Addominali perfetti.

Il concetto di addominali perfetti è soggetto, come del resto ogni altro canone relativo al mondo dell’estetica, a diverse interpretazioni.

Addominali perfetti

Addominali perfetti per gli uomini e per le donne.

Quando si parla di addominali perfetti sebbene si possa affermare più meno senza dubbi che questo concetto prevede in ogni caso l’ assenza della tanto odiata pancetta, ovvero dei rotolini di grasso che compaiono ogni volta che ci si siede, è vero anche che esiste una grande differenza tra quelli che si possono ritenere gli addominali perfetti per un uomo, e quelli invece che vengono ritenuti più adatti al corpo di una donna.

Mentre infatti per il genere maschile l’idea di un addome perfetto coincide in linea di massima con quella di muscoli evidenti e perfettamente definiti, i classici addominali a tartaruga per intenderci, per il corpo femminile invece l’idea di un addome cosi definito viene riservato alle atlete che praticano body building o altre discipline sportive a livello agonistico, come la corsa o il nuoto, mentre per le donne comuni si preferisce un addome magro e tonico ma non eccessivamente muscoloso.

Un percorso lungo e faticoso.

Nonostante esista differenza tra quelli che sono considerati addominali perfetti per gli uomini e quelli ritenuti perfetti per le donne comuni, bisogna dire che il percorso per arrivare ad avere gli addominali desiderati è lungo ed impegnativo per entrambe i sessi.

Regime alimentare.

Altra caratteristica comune ad entrambi i sessi è che per avere addominali perfetti bisogna seguire, oltre ad un buon allenamento fisico, un programma basato su un corretto regime alimentare. La definizione degli addominali dipende infatti per circa un 60 % dal tipo di dieta e per il restante 40 % dall’attività fisica praticata ed in particolare dagli esercizi per gli addominali.

Pertanto, per riuscire ad avere addominali perfetti è necessario seguire una dieta sana e praticare con regolarità e costanza un tipo di attività fisica di tipo aerobico, (corsa, step, nuoto, aerobica ecc..) che va alternata o integrata con la pratica di esercizi per la tonificazione muscolare dell’intera fascia addominale.

Intensità, ritmi e frequenza degli allenamenti.

Questo vuol dire che bisognerebbe allenarsi per minimo tre volte la settimana facendo circa 40 minuti di lavoro aerobico e 15–20 minuti di esercizi di tonificazione.

Per quanto riguarda gli addominali l’ideale sarebbe cercare di alternare esercizi per gli addominali, alti, esercizi per gli addominali bassi ed esercizi per gli addominali laterali ogni volta che ci si allena.

E’ importante inoltre cercare di variare anche l’intensità ed il ritmo a cui si eseguono gli esercizi per fare in modo che i muscoli non si abituino mai ad un tipo di lavoro ma vengano sollecitati di volta in volta da nuovi stimoli.

Per avere buoni risultati è necessario seguire il programma per un periodo più o meno lungo, dipende naturalmente da quanto si deve dimagrire; ad ogni modo quando si è giunti ad un risultato più o meno buono si può passare ad intensificare sia l’allenamento che la dieta, seguendo un programma specifico per la definizione muscolare, in modo da rendere ancora più visibili i risultati ottenuti con il programma per gli addominali perfetti.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Addominali perfetti"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...