Alcol e calorie: gli alcolici nella dieta.

L’alcol è un alimento molto calorico. Non viene assorbito dall’organismo, ma un consumo eccessivo può arrecare danni alla salute ed alla linea. E allora qual è il ruolo degli alcolici nella dieta? Quanto alcol si può bere al giorno? Scopriamolo insieme...

Alcol e calorie: gli alcolici nella dieta

    Indice Articolo:

  1. Alcol e calorie
  2. Fa ingrassare
  3. Quanto berne?
  4. Approfondimenti

Qual è il rapporto tra alcol e calorie?

Il rapporto tra alcool e calorie è davvero molto particolare. Dopo i grassi infatti l’alcool è uno degli elementi più calorici in assoluto, infatti 1 gr di grasso apporta circa 9 kcal, 1 gr di alcool fornisce circa 7 kcal, mentre 1 grammo di proteine o carboidrati  ha solo 4 kcal. Inoltre a differenza di grassi, carboidrati e proteine l’alcool è del tutto privo di sostanze nutritive, ecco perché le calorie assunte con l’alcool sono comunemente denominate calorie vuote, ciò però non vuol dire che l’alcol non sia utilizzato dall’organismo per creare energia. 

Altra particolarità dell’alcool è che esso non viene assorbito dall’organismo, ma soprattutto se non ingerito in quantità eccessive, viene impiegato per soddisfare i bisogni energetici immediati. Questo è uno dei motivi per cui gran parte degli alcolisti sono magri: con l’alcool, infatti, questi soggetti riescono a sopperire alla carenze alimentari cui sottopongono l’organismo, fornendogli delle energie momentanee, ed un senso di sazietà, con le calorie vuote dell’alcool.

Tabella delle calorie delle più comuni bevande alcoliche.

Vediamo, nella tabella seguente, quante calorie sono contenute in 100 grammi di bevande alcoliche più comuni.

Bevande alcoliche - Calorie per 100 grammi

Birra - 34 kcal

Birra doppio malto - 53 kcal

Vino bianco - 70 kcal

Vino rosso - 75 kcal

Sangria - 76 kcal

Spumante - 95 kcal

Aperitivo alcolico - 140 kcal

Amaro - 195 kcal

Vermouth - 139 kcal

Mirto - 166 kcal

Liquore all’uovo - 166 kcal

Grappa - 242 kcal

Vodka - 240 kcal

Wisky - 245 kcal

Limoncello - 304 kcal

Cognac - 320 kcal

Questa sostanza fa male? Fa ingrassare?

Non volendo trattare nello specifico i danni che possono derivare da un consumo esagerato di sostanze alcoliche, ci limiteremo a dire che, se ingerito in grandi quantità, esso può rallentare i processi digestivi e provocare disturbi a fegato ed intestino, senza contare i danni arrecati al sistema nervoso.

Inoltre, l’alcol viene considerato un alimento pericoloso per la linea e la forma fisica.

Dunque l’alcol fa ingrassare? Di per se l’alcol non fa ingrassare, in quanto viene usato dall’organismo e rilasciato sotto forma di calore ma, indirettamente, fa accumulare massa grassa poiché:

  • l’utilizzo istantaneo delle calorie vuote dell’alcool facilita l’assorbimento di tutte le calorie fornite dagli alimenti;
  • l’acetato derivante dal metabolismo dell’alcol viene accumulato sotto forma di grassi nel fegato e nel tessuto adiposo.

Infine l’alcol fa diminuire notevolmente la massa magra. Esso, infatti, inibisce i livelli di ormoni coinvolti nell’accrescimento dei muscoli, come il GH, e aumenta i livelli di ormoni che favoriscono l’accumulo di grasso, soprattutto a livello viscerale (che è quello più pericoloso perché responsabile dell’insorgenza di patologie metaboliche).

Puoi approfondire le caratteristiche della massa magra.

Il problema quindi non sono tanto le calorie dell’alcool ma quelle dei cibi a cui si associa il consumo di sostanze alcooliche. Ecco perché, per evitare di ingrassare andrebbero evitate le classiche combinazioni come birra e patatine fritte o vino e formaggi, considerate un vero e proprio attentato alla linea. Questi alimenti, infatti, aggiungono altre calorie a quelle ingerite con l’alcol. Le patatine fritte, per esempio, contengono amido e molto olio derivante dalla frittura, i formaggi sono molto calorici in quanto contengono grassi saturi, ecc...

Gli alcolici nella dieta: quanto e come bere per evitare danni alla salute e alla linea?

Naturalmente non bisogna mai estremizzare: il consumo di alcol, infatti, può essere dannoso per linea e salute se effettuato in quantità esagerate e se associato a cibi ricchi di grassi; ci sono dei limiti, invece, entro cui il consumo di alcol viene addirittura considerato benefico!

In linea di massima si può dire che la quantità ottimale di alcol da consumare quotidianamente deve essere compresa tra 0,6 e 1 g di alcol per ogni kg di peso corporeo. In media questa quantità corrisponde a circa tre bicchieri di vino al giorno per gli uomini, e due per le donne.

Lo sapevate che...

In genere le donne tollerano l’alcol in misura minore rispetto agli uomini perché, rispetto a questi ultimi, possiedono minore quantità dell’enzima alcol deidrogenasi, deputato proprio al metabolismo dell’etanolo.

In ogni caso la tollerabilità all’alcool è strettamente soggettiva e come esistono soggetti in grado di reggere anche quantità più alte senza nessun problema di salute, vi sono soggetti che sono del tutto intolleranti alle sostanze alcooliche!

In generale, in un regime alimentare normale un consumo moderato di sostanze alcooliche non presenta particolari controindicazioni.

Quando, invece, si segue una dieta dimagrante con l’obiettivo di perdere peso, può essere utile eliminare il consumo di bevande alcoliche per fare in modo che le calorie ed i principi nutritivi apportati dagli alimenti non siano ostacolati o rallentati dalle calorie dell’alcol.

Ricordiamo che l’articolo ha uno scopo esclusivamente informativo: per maggiori informazioni sugli alcolici nella dieta consultate il medico nutrizionista!

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Valentina Coviello (Biologa) - Dott.sa Francesca Vassallo

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Alcol e calorie: gli alcolici nella dieta"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...