sottoforma di minestrone). Assumere nell'arco della giornata anche tisane drenanti o te verde.

Giorno 3: seguire lo schema del secondo giorno.

Giorno 4: introdurre nei pasti principali (colazione, pranzo e cena) dei cereali integrali come ad esempio avena, farro, orzo, quinoa, riso.

Colazione: frutta e fette biscottate di farro.

Pranzo: orzo con verdure.

Cena: minestrone di verdure e riso integrale.

Durante il giorno assumere sempre le tisane drenanti e per gli spuntini va consumata la frutta.

Giorno 5: si reintroducono le proteine di origine vegetale come quelle dei legumi o degli alimenti a base di soia.

Colazione: latte di soia e fette biscottate di farro.

Spuntino di metà mattina e metà pomeriggio: frutta.

Pranzo: a pranzo riso integrale con legumi e verdure,

Cena: tofu con contorno di verdure.

Giorni 6 E 7: si reintroducono gradualmente le proteine animali, il sesto giorno prediligere pesce e carni bianche e dal settimo giorno in poi vengono reintrodotti tutti gli altri alimenti.

Supervisione: Maria Grazia Cariello Collaboratori: Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista) - Dott.sa Francesca Vassallo

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Dieta disintossicante (detox): dimagrante o per purificare l'organismo"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...