Colore dei capelli.

Il colore dei capelli è uno degli elementi che contribuisce in maniera determinante a definire il look di una persona.

Colore dei capelli

Cambiare colore dei capelli per chiudere col passato o rimanervi ancorati.

Taglio e colore dei capelli infatti sono le prime cose che, soprattutto le donne, tendono a cambiare quando sentono di stare per iniziare una nuova fase della loro vita, quando vogliono chiudere con il passato e rinnovare il look per affrontare con uno spirito diverso il futuro. Naturalmente ci sono anche casi in cui si ricorre alla tintura dei capelli per rimanere ancorati al passato, ovvero per coprire i capelli bianchi, segni evidenti del tempo che passa. Nel caso in cui si effettua una tinta coprente in linea di massima si cerca di rimanere il più possibile vicini al colore originale, proprio per non evidenziare troppo la tintura. Quando invece si decide di cambiare colore per dare una svolta al proprio look il discorso diventa un po’ più ampio. Non sempre infatti è facile trovare il colore giusto che si adatti perfettamente a forma e carnagione del viso.

Optare per un cambiamento graduale.

Nella maggior parte dei casi, soprattutto se è la prima volta che si cambia colore, bisogna cercare di non discostarsi troppo dalla tinta originale, è difficile infatti che chi nasce bionda naturale stia bene con una capigliatura nero corvino, e viceversa. Soprattutto per i primi esperimenti sarebbe opportuno rivolgersi ad un parrucchiere esperto a cui chiedere consiglio oltre che sulla tonalità da scegliere, anche sul tipo di tintura meno aggressiva e meno dannosa per la salute dei capelli. Non bisogna dimenticare infatti che la maggior parte delle tinture permanenti contengono ammoniaca, e quindi vanno usate con moderazione.

Se si vuole sperimentare un nuovo colore quindi può essere utile provare con una tintura semipermanente che va via dopo pochi lavaggi, poco aggressiva, in modo da preservare la salute dei capelli e valutare con serenità il colore scelto. Resta comunque sempre valida la teoria del cambiamento graduale, oltre a quella per cui la scelta del colore va effettuata in base alla carnagione, ad esempio chi ha una carnagione scura o olivastra difficilmente sta bene con il biondo chiaro, per cui è meglio tendere verso un marrone caldo, un rosso intenso o magari un miele, chi invece ha una carnagione chiara può provare a schiarire i capelli fino ad un biondo chiarissimo.

Cominciare con le meches o colpi di sole.

Un ottima soluzione è quella di incominciare a cambiare colore praticando delle meches o dei colpi di sole, in questo modo si ha il tempo di adattarsi e valutare se continuare a schiarire o meno i capelli. Non bisogna dimenticare inoltre che per dare solo un po’ di lucentezza alla propria chioma, ravvivando un po’ il colore senza cambiarlo, si può ricorrere all’uso dei riflessanti naturali, prodotti che non contenendo ammoniaca e che non sono dannosi per la salute dei capelli, ma che sono in grado di regalare nuove sfumature o nuovi toni, rendendo luminosi e caldi tutti i colori di capelli.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Colore dei capelli"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...